Society
di Simone Stefanini 31 Gennaio 2017

Ho fatto un giro su Metalhead Date, il sito di appuntamenti per metallari

Stavolta ho deciso di provarci con le ragazze metal, ma qualcosa non è andato per il verso giusto

 

Pur avendo avuto un’educazione metal, non sono solito postare su Facebook molti video o link a band di capelloni pellati, ma questo non cambia il fatto che l’algoritmo più potente del mondo mi proponga un giorno sì e uno no la pubblicità sponsorizzata del sito per far incontrare metallari single, Metalheaddate.com.

Purtroppo sono molto curioso di natura e memore della cazzata fatta quando mi sono iscritto ad Amicizie Cattoliche, il Tinder dei credenti, per il quale sto tuttora ricevendo inviti a uscire da ragazze che come hobby amano passeggiare e declamare gli Atti degli Apostoli, mi sono ripetuto che non avrei più fatto un giro su un altro sito di incontri.

Vi sembra facile? Questi siti sono come la droga: vorresti provarle tutte, poi finisci i soldi e devi prostituirti. Ho deciso di dare una sbirciata con uno pseudonimo. Tirando a sorte, è venuto fuori MarcoVilla, un nome abbastanza comune, solo per caso identico a quello di un mio collega.

 

Il metallaro messo di mezzo dai bulli, tratto dal film Morte a 33 giri  Il metallaro messo di mezzo dai bulli, tratto dal film Morte a 33 giri

 

Metallari e cattolici non hanno molto in comune (a parte quelli dei gruppi metal cristiani tipo gli Stryper, ma questa è un’altra storia) eppure su un punto sono entrambi d’accordo: per poter utilizzare il sito nella sua interezza, con tutte le funzioni tipo inviare messaggi privati agli iscritti o guardare le loro foto a schermo intero, bisogna pagare.

La migliore iscrizione sembra quella annuale, 98,88 € per 12 mesi che equivalgono a 7,99 al mese, ma io non pianifico di starci tutto questo tempo. Voglio solo entrare a dare una sbirciata, per capire come funziona il flirt tra adoratori degli assoli di chitarra. Certo, potrei optare per l’opzione 1 mese, ma costa 34,99 € e sinceramente sono troppo povero per queste stronzate. Mi arriva anche una mail che mi fa un’offerta irrinunciabile, 1 euro per 3 giorni, ma non mi fido.

Mentre sto per abbandonare del tutto l’azione, vittima dell’affitto da pagare come in una delle migliori canzoni dei Bon Jovi, vengo rapito dalla schermata in cui appaiono i miei abbinamenti, che posso vedere anche senza pagare. Una serie di donne mature in cerca di relazione, tra cui mi imbatto subito in una ragazza col trucco di Gene Simmons dei Kiss. Ora devo solo farle capire il mio amore senza spendere un solo euro.

 

Vi pare che vi mostro le mie ragazze? metalheaddate - Vi pare che vi mostro le mie ragazze?

 

Facile, oltre alla funzione Messaggio Privato, c’è anche quella Flirt che cattura la mia attenzione e che mi avvince come null’altro. Essa è una specie di poke, quella cosa che ti mandano su Facebook e che tu non sai che vuol dire, ma più esplicita e la puoi fare anche con l’account base. Sono così felice!  Si suddivide in quattro grossi tronconi poetici: rompighiaccio, divertente, appassionato e espressivo. Sono una serie di frasi già scritte così non devo neanche fare lo sforzo di inventarmi una cazzata per girare intorno al fatto che vorrei congiungermi carnalmente col metal.

Qui sotto le frasi rompighiaccio, che vengono in mio aiuto laddove non sappia come approcciarmi a una persona dell’altro sesso, a causa di una timidezza paralizzante che risolvo solo quando indosso le mutande di pelle e fingo di suonare la chitarra nei Manowar in cameretta.

Le frasi con cui dovrei rimorchiare però sembrano scritte apposta per farmi morire vergine.

Wow, Wow! metalheaddate - Wow, Wow!

 

La sezione divertente mi porta a fare subito lo scemo per farla ridere, sicuro che le battute scritte qui sotto siano esilaranti. In realtà sono frasi indegne persino di una replica di Colorado e il loro utilizzo è assolutamente da escludere se non voglio passare da sfigato di quelli che vengono picchiati nei film americani anni ’80.

Parola di Quello Giusto metalheaddate - Parola di Quello Giusto

 

Appassionato mi esalta, perché si va subito al sodo con frasi degne di un molestatore seriale con diversi procedimenti restrittivi alle spalle.

Oh Baby. metalheaddate - Oh Baby.

 

Siccome sono ancora senza fidanzata metal e non voglio arrendermi al pagamento, ho un’ultima opzione da provare: espressivo. Qui amici ho volato talmente alto nel cielo da rischiare di bruciare le mie ali, come narrato in Flight of Icarus degli Iron Maiden. Sì amici, qui si parla di poesia, e lo si fa in grande stile con frasi degne del più borchiato dei Baci Perugina.

Beh, insomma, in realtà siamo di nuovo sull’orlo della denuncia per atti osceni, ma che duro sarei se non volessi sfidare perlomeno la buoncostume?

Ti fanno male le gambe? metalheaddate - Ti fanno male le gambe?

 

Alla fine, cari amici, ho capito che non sono proprio tagliato per cercare l’amore online, specialmente quando per trovarlo bisogna pagare, allora ho chiuso la porta della cameretta, ho messo su la cassetta degli Skid Row e ho fatto partire I Remember You, poi ho sciolto i miei lunghi capelli e mi sono commosso.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >