arnold telefilm storia personaggi
TV e Cinema
di Simone Stefanini 2 Novembre 2016

Sono passati 38 anni da Il mio amico Arnold, un telefilm maledetto

Arresti, droga, tentati omicidi, pornografia, suicidi: storia dei tre protagonisti del telefilm e delle loro vite difficili

A 3 su 4 la vita non è andata proprio alla grande  A 3 su 4 di loro la vita non è andata proprio alla grande

 

Il 3 novembre del 1978, sull’emittente televisiva NBC andava in onda la prima puntata di Diff’rent Strokes, in italiano Il mio amico Arnold, un telefilm tanto famoso quanto maledetto.

La trama la ricorderete certo tutti, perché si tratta di un trionfo pop e di buoni sentimenti: una serie in cui convivono ricchi bianchi con i neri del ghetto senza discriminazioni di sorta. Una famiglia allargata composta da Philip Drummond, un signore con una figlia adolescente, Kimberly, che adotta due fratelli di colore, Arnold e Willis, figli della sua governante morta prematuramente. Buoni sentimenti e una forte presa di posizione contro il razzismo.

Arnold è stato il bambino più simpatico dell’epoca che va dalla fine del ’70 fino al 1986, anno in cui il telefilm è stato cancellato, con le sue battute tipo “Che cavolo stai dicendo, Willis?” fatte col broncetto e le guanciotte.

Quante risate, vero? Eppure ai suoi attori principali non è filato tutto liscio, hanno avuto un tale insieme di sfortune da far pensare che ci sia una sorta di tremenda maledizione sul telefilm.

 

Gary Coleman (Arnold Jackson)

arnold telefilm storia personaggi salon.com - Gary Coleman nei panni di Arnold Jackson

 

La sua altezza non ha mai superato 1 metro e 30, neanche in età adulta a causa di alcune disfunzioni renali. Fin da piccolo ha avuto a che fare con la legge, citando in giudizio i suoi genitori rei di avergli arbitrariamente sottratto i proventi della sua attività di attore. Dopo la fine del telefilm ha girato altre sit-com in cui figurava come bambino nonostante avesse già superato i vent’anni.

 

arnold telefilm storia personaggi turner.com - La foto segnaletica di Gary Coleman

 

Nel 2003 ha tentato la carriera politica, candidandosi come governatore della California per il Partito Repubblicano, ma quell’anno vinse un altro attore, Arnold Schwarzenegger. È stato arrestato due volte, nel 2008 per aver investito volontariamente una persona in un parcheggio e nel 2009 per presunte violenze domestiche. Successivamente, nel corso della trasmissione The Insider che avrebbe dovuto riabilitarlo agli occhi dell’opinione pubblica, litigò con conduttori e giornalisti e se ne andò anzitempo. È morto nel 2010 in seguito a una caduta in casa.

 

Todd Bridges (Willis Jackson)

arnold telefilm storia personaggi buzzland.it - Todd Bridges nei panni di Willis Jackson

 

Fin da quando aveva 4 anni, ha iniziato a fare il modello per la pubblicità. A 10 anni, le sue prime esperienze come attore. Dopo aver recitato in Radici e La casa nella prateria, diventa co-protagonista de Il mio amico Arnold e grazie al ruolo di Willis arriva la notorietà in tutto il mondo.

 

arnold telefilm storia personaggi grab da youtube - Todd Bridges in tv per parlare delle sue dipendenze

 

Il passaggio dall’adolescenza all’età adulta però per lui si rivela difficile: da metà degli anni ’80 diventa dipendente dalle droghe e dopo la chiusura della serie si ritrova disoccupato. Rischia di morire di overdose di crack e nel 1988 va a processo per il tentato omicidio di uno spacciatore. Nel 1993 viene arrestato di nuovo e va in rehab, dove abbandona  l’alcol e la droga per abbracciare la religione cristiana.

 

Dana Plato (Kimberly Drummond)

arnold telefilm storia personaggi fanpage.it - Dana Plato nei panni di Kimberly Drummond

 

Dall’età di 7 anni, Dana Plato inizia a girare spot pubblicitari. A 14 anni entra nel cast de Il mio amico Arnold interpretando la sorellastra dei fratelli Jackson, un personaggio del tutto positivo che lei ha portato perfettamente sullo schermo grazie anche allo stereotipo di brava ragazza dai capelli biondi e gli occhi azzurri.

 

dana-plato arnold telefilm storia personaggi horrorsociety - Dana Plato sul set di un film a luci rosse

 

Il suo successo però si interrompe bruscamente all’età di 16 anni, quando rimane incinta e deve abbandonare lo show. Tenta un rilancio facendosi fotografare nuda per Playboy prima e in seguito girando film porno. Viene arrestata nel corso di una rapina a mano armata in un videonoleggio. Viene di nuovo arrestata per contraffazione di una ricetta per il Valium. È morta nel 1999, a soli 34 anni, suicida per un’overdose in una roulotte. La storia purtroppo non finisce qui: nel 2010 suo figlio Tyler Lambert si è suicidato con un colpo di fucile in testa, dopo una lunga lotta contro alcolici e droga.

 

dads-conrad-bain_k9fnxt arnold telefilm storia personaggi SheKnows - A Conrad Bain è andata fortunatamente meglio

 

È andata meglio a Conrad Bain, che interpretava il signor Phillip Drummond e che dopo una vita di successi senza eccessi, è morto di vecchiaia all’età di 90 anni. Di certo l’unica che si è davvero salvata dalla serie maledetta è Janet Jackson, la famosa cantante sorella di Michael che nel telefilm interpretava Charlene, la fidanzata di Willis. Ve la ricordate?

 

arnold telefilm storia personaggi Pinterest - Janet Jackson nei panni di Charlene

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >