Society
di Elisabetta Limone 27 Maggio 2020

Instagram e Moda: intervista a Maria Gabriella Diana

Le case di moda sono sbarcate su Instagram, mostrandoci il dietro le quinte, anticipazioni di nuove collezioni e le sfilate, ne parliamo con Maria Gabriella Diana

L’avvento dei social network ha cambiato anche il nostro modo di vedere e approcciarsi al mondo dell’alta moda. Fino a un decennio fa le sfilate erano appannaggio dello star-business che veniva invitato, potevamo vedere pochi istanti delle sfilate ai telegiornali o, in alcuni casi, nelle poche trasmissioni tv che ne parlavano o sulle riviste, oggi grazie al radicale cambiamento del modo di comunicare abbiamo un accesso più diretto.

Le case di moda sono sbarcate su Instagram, mostrandoci il dietro le quinte, anticipazioni di nuove collezioni e le sfilate.

Anche per poter vedere le modelle, non dobbiamo più aspettare un’intervista su una rivista, una comparsata in TV o le prossime sfilate. Oggi le troviamo quasi tutte su Instagram, il social network più congeniale alla moda, e possiamo vedere parte delle loro vite, nuovi lavori e magari conoscere qualcuno dei loro segreti di bellezza.

Per conoscere meglio le dinamiche di questo ambiente abbiamo fatto una chiacchierata con Maria Gabriella Diana (la trovate anche su Instagram), modella italiana che vive tra Milano e New York.

Ciao Maria Gabriella, la prima domanda è inevitabile: com’è vivere a New York?

Mi piace molto vivere a New York. È dura all’inizio, ma una volta che capisci come funziona la città entri in questo ritmo travolgente che ti spinge a tirare fuori il meglio di te.

È estenuante, ti indurisce, ma NYC è una città che ogni giorno ti da infinite opportunità, molto motivante e dove, impegnandosi abbastanza, tutto può succedere.

Come mai gli Stati Uniti e non Milano o Parigi?  

Dopo due anni di Milano mi sono trasferita a Parigi ed è lì che volevo restare per continuare questa carriera. Durante la Paris Fashion Week ho conosciuto il direttore di un’agenzia a NY che mi ha contattato dandomi l’opportunità di ricevere un visto d’artista per lavorare negli Stati Uniti valido per tre anni.

Mi sembrava un’ottima occasione da non perdere e così l’ho presa al volo. E devo dire che sono molto contenta di averlo fatto, perché New York è la miglior città per fare il mio lavoro ed avere successo.

Instagram ha cambiato il tuo modo di vivere il lavoro? 

Si, il mio modo di vivere il lavoro è stato cambiato da Instagram perché tutto ha cominciato a girargli intorno, i profili delle modelle sono diventati più visti ed importanti della modella in sé.

Molti clienti ai casting hanno iniziato a chiedere il numero dei followers, più seguito ha il profilo e più alta la visibilità del profilo della modella,  portando a una maggiore possibilità di “free marketing” una volta pubblicato il lavoro.

Cosa ti piace condividere su Instagram? 

Su IG mi piace condividere momenti speciali, felici e divertenti; lo uso come se fosse il mio diario di ricordi. Mi piace l’idea di rallegrare la giornata di chi mi segue, strappandogli anche una risata. Se non sono foto di lavori passati o backstage, cerco di pubblicare delle mie foto naturali, senza trucco, o foto scattate da me di tramonti, dei miei luoghi preferiti. Un mix tra la bellezza della natura, che mi sta molto a cuore, momenti con i miei cari; qualche volta svelo delle ricette sia dolci che salate e/o qualche consiglio sul benessere.

Uno dei tuoi contratti lavorativi è mai partito da Instagram? 

Molti brand mi hanno contattato su Instagram con proposte di collaborazioni o chiedendomi di diventare l’ambasciatrice del loro marchio. Per adesso non ho mai accettato, sto aspettando una proposta da un brand che mi piaccia a cui valga la pena dire di si.

Contratti effettivi non li ho mai veramente ricevuti  via Instagram, ma senza dubbio dal mio profilo Instagram chiunque sia interessato a lavorare con me può vedere l’agenzia che mi rappresenta e in base alla città di interesse contattare direttamente il mio agente.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >