Society
di Simone Stefanini 31 Marzo 2015

Ho visto il nuovo Karaoke di Pintus, così non dovete vederlo voi

Il passato non torna, vogliamo farcene una ragione sì o no?

Ok, dopo la prima puntata di 1992, la serie tv di Sky, c’è presa un po’ a tutti la 90 mania, probabilmente stanchi degli ultimi 10 anni vissuti idolatrando gli anni 80. A tal proposito, l’idea geniale Mediaset è stata: “rifacciamo il Karaoke, che spopolava proprio nel 1992”.  Se non vi dispiace, partiamo sottolineando l’ovvio: è un’idea del menga.

Schermata 2015-03-31 alle 13.38.34

Se eravate piccoli in quegli anni, oggi siete probabilmente tra quelli che si guardano i film in streaming, che comunicano su whatsapp e s’informano attraverso i social, che la televisione la usano sporadicamente per attaccarci l’hard disk e guardarci i file .mkv, per finire “Last of Us” oppure per intontirsi tra Real Time e Fine Living finché non sopraggiunge la morte cerebrale. Se invece eravate grandicelli nel 1992, oggi la maggior parte di voi non conosce a memoria la canzone di Annalisa né quella dei Modà (grazie a dio). Sono passati 23 anni, per l’amor del cielo.

Schermata 2015-03-31 alle 14.02.41

Fiorello (pieno di doping) aveva un programma perfetto per il tempo, teneva la platea dentro una mano, faceva cantare anche i muti, aveva dei completi impossibili ed il ciuffo staccascalpo. Angelo Pintus chi è? È davvero uno che fa battute tipo “Ah ti chiami Assunta, hai un lavoro?” Nessun carisma, nessun tratto distintivo rispetto ai 14000 comici tristi nati tra l’ultimo Zelig e tutto il Colorado Cafè. Ma la colpa nemmeno è sua, è che oggi, televisivamente, niente è più naif, quindi non fa più ridere l’uomo della strada che canta stonato, anzi, dopo decenni di Corrida e di Boot camp dei talent, infastidisce quasi più della Marcuzzi alle prese con Grande Fratello 2014.

Schermata 2015-03-31 alle 14.00.12

Chi vuole avere 15 minuti di gloria in campo canoro, fa la fila e va a The Voice, a X Factor o a Amici. Quel tipo di festa di piazza non esiste più dal cambio del nome della Festa dell’Unità. Dopo anni di televisione verità, si capisce che il pubblico del programma è sistemato a favore di camera e che la piazza è vuota. Anche le interazioni presentatore-concorrenti sono già scritte, con gag in stile [concorrente] “Io ho 50 anni e mi sono sposato a 40 ma so che tu hai 40 anni quindi tra poco ti tocca” [presentatore] “Anche no.” Devastante pensare che anche HBO sia una televisione, alla stesa stregua di Italia 1.

Schermata 2015-03-31 alle 14.04.35

Pintus parte a razzo, finge contentezza ma sa di essere in una DeLorean (la macchina di Ritorno al Futuro) senza benzina e durante la mezz’ora di programma si spegne anche lui. La famiglia Berlusconi sembra Gloria Swanson in “Viale del Tramonto”, si aggrappa con le unghie e con i denti ad un passato che non è più, confidando erroneamente nell’immortalità. Oggi tutti i bestseller del gruppo di famiglia, dal Drive In a Striscia la Notizia, da Non è la Rai al Karaoke, dal Grande Fratello a Sarabanda, rimangono belli (chi  più chi meno, intendiamoci) solo nella memoria, più che altro perché ci ricordano di quando eravamo più giovani e francamente non se ne può più del passatismo. Crea sabbie mobili. Tanto più, se l’aggiornamento è visibilmente peggiore del modello originale.

Ecco cos’è successo, volevo scrivere qualcosa di divertente in proposito, invece alla fine, la visione di questo programma mi ha lasciato con un velo di tristezza. Vaffanculo, Karaoke.

Schermata 2015-03-31 alle 14.20.18

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >