Society
di Elisabetta Limone 3 Aprile 2019

I metodi infallibili per ritrovare gli oggetti smarriti

Vi è mai capitato di perdere qualcosa di veramente importante e di non venire a capo della questione per settimane o addirittura mesi?

Non ci riferiamo, evidentemente, ai calzini spaiati, che non appartengono alla categoria oggetti smarriti ma anzi a quella delle “cause perse” (a meno che non vi decidiate a smontare il filtro della lavatrice, non si sa mai).

Calzini a parte, insomma, la faccenda degli oggetti smarriti è quanto mai seria. Soprattutto se si tratta di chiavi (di casa o della macchina, peggio ancora) o di telefoni cellulari. Ma vediamo di fare un po’ di chiarezza sul tema, e di capire non tanto quale strana alchimia ci fa smarrire di tutto e di più, ma piuttosto i metodi infallibili per ritrovare gli oggetti smarriti che temiamo di aver perso per sempre. Per fare ciò ci viene in aiuto l’infografica dal titolo “Ho perso la testa!” realizzata da AdHoc, azienda specializzata nella realizzazione di gadget per aziende.

Mantenere la calma

Non è infrequente perdere qualcosa di molto utile e di decisamente importante proprio quando si va particolarmente di fretta.

Pensiamo, ad esempio, alle chiavi. State per uscire e siete già in ritardo? Non trovate più le chiavi di casa o della vostra automobile? E’ un classico. Il segreto per ritrovarle quanto prima è mantenere calma e sangue freddo. Se vi agitate, il vostro nervosismo probabilmente vi impedirà di vedere le vostre agognate chiavi anche qualora le abbiate proprio sotto il naso! Il primo metodo per ritrovare gli oggetti smarriti quanto prima, dunque, è proprio mantenere la calma.

Non precipitarsi nella ricerca, ma elaborare un piano

Rovistare a destra e sinistra in modo compulsivo non vi porterà a nessun risultato. E’ meglio elaborare un piano di ricerca che abbia un minimo di senso logico. Ecco alcune strategie da applicare:

  • ripercorrere (mentalmente o fisicamente) il proprio itinerario a ritroso;
  • ragionare sulle ultime azioni compiute con quel particolare oggetto tra le mani;
  • cercare di focalizzare dove e quando lo si è visto e/o utilizzato l’ultima volta;
  • chiedersi se qualcuno può averlo preso o spostato.

E se la “cercatrice” è una donna?

Il discorso cambia nel caso in cui la “cercatrice” sia una donna. Nonostante le donne siano statisticamente meno propense a perdere gli oggetti, è anche vero che esse sono particolarmente inclini a cambiare borsa e capospalla piuttosto frequentemente. Cercare nelle borse o nelle tasche dei capi indossati l’ultima volta che si è uscite di casa, può essere una buona strategia.

Guardare bene, ma proprio bene, anche dove si è già guardato

Se (rimandando al punto 1) vi sarete fatti prendere da un irresistibile nervosismo, è molto probabile che abbiate rovistato in giro con fare agitato e, paradossalmente, distratto, finendo per non trovare il vostro oggetto smarrito. È dunque il momento per ritrovare la calma perduta e riprendere la ricerca dal principio. Tra i metodi infallibili per ritrovare gli oggetti smarriti, infatti, troviamo quello di cercare di nuovo dove si è già cercato, ma stavolta con calma e attenzione.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >