Fondi europei
Society
di Lorenzo Mannella 22 Dicembre 2015

I freelance italiani avranno accesso ai Fondi europei: ecco cosa significa

Dal 2016 potranno richiedere i finanziamenti su base regionale insieme a imprese e istituzioni

Fondi europei

 

A chi ha fatto della partita IVA la propria ragione di vita – e sopravvivenza – sarà arrivata la notizia che i freelance italiani (o liberi professionisti se vogliamo dirla alla nostra maniera) avranno finalmente accesso ai Fondi europei. Bene, ma cosa significa? Significa che la legge di stabilità approdata in Senato per l’approvazione definitiva stabilisce che i liberi professionisti che vogliono partecipare ai bandi per l’assegnazione di fondi UE non saranno discriminati in base all’appartenenza o meno agli albi professionali identificati dalla legge 4/2013.

È un’usanza tipicamente italiana: nonostante l’Europa preveda un ampio accesso ai propri fondi da parte di tutte le imprese e i professionisti, in fase di discussione della legge di stabilità alla Camera alcuni deputati hanno cercato di introdurre dei paletti alla partecipazione dei freelance alle richieste di finanziamento UE. Fortunatamente, gli emendamenti che privilegiavano i liberi professionisti iscritti agli albi non sono passati: ora non resta che aspettare il via libera del Senato per sbloccare l’accesso di tutti i freelance ai fondi europei.

 

Mappa europea JRC

 

Ma cosa sono questi fondi europei? Bisogna fare una distinzione: i fondi gestiti direttamente dalle istituzioni europee (come Horizon 2020) sono già aperti a tutti i freelance, perché sono regolati a livello UE – cioè seguono regole indipendenti dalle leggi italiane. L’oggetto della legge di stabilità riguarda invece i Fondi comunitari denominati Fondo sociale europeo (FSE) e Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), che sono gestiti a livello nazionale e locale – cioè, per l’Italia se ne occupano le Regioni.

FSE e FESR emanano una serie di fondi su base annuale per finanziare progetti partecipati da istituzioni pubbliche, centri di ricerca e imprese (grandi, medie e piccole) mirati allo sviluppo economico, sociale e tecnologico del territorio. L’idea, a partire dal 2016, è quella di coinvolgere anche i liberi professionisti nella presentazione di questi progetti, caratterizzati da gruppi di lavoro multidisciplinari che presentano richieste di finanziamento per portare avanti attività spalmate su uno o più anni.

 

Innovazione europea

 

In poche parole, ogni anno le Regioni italiane mettono a disposizione svariati milioni di euro e aprono dei bandi locali per aggiudicare i fondi di FSE e FESR ai gruppi con le proposte migliori. Grazie alla nuova legge di stabilità, i liberi professionisti saranno equiparati alle imprese e potranno tentare di accedere a queste fonti di finanziamento.

Il comunicato delle associazioni che hanno difeso i freelance facendo pressione sul governo dice che “ora le Regioni non avranno più scuse e dovranno aprire i bandi alla partecipazione dei professionisti. Alcune di loro, come la Toscana e la Lombardia, l’hanno già fatto. Ci aspettiamo che anche tutte le altre Regioni si adeguino alle normative comunitarie, dato che in questo senso la CE si era espressa già nel 2013.

Per avere un’idea dei bandi in corso dovete visitare i siti web di ciascuna Regione italiana relativi a FSE e FESR. Il nuovo ciclo di finanziamenti inizierà nel 2016: in bocca al lupo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >