Society
di Simone Stefanini 9 Marzo 2016

I fratelli Wachowski ora sono diventati sorelle: anche Andy ha compiuto la transizione

Larry e Andy Wachowski ora sono Lana e Lilly

lanalilly via

 

Questa storia sembra la sceneggiatura di un film sulla ricerca dell’identità. Per fortuna, il finale è di quelli con il sorriso, come mostrano le foto qui sopra.

Protagonisti sono Larry e Andy Wachowski, ovvero i due fratelli che hanno firmato un pilastro del cinema contemporaneo come la trilogia di Matrix: perché qualunque sia il vostro giudizio sulla saga, è evidente quanto siano stati influenti a livello visivo sul cinema dei nostri tempi, in particolare con il primo film.

 

oJzLjd1 via - I fratelli Wachowski prima del cambio di sesso

 

Ecco, la notizia di oggi è che i due fratelli non sono più fratelli, ma sorelle: prima è stato il turno di Larry, che nel 2003 ha iniziato a presentarsi in pubblico con abiti femminili e ha deciso di compiere l’operazione di cambio sesso nel 2006. Dieci anni dopo la stessa scelta è stata presa da Andy, che ora chiede di essere chiamata Lilly.

 

36 via - Lana Wachowski

 

Una storia particolare, senza dubbio, ma se ci pensate, da Matrix fino alla recente serie tv Sense8, passando per Cloud Atlas o Jupiter il destino dell’universotutta la loro poetica si basa sull’indagine per stabilire quale sia la vera realtà, se quella preconfezionata che viviamo ogni giorno o se ne sia possibile un’altra.

Un tema che evidentemente nasce dal profondo delle due sorelle e che ha convinto entrambe a compiere questa radicale trasformazione. L’annuncio di Lilly non è stato un fulmine a ciel sereno: nelle sue ultime apparizioni, infatti, si notava che qualcosa stesse cambiando e che l’immagine che si era cucita addosso, fatta di pose da macho sguardi torvi, stava via via scomparendo.

Proprio oggi è stata pubblicata la prima foto della sua transizione avvenuta, da Andy a Lilly Wachowski, in cui sembra brindare con noi al traguardo raggiunto.

 

lillywachowski via - Lilly Wachowski

 

Purtroppo, come spiega Lilly, è stato il Daily Mail a fare outing al posto suo. In un comunicato stampa, Lilly spiega al mondo la sua decisione:

Sì, sono transgender. E sì, ho fatto la transizione. Mia moglie, la mia famiglia e i miei amici lo sanno già, così come la maggior parte delle persone con cui lavoro e non c’è alcun problema con nessuno di loro. Certo, devo questa possibilità anche grazie alla mia meravigliosa sorella che l’ha fatto prima di me, ma anche perché le persone intorno a me sono fantastiche. Senza l’amore e il sostegno di mia moglie, dei miei amici e della mia famiglia, non sarei dove sono oggi.C’è una citazione appesa nel mio ufficio. È di Josè Munoz e dice che l’essere queer essenzialmente significa rifiutare il qui e ora, insistendo sul potenziale di un altro mondo.”

Intanto la GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) ha affermato di essere entusiasta che Lilly oggi sia realmente se stessa, ma allo stesso tempo non avrebbe dovuto essere forzata a rivelare la sua trasformazione finché non fosse pronta a farlo spontaneamente.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >