Society
di Eva Cabras 9 Luglio 2015

Il catalogo Victoria’s Secret del 1979: arredamento orribile e capelli cotonati

Il catalogo di Victoria’s Secret nel 1979 era l’equivalente del nostro Postalmarket, sezione intimo

Se pensate all’immagine suprema di bellezza e sensualità nel mondo contemporaneo probabilmente vi verranno in mente le stangone con le ali che sfilano per Victoria’s Secret. Ma le splendide modelle con indosso intimo talmente sexy da far partire embolie istantanee sono tutt’altro che storia recente. La Victoria’s Secret nasce infatti nel 1977 e all’inizio della sua attività veniva pubblicizzata attraverso i cataloghi. Proprio così, i cataloghi come il Postalmarket, iconico feticcio cartaceo sul quale i giovani adulti di un tempo usavano esplorare l’entusiasmante mondo della masturbazione.

A testimonianza imperitura della divergenza tra i canoni estetici di oggi e l’ideale di strafiga vintage c’è una interessantissima serie di foto tratte dal catalogo di Victoria’s Secret del 1979. Che il viaggio indietro nel tempo abbia inizio.

FONTE | ufunk.net

Una menzione speciale va subito all’arredamento. Minimal? Glamour? No, ma le quattro diverse fantasie di tappeto, tende e carta da parati crea un mix incredibile.

Victoria Secret vintage catalog 1979 10

Ricordiamoci che siamo sul finire degli anni ’70: cofana rules.

Victoria Secret vintage catalog 1982 5 

Alla Victoria’s Secret piaceva un sacco l’idea di strutturare le foto su schema piramidale. Oppure era semplicemente un modo per attirare l’attenzione tramite suggerita threesome lesbo.

Victoria Secret vintage catalog 1979 4 

Passino le cofane, passino le pose imbarazzanti, ma un designer d’interni non se lo potevano proprio permettere?

Victoria Secret vintage catalog 1982 4 

Attenzione, questa foto contiene colori abbinati a caso, prima della visione consultare un medico.

Victoria Secret vintage catalog 1979 1 

Un tripudio di camice da notte, di quelle belle che vostra nonna teneva in fondo al cassetto della biancheria buona.

Victoria Secret vintage catalog 1979 2 

Nel catalogo c’erano anche gli inserti tematici ovviamente. Qui abbiamo lo speciale vecchio West e un’imperdibile offerta sull’intimo contenitivo.

Victoria Secret vintage catalog 1982 2

Le modelle ammiccano, ma siamo ben lontani dalla quantità di pelle che si vede sulle passerelle della Victoria’s Secret di oggi.

Victoria Secret vintage catalog 1979 3 

Boccoli, rosa e pizzo. Sempre con mobili orribili sullo sfondo, ci mancherebbe.

Victoria Secret vintage catalog 1982 10 

Struttura piramidale, di nuovo.

Victoria Secret vintage catalog 1979 9 

Pigiama party ambiguo. Siamo sicuri che fosse un catalogo?

Victoria Secret vintage catalog 1979 5 

Ah beh, come la posa con braccio sopra la testa non ce n’è. Un classico. L’altra c’è rimasta un po’ male però.

Victoria Secret vintage catalog 1982 8 

Siamo sui toni del celeste per le due ragazze a cui spetta il turno condominiale di pulire le scale.

Victoria Secret vintage catalog 1982 3 

C’è anche tempo per la lettura in questo salotto degli orrori ricolmo di donne svestite.

Victoria Secret vintage catalog 1979 6 

Il total white fa sempre il suo lavoro.

Victoria Secret vintage catalog 1982 6 

Anche per le illibate spose che attendono con ardore il primo congresso carnale tra pizzi e vestaglioni.

Victoria Secret vintage catalog 1982 9

Dalle spose candide alle orge con i cani il passo è però piuttosto breve.

Victoria Secret vintage catalog 1979 7 

Non so voi, ma ora ho una voglia irrefrenabile di avere quelle ciabattine con il pelo.

Victoria Secret vintage catalog 1979 8 

La fantasia di quel tappeto popolerà i vostri sogni più oscuri stanotte.

Victoria Secret vintage catalog 1979 11 

Eccole, le ciabattine adorabili. Le facevano anche in rosa, chissà se sono ancora in tempo per ordinarle…

Victoria Secret vintage catalog 1982 1 

In chiusura abbiamo una coppia di giovani protagoniste di quadri preraffaelliti, altro che modelle con le ali.

Victoria Secret vintage catalog 1982 7

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >