Society
di Simone Stefanini 29 Giugno 2018

Gli umarell potranno assistere a tutti i cantieri del Santarcangelo Festival grazie a un percorso dedicato

“Ore 10: montaggio palco, ore 15: montaggio schermo” e così via: il programma del Santarcangelo Festival per gli umarell che amano guardare i cantieri

Il Santarcangelo Festival si compone di una serie di eventi legati alle arti performative, che nella prossima edizione, la 48esima, indagherà la politica delle emozioni attraverso workshop, performance, talk, concerti, cinema, mercatini e cene. Potrete leggere l’intero programma sul sito ufficiale.

Si potrebbe chiudere qui il racconto, con un invito a visitare Santarcangelo di Romagna e il suo festival che di sicuro stupirà i propri spettatori, ma siamo stati rapiti da una pagina speciale del loro sito: quella dedicata agli umarell.

 

 

Come sapete, l’umarell è quell’individuo di solito maschio che, una volta in pensione, adora stare ore a guardare i cantieri per dare preziosi consigli agli operai. La posizione standard è quella in piedi con le mani giunte dietro la schiena e, un po’ come gli uccelli migratori o come i pinguini imperatori, l’umarell riesce a trovare i suoi simili senza nessuna organizzazione precedente e a creare assembramenti imponenti attorno ai lavori stradali o a quelli di costruzione di edifici.

 

 wikipedia

In occasione del Santarcangelo Festival, gli appostamenti saranno ancora più facili grazie al percorso dedicato agli umarell disponibile sul sito, che segnala ora e luogo dell’inizio dei lavori per la costruzione delle strutture del festival. Un accorgimento divertente e utile che ci fa innamorare da subito della trovata. Ecco l’itinerario:

ITINERARIO LIBERO:

27 giugno • dalle 10.00: Parco Baden Powell, Circo Imbosco – montaggio tendone

29 giugno • dalle 10.00: Parco Baden Powell, The Unknown – inizio montaggio palco

29 o 30 giugno • dalle 15.00: Punto Info – Piazza Ganganelli, montaggio struttura

3 luglio • dalle 15.00: Piazza Ganganelli, Cinema – montaggio schermo

4 luglio • dalle 15.00: Piazza Monache, montaggio palco per concerti

5 luglio • dalle 10.00: Piazza Ganganelli, Multitud – allestimento per la performance

Già ce li vediamo, in branchi allo stato brado mentre chiamano tecnici e maestranze per farsi spiegare i cavi HDMI, i mixer e i ledwall, gli orsogrill e le antipanico e una volta presa dimestichezza con le nuove nozioni, iniziare a discutere tra di loro su chi sia l’operaio più bravo e su dove sarebbe stato meglio posizionare il palco. Un colpo di genio della produzione per un festival nel festival che già ci appassiona in modo totale.

Se anche voi siete fan degli Umarell, qui ci sono un sacco di notizie incredibili che li riguardano.

 wikimedia

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >