Society
di Simone Stefanini 29 Aprile 2015

5 gruppi dell’epoca grunge migliori dei Nirvana

Col documentario su Kurt Cobain si è riaccesa la Nirvanamania, ma al tempo c’erano band ben migliori.

L’uscita del film documentario “Montage of Heck” sulla figura di Kurt Cobain, ha riacceso il fuoco delle condivisioni ed in questo paio di giorni, ci sentiamo tutti di nuovo avvinti dalla Nirvana-mania. Sul film non mi pronuncio, semplicemente ho deciso di non andarlo a vedere. Non ora, perlomeno. Un po’ perché non mi sembra giusto di essere eccitato nel guardare i filmini privati di un giovane musicista che non ci sta con la testa, con grossi problemi di tossicodipendenza, che ha deciso di spararsi in faccia. Quando successe, ci stetti male un bel po’.  King Buzzo dei Melvins ultimamente si è scagliato contro la mitizzazione della figura di Kurt Cobain, appellandolo come il più grande dei perdenti, la cui tragedia non ha niente di romantico.

Fatta questa dovuta (e personalissima) introduzione, parliamo di musica. Il grunge, in due parole, non era solo lo stile musicale retaggio dell’hard rock anni 70 e del punk, registrato con i suoni sporchi e spesso costruito come una canzone pop. Era soprattutto un momento storico particolare, che va sottotraccia per quasi tutti gli anni 80 e trova la sua esplosione nei primi anni 90, condizionando il decennio e quelli a venire. Via le tastiere, via i capelli cotonati e i leggings leopardati del glam metal, benvenuti capelli sporchi, abiti di seconda mano, chitarre vintage. Basta con la cocaina, bentornata eroina.

I Nirvana sono stati certamente la band più famosa del genere, ma probabilmente non la più bella. Quelle che seguono sono, secondo il mio opinabile gusto, alcune band ben migliori dei Nirvana.

SPOILER: nella prossima lista non ci sono i Pearl Jam. Neppure i Mudhoney e di quelli mi dispiaccio molto.

grunge

 

Smashing Pumpkins

Il primo video in heavy rotation della band di Billy Corgan. Quello che mi ha fatto innamorare. L’album “Siamese Dreams” è eccezionale, il doppio album “Mellon Collie and the Infinite Sadness”, resta il capolavoro insuperato di un’era. Non sono di Seattle, bensì di Chicago.

 

Alice In Chains

Gli Alice in Chains hanno registrato un Unplugged in condizioni analoghe ai Nirvana, suonando divinamente. Il cantante originale, Layne Staley, sembra essere legato a doppia mandata al destino di Kurt, al punto da morire nello stesso giorno (5 aprile) per un’overdose.

 

Melvins

Tra i padri fondatori del genere. Più sporchi, più cattivi e più pesanti della maggior parte dei colleghi, hanno dato i natali al grunge, impastandolo con lo sludge metal, a volte con la psichedelica più oscura ed insensata. Sono tuttora tra le migliori band live del pianeta.

 

Screaming Trees

Con gli Screaming Trees del teppista adolescente Mark Lanegan, chi ha bisogno dei Pearl Jam o degli Stone Temple Pilots? La voce più bella di tutte, chitarroni che sembrano scrivere la storia del rock americano. Avrebbero meritato ben maggiore fortuna, come band. la storia di Lanegan, poi, parla da sé.

 

Dinosaur Jr.

Strappano il cuore, da sempre. Sarà la voce alla Neil Young ma più tossico di J. Mascis, saranno i suoi lunghissimi assolo di chitarra, che sembrano non finire mai e che ti scavano dentro, sarà che sono perfetti per quando ci si sente giù, con la loro naturale malinconia elettrica. Insuperabili, come il tonno.

 

BONUS: Sonic Youth (che non sono grunge)

Reading Festival 1991. In “Teenage Riot” c’è tutto quello che cerchi su quegli anni lì. Anche Kurt.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >