Society
di Simone Stefanini 17 Ottobre 2018

In Giappone si va a scuola di pianto per superare lo stress

Piangere fa bene e in Giappone si va a lezione per tirare fuori le emozioni, per evitare lo stress

 

Cosa c’è di meglio di un bel pianto per superare un momentaccio, lo stress che dura per settimane, l’insonnia e migliorare in definitiva la propria salute mentale? Probabilmente niente, però non è proprio così semplice. Provate in Italia a prendervi un quarto d’ora in ufficio per piangere a dirotto e poi rientrare a lavorare come se niente fosse: avreste colleghi, capi, corrieri che si trovano lì per caso a fare il capannello per chiedervi cosa sia successo di così tanto drammatico da farvi piangere.

Eh sì, amici cari, il pianto è una di quelle pratiche del tutto naturali, che l’essere umano compie dalla notte dei tempi, eppure ancora oggi è una roba del tutto segreta, intima, difficilmente condivisibile. Se storicamente le ragazze sono intitolate a piangere, per noi maschietti c’è poi un veto di quelli atavici: boys don’t cry, punto e basta. Se ti capita di farlo sul lavoro o a scuola, sei marchiato per tutta la vita di Debolezza, una delle infamie più invalidanti dell’epoca super macho che stiamo vivendo.

 

 

Com’è già capitato innumerevoli volte, fortunatamente quando le cose si fanno buie ci viene incontro il Giappone, con la sua cultura a volte assurda, altre illuminata. La notizia è questa: sempre più aziende e scuole giapponesi stanno invitando dipendenti e scolari a piangere per superare lo stress e stare meglio. Gli esperti consigliano di tirare fuori le emozioni, qualunque esse siano e di esplodere in piati di felicità o tristezza, così da scaricare la tensione e rilassare il sistema nervoso.

 

 

 

Hidefumi Yoshida è un ex professore di liceo che si definisce namida sensei, cioè profesore del pianto. Da 5 anni elargisce lezioni di pianto in scuole e aziende giapponesi, per insegnare a tutti i benefici di una bella pioggia di lacrime di quelle fatte bene. Solo negli ultimi tempi è stato ingaggiato da più  di 100 società, a riprova del fatto che il pianto calmi i nervi più del riso o addirittura del sonno. Grazie ai film strappalacrime, alle canzoni tristi e ai libri drammatici, il pianto è assicurato e se piangiamo almeno una volta a settimana, avremo una vita più serena. Pronti? Via.

 

 

FONTE | rainews.it

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >