Society
di Gabriele Ferraresi 11 Maggio 2016

Il giornale online di Matteo Salvini è il peggio dell’internet, e per questo funzionerà

Il Populista è terrificante, xenofobo, sbagliato. E di sicuro andrà alla grande

Il Populista di Matteo Salvini  Non è accaduto niente del genere. Ma non importa: benvenuti su Il Populista

 

È online da circa una settimana Il Populista, il magazine online di cui Matteo Salvini è condirettore, mentre a dirigere l’orchestra c’è il meno noto Alessandro Morelli, ex di Radio Padania. È un esperimento interessante da seguire, soprattutto perché val la pena di citare quello che scrisse Leonardo Bianchi a proposito della pagina Facebook Informare x Resistere, dato che Il Populista ha ottime possibilità di diventare la nuova discarica dell’internet. E per questo funzionerà alla grande.

Il Populista di Matteo Salvini tiene fede al nome della testata, non c’è dubbio. È un magazine online che contiene solo notizie perfette per titillare l’elettorato leghista/gentista. È chiaramente un’operazione per rubare pubblico al M5S sul suo campo, e ci sta. È un’operazione molto intelligente, spregiudicata.

 

il populista di matteo salvini  Un titolo con doppia hit combo per Il Populista. Se solo il giudice si fosse chiamato Merkel…

 

Sa di esserlo: visto che nelle note legali del sito si legge che “Il Populista non si assume alcuna responsabilità in merito al contenuto delle notizie pubblicate sul sito internet, né per qualsiasi danno, diretto o indiretto, dovesse derivare dall’uso delle informazioni contenute nel presente sito o dai contenuti del sito stesso“.

Il Populista di Matteo Salvini è anche, certamente “audace, istintivo, fuori controllo” come leggiamo poco sotto la testata, presenta un progetto grafico ben fatto e non approssimativo, ha una sezione video – Il TelePopulista – ma soprattutto è la declinazione in salsa leghista del modello con cui il Movimento 5 Stelle ha colonizzato l’internet gentista, quello delle bufale, del complotto, del credulonismo, della faciloneria da clic e dell’indignazione con tanti !1!111!

 

 

Le differenze con la presenza online del M5S? Il contenitore informativo leghista/gentista raccoglie tutto quanto possa titillare il popolo leghista, decisamente diverso da quello di cinque anni fa, come vi avevamo raccontato qualche mese fa.

Cambiatissimo dall’era Bossi, molto presente online e attivissimo sulle potenti fan page di Matteo Salvini, che su Facebook ha costruito con intelligenza un comizio permanente con una platea adorante e prontissima al like e alla condivisione.

Salvini del resto può vantare una potenza di fuoco notevole, tra la sua fan page, la fan page Noi con Salvini, e anche quella della Lega Nord Ufficiale, e da tutte e tre vengono condivisi i contenuti pubblicati su Il Populista: i fan si pesano e non si contano, ma quando metti insieme una audience di quasi 2milioni di fan su Facebook – certo, molti saranno sovrapposti, ma sono comunque numeri grossi – e condividi contenuti tagliati su misura per vellicare i più bassi istinti di quel pubblico, è fatta. Sai che la ricetta del successo è lì, a portata di mano. Il Populista di Matteo Salvini è il prodotto perfetto per quel pubblico.

E infatti sta funzionando, come del resto accade con tutto il peggio del peggio che vediamo sull’internet. Ma torniamo alla cornice del tutto. Il progetto di Matteo Salvini ricalca con qualche anno di ritardo quella che era stata la carta vincente del grillismo: colonizzare l’internet gentista, delle bufale, del complotto. Se l’obiettivo di Beppe Grillo – insieme a Gianroberto Casaleggio, certamente –  era quello di attaccare il Grande Complotto, i Poteri Forti, Bilderberg, Trilateral, eccetera, per Salvini e soci il nemico è uno solo, lo straniero.

Le notizie de Il Populista di Matteo Salvini infatti sono quasi tutte ispirate – non uso questa parola a caso: hai voglia a metterti a fare fact checking sul Populista… – a fatti in cui sono coinvolti immigrati, rom, profughi, nuovi italiani di ogni genere.

Dicevamo del fact checking? Ecco un esempio.

 

La notizia de Il Populista

carcere_piacenza_populista

 

La notizia dell’ANSA

carcerapiacenza_ansa

 

Ho solo fatto un controllo a campione, ci mancherebbe. Proseguendo, nei nemici de Il Populista ci sono ovviamente l’Europa, le banche, un colpetto ogni tanto ai no global – manco fossimo nel 2001… – per prendersi un po’ del pubblico trasversale delle destre, et voilà, Il Populista è fatto. Non c’è dubbio di credere che purtroppo, funzionerà benissimo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >