Society
di Simone Stefanini 9 Marzo 2016

I fratelli Wachowski ora sono diventati sorelle: anche Andy ha compiuto la transizione

Larry e Andy Wachowski ora sono Lana e Lilly

lanalilly via

 

Questa storia sembra la sceneggiatura di un film sulla ricerca dell’identità. Per fortuna, il finale è di quelli con il sorriso, come mostrano le foto qui sopra.

Protagonisti sono Larry e Andy Wachowski, ovvero i due fratelli che hanno firmato un pilastro del cinema contemporaneo come la trilogia di Matrix: perché qualunque sia il vostro giudizio sulla saga, è evidente quanto siano stati influenti a livello visivo sul cinema dei nostri tempi, in particolare con il primo film.

 

oJzLjd1 via - I fratelli Wachowski prima del cambio di sesso

 

Ecco, la notizia di oggi è che i due fratelli non sono più fratelli, ma sorelle: prima è stato il turno di Larry, che nel 2003 ha iniziato a presentarsi in pubblico con abiti femminili e ha deciso di compiere l’operazione di cambio sesso nel 2006. Dieci anni dopo la stessa scelta è stata presa da Andy, che ora chiede di essere chiamata Lilly.

 

36 via - Lana Wachowski

 

Una storia particolare, senza dubbio, ma se ci pensate, da Matrix fino alla recente serie tv Sense8, passando per Cloud Atlas o Jupiter il destino dell’universotutta la loro poetica si basa sull’indagine per stabilire quale sia la vera realtà, se quella preconfezionata che viviamo ogni giorno o se ne sia possibile un’altra.

Un tema che evidentemente nasce dal profondo delle due sorelle e che ha convinto entrambe a compiere questa radicale trasformazione. L’annuncio di Lilly non è stato un fulmine a ciel sereno: nelle sue ultime apparizioni, infatti, si notava che qualcosa stesse cambiando e che l’immagine che si era cucita addosso, fatta di pose da macho sguardi torvi, stava via via scomparendo.

Proprio oggi è stata pubblicata la prima foto della sua transizione avvenuta, da Andy a Lilly Wachowski, in cui sembra brindare con noi al traguardo raggiunto.

 

lillywachowski via - Lilly Wachowski

 

Purtroppo, come spiega Lilly, è stato il Daily Mail a fare outing al posto suo. In un comunicato stampa, Lilly spiega al mondo la sua decisione:

Sì, sono transgender. E sì, ho fatto la transizione. Mia moglie, la mia famiglia e i miei amici lo sanno già, così come la maggior parte delle persone con cui lavoro e non c’è alcun problema con nessuno di loro. Certo, devo questa possibilità anche grazie alla mia meravigliosa sorella che l’ha fatto prima di me, ma anche perché le persone intorno a me sono fantastiche. Senza l’amore e il sostegno di mia moglie, dei miei amici e della mia famiglia, non sarei dove sono oggi.C’è una citazione appesa nel mio ufficio. È di Josè Munoz e dice che l’essere queer essenzialmente significa rifiutare il qui e ora, insistendo sul potenziale di un altro mondo.”

Intanto la GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) ha affermato di essere entusiasta che Lilly oggi sia realmente se stessa, ma allo stesso tempo non avrebbe dovuto essere forzata a rivelare la sua trasformazione finché non fosse pronta a farlo spontaneamente.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >