I campionati mondiali di barba e baffi esistono e sono una cosa molto seria

Society
di Elisabetta Ruffolo 3 ottobre 2013 17:33
I campionati mondiali di barba e baffi esistono e sono una cosa molto seria

C’è chi sostiene che la prima edizione risalga ai primi anni ’70 e si sia svolta nel nord d’Italia, ma le prime  testimonianze materiali la aggiudicano ad un paesino della Foresta Nera, in Germania, nel 1990 e  da allora la “World Beard and Moustache Championships” si svolge ogni due anni, sempre in una città diversa.

Per partecipare bisogna, ovviamente, essere baffo e/o barba muniti ed iscriversi ad una di queste categorie in gara: baffi (naturali, inglesi, alla Dalì, ungheresi, imperiali e figura libera), barba “parziale” (naturale, cinese, imperiale, alla moschettiere, basettoni e figura libera), barba “completa” (naturale, naturale con baffi curati, alla Verdi, alla Garibaldi e figura libera) passare una pre-selezione e sperare di aver curato sufficientemente la propria peluria facciale per aggiudicarsi un posto sul podio.

Barba e baffi, oltre a far parte di questa folkloristica competizione, sono da sempre un carattere culturale che può assumere vari significati, ad esempio:  per gli antichi egizi radersi era considerato un fatto religioso, per gli ebrei tagliarsi la barba era un atto sacrilego, dal Trecento in Europa era portata solo da anziani e uomini di legge, per poi tornare in voga dal Seicento quando iniziò ad essere oggetto di trattamenti come quello a ferri caldi per arricciarla o l’uso di unguenti e profumi al gelsomino.

Se custodite in voi un po’ di spirito Seicentesco e un testosterone portentoso che vi regala una barba ben colta, fate un pensierino su un viaggio a Portland (Oregon) per l’edizione 2014, ma prima guardate questi scatti di Greg Anderson di alcuni dei finalisti dell’edizione 2013 per capire se ne avete veramente il coraggio.

beard4

bear2

beard1

beard5

beardtrea

bearrr32

mustach2

mustakk

COSA NE PENSI? (Sii gentile)