Society
di Simone Stefanini 9 Marzo 2016

I fratelli Wachowski ora sono diventati sorelle: anche Andy ha compiuto la transizione

Larry e Andy Wachowski ora sono Lana e Lilly

lanalilly via

 

Questa storia sembra la sceneggiatura di un film sulla ricerca dell’identità. Per fortuna, il finale è di quelli con il sorriso, come mostrano le foto qui sopra.

Protagonisti sono Larry e Andy Wachowski, ovvero i due fratelli che hanno firmato un pilastro del cinema contemporaneo come la trilogia di Matrix: perché qualunque sia il vostro giudizio sulla saga, è evidente quanto siano stati influenti a livello visivo sul cinema dei nostri tempi, in particolare con il primo film.

 

oJzLjd1 via - I fratelli Wachowski prima del cambio di sesso

 

Ecco, la notizia di oggi è che i due fratelli non sono più fratelli, ma sorelle: prima è stato il turno di Larry, che nel 2003 ha iniziato a presentarsi in pubblico con abiti femminili e ha deciso di compiere l’operazione di cambio sesso nel 2006. Dieci anni dopo la stessa scelta è stata presa da Andy, che ora chiede di essere chiamata Lilly.

 

36 via - Lana Wachowski

 

Una storia particolare, senza dubbio, ma se ci pensate, da Matrix fino alla recente serie tv Sense8, passando per Cloud Atlas o Jupiter il destino dell’universotutta la loro poetica si basa sull’indagine per stabilire quale sia la vera realtà, se quella preconfezionata che viviamo ogni giorno o se ne sia possibile un’altra.

Un tema che evidentemente nasce dal profondo delle due sorelle e che ha convinto entrambe a compiere questa radicale trasformazione. L’annuncio di Lilly non è stato un fulmine a ciel sereno: nelle sue ultime apparizioni, infatti, si notava che qualcosa stesse cambiando e che l’immagine che si era cucita addosso, fatta di pose da macho sguardi torvi, stava via via scomparendo.

Proprio oggi è stata pubblicata la prima foto della sua transizione avvenuta, da Andy a Lilly Wachowski, in cui sembra brindare con noi al traguardo raggiunto.

 

lillywachowski via - Lilly Wachowski

 

Purtroppo, come spiega Lilly, è stato il Daily Mail a fare outing al posto suo. In un comunicato stampa, Lilly spiega al mondo la sua decisione:

Sì, sono transgender. E sì, ho fatto la transizione. Mia moglie, la mia famiglia e i miei amici lo sanno già, così come la maggior parte delle persone con cui lavoro e non c’è alcun problema con nessuno di loro. Certo, devo questa possibilità anche grazie alla mia meravigliosa sorella che l’ha fatto prima di me, ma anche perché le persone intorno a me sono fantastiche. Senza l’amore e il sostegno di mia moglie, dei miei amici e della mia famiglia, non sarei dove sono oggi.C’è una citazione appesa nel mio ufficio. È di Josè Munoz e dice che l’essere queer essenzialmente significa rifiutare il qui e ora, insistendo sul potenziale di un altro mondo.”

Intanto la GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) ha affermato di essere entusiasta che Lilly oggi sia realmente se stessa, ma allo stesso tempo non avrebbe dovuto essere forzata a rivelare la sua trasformazione finché non fosse pronta a farlo spontaneamente.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >