Society
di Simone Stefanini 29 Febbraio 2016

Francesco Facchinetti vuole fondare un movimento politico

Dj Francesco vuole che “Tutti abbiano lo stesso diritto di parola”. Una cosa nuova nuova proprio

snnsjjnaiiamm via

 

“Da una parte siamo molto felici per i nostri successi professionali e personali, dall’altra non possiamo vedere un paese dove siamo cresciuti che non dà speranza ai giovani.” No, non è l’estratto da un discorso di Kennedy e nemmeno di Vendola. A parlare è Francesco Facchinetti, il più famoso figlio di famosi d’Italia.  Qualche giorno fa ha pubblicato un video su Facebook in cui palesa la volontà di entrare in politica mediante la fondazione di un movimento.

Ora, noi abbiamo atteso qualche giorno prima di pubblicare la notizia per attendere la smentita, il Dai raga scherzavo e poi giù risatone.  Invece niente, quel video, che vi andiamo a riproporre, è reale come la tassa sulla spazzatura.

 

Sapete quali sono le VERE risorse del NOSTRO paese?I GIOVANI e chi si rimbocca le maniche ogni giorno per sostenere loro e l’Italia!È arrivato il momento di creare INSIEME il NOSTRO movimento.

Posted by Francesco Facchinetti on Wednesday, 24 February 2016

 

Andiamo ad analizzarlo con calma. Quando parla dei suoi successi, Francesco ci prende sicuramente in giro, oppure soffre di un tremenda amnesia selettiva, in cui dimentica la carriera di dj con i capelli strani stroncata sul nascere dopo aver piazzato un singolo buono per i balli di gruppo d’estate (che però è il singolo italiano più venduto del XXI secolo, non stiamo scherzando), o quella ancor più fallimentare di cantante serio, con e senza padre Roby (che non è un prete ma è la voce spaccavetri dei Pooh).

Oppure quella di presentatore della versione X-Factor sulla Rai, assolutamente non riconfermato su Sky. Ma anche, perché no, quella di imprenditore con quote in 20 società sparse per il mondo, come costruttore di smartphone, come testimonial del disastroso social network AppleKiss e come fondatore di CiaoIM, da lui definita la migliore applicazione per comunicare al mondo, alla faccia di WhatsApp e Telegram. Capite da voi che c’è una tale dose di fail da riempire interi hangar a Roswell.

Ma Francesco ha la faccia di quel bronzo che non viene mai scalfito dalle intemperie e va avanti per la sua strada. Strada che è per l’appunto la protagonista del video di cui sopra, girato un po’ alla Dogma 95, che ricorda i fasti del clip Bittersweet Symphony dei Verve ma anche il neorealismo del dopoguerra.

 

Schermata 2016-02-29 alle 12.53.26 via

 

Facchinetti non è da solo però. Anche lui ha il suo Casaleggio personale. Si chiama Davide Erba ed è il cervello occulto dietro gli ultimi grandi successi professionali di cui abbiamo parlato poc’anzi. Nel video si intuisce che lui sia la mente perché ogni volta che Francy parla, lo guarda come a chiedere il suo assenso. Non solo. Per l’entrata in politica, Erba si veste da cantante neofolk esoterico, tipo Douglas P dei Death in June, con un gusto unico per le divise della Seconda Guerra Mondiale, giusto per far capire che è proprio pronto per conquistare il Paese.

 

hqdefault via - Douglas P. dei Death in June

 

Ecco il programma di Facchinetti: visto che la gente sta male e che non si possono aiutare tutti di casa in casa, fondiamo un movimento democratico in cui tutti abbiano possibilità di scelta. Oh, un genio, una cosa che proprio non si era vista mai. Cioè, a questo punto penso che lui scelga le cause in cui buttare via i propri (temo infiniti) soldi così: c’è una cosa che funziona? Facciamone una copia trash che magari qualcuno ci casca.

 

are-you-steve-jobs-o via

 

Il popolo del Fuck (inetti) ha risposto compatto alla prima domanda essenziale, quella di dare il nome al Movimento. L’hanno trollato e nemmeno se n’è accorto. Annamo bbene.

 

Schermata 2016-02-29 alle 12.47.29 via

 

Con l’impazienza nel cuore, siamo dunque nell’attesa di sapere chi votare alle prossime elezioni, se il Movimento Vera Italia o il più auspicabile Movimento F.I.G.A., un evergreen che non passa mai di moda. Francesco, facci sognare, ma soprattutto muovi a tempo il bacino, tu che sei il Capitano Uncino.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >