Le pettinature tradizionali di 100 anni fa in Ruanda sono eccezionali

L’amasunzu è l’acconciatura tradizionale del Ruanda che ricorda quella dei film di fantascienza

Nel 1920 in Ruanda, le acconciature tradizionali erano qualcosa di mai visto. Al tempo, nello stato dell’Africa centrale, la capigliatura rappresentava i vari stati della vita di donne e uomini che abitavano quella terra.

 

I guerrieri di inizio Novecento si acconciavano i capelli come vedete nelle foto per mostrare a tutti il proprio coraggio e la propria forza. Le ragazze che acconciavano la testa con quel taglio, mostravano a tutti la propria verginità e il proprio stato nubile. Dopo il matrimonio avrebbero potuto farsi allungare i capelli come volevano.

 

Il taglio in questione si chiama Amasunzu ed esiste in circa 30 varianti ma tutta hanno un minimo comune denominatore: la testa rasata ai lati e sul capo, lasciando nel mezzo i capelli, poi pettinare tutto all’insù, in modo da creare una scultura in testa che ricorda i film di fantascienza degli anni ’70 oppure i Klingon, la specie extraterrestre dell’universo di Star Trek.

 

 vintage.es

 

Era uno stile elegante e favoriva l’igiene. Tanto più l’acconciatura era elaborata e tendeva all’alto, quanto più la classe sociale dell’individuo che la portava era alta. I nobili, i ricchi e i leader potenti erano soliti portare questo taglio.

Ancora oggi, i giovani dei Ruanda portano avanti la tradizione tagliandosi così i capelli, per riflettere il proprio attaccamento alla cultura del paese, spesso abbinando l’acconciatura con l’abbigliamento tipico del luogo.

 

 vintage.es

Ci sono addirittura delle competizioni in cui viene eletta la migliore versione dell’amasunzu e i ragazzini del Ruanda non vedono letteralmente l’ora di avere diritto all’acconciatura tradizionale.

Da parte nostra, oltre allo stupore per queste acconciature spettacolari c’è anche la consapevolezza che qualunque capigliatura particolare, estrema e sopra le righe siamo soliti adottare, di solito ha un’origine tutta da scoprire e parla di popoli che probabilmente dovremmo conoscere meglio.

 

 vintage.es

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >