Society
di Gabriele Ferraresi 2 Novembre 2016

Bene così: anche il Ku Klux Klan sostiene Trump per le Presidenziali USA

Più che un endorsement, una condivisione valoriale del KKK per il candidato Repubblicano alla Casa Bianca: dalle colonne di The Crusader…

kkk_trump ku klux klan donald trump  PBS

 

Manca ormai pochissimo all’8 novembre, giorno delle elezioni Presidenziali degli Stati Uniti: oggi intanto salta fuori una notizia che sembra presa da un romanzo di James Ellroy, una notizia che sembra fiction invece è cronaca. Il Ku Klux Klan infatti supporta ufficialmente Donald Trump e lo annuncia dalle colonne di The Crusader, ovvero Il Crociato, storica testata legata al movimento razzista statunitense.

Ma è davvero un endorsement pieno e senza dubbi quello dato dagli incappucciati white suprematist al miliardario dai curiosi capelli in corsa per la Casa Bianca? In realtà le cose sono un po’ più sfumate, ma l’appoggio della “resistenza bianca” come nota per esempio Vox è innegabile.

Innanzitutto partiamo dal titolo che vediamo su The Crusader, ovvero “Make America Great Again“, slogan per la corsa presidenziale sotto al quale immersa nel testo campeggia proprio una foto di Donald Trump.

Nell’articolo, firmato da Pastor Thomas Robb – da tempo ai vertici del KKK come leggiamo in questo pezzo di Newsweek intitolato Rebranding hate in the age of Obama – troviamo una serie di artifici e domande retoriche bislacche, come l’America possa tornare “grande”, proprio come desidera Trump. Per il KKK e per Thomas Robb ovviamente facendo leva sulle radici “bianche”, ritornando al passato, pregare Dio, eccetera, eccetera e via delirando.

 

 

È una condivisione valoriale più che un endorsement pieno e a chiare lettere. Però non scherziamo: diciamo che sono più vicini che lontani il KKK e Donald Trump, almeno da quella prima pagina lì.

Ovviamente l’entourage di Trump ha preso le distanze da questi poco simpatici compagni di strada – si legge qualcosa a riguardo su Salon, per esempio – dove leggiamo poi lo stesso Pastor Thomas Robb, che avrebbe precisato che per quanto riguarda i ragazzi incappucciati del Klan “In generale, apprezziamo la sua visione nazionalista e le sue parole riguardo alla chiusura delle frontiere agli immigrati clandestini, ma il nostro non è un endorsement, perché come con chiunque ci sono cose sulle quali non siamo d’accordo. Ma in qualche modo [Trump] riesce a riflettere quello che sta accadendo in giro per il mondo. C’è una rinascita del nazionalismo, e le nazioni rivogliono le loro frontiere” o quantomeno il loro controllo.

Tradotto per gli umani: “Ma certo, noi del KKK voteremo in massa Trump. Cosa credevate?“. Se volete farvi un’idea vostra, potete leggere il pezzo integrale uscito su The Crusader qui sotto.

 

ku klux klan donald trump  PBS

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >