Perché è famosa Kim Kardashian? E perché è sempre nuda su internet?

Se vi siete chiesti come mai tutti ne parlano, qui c’è la risposta

Kim Kardashian, 36 anni Twitter Kim Kardashian - Kim Kardashian, 36 anni

 

Break the internet, Kim Kardashian! Ha rotto l’internet, l’ha fatto più di una volta e l’ultima questa settimana, ci è abituata: ma non è cattiva, è che la clicchiamo così. Kim Kardashian, la formosa ereditiera, la signora West – Kanye West, il genio, come scrivevamo qualche giorno fa – la socialite che non sa fare nulla, assolutamente nulla se non essere famosa, e che ha spazzato via Paris Hilton – di cui era stata la stylist – diventando di fatto monopolista sul mercato.

Ma del resto, se sei Kim Kardashian sei al centro di un hellzapoppin’ familiare/spettacolare che mette insieme praticamente tutto: quella di Kim infatti è una saga che comincia con una famiglia di armeni emigrati negli Stati Uniti, e prosegue poi con un padre avvocato difensore di O.J. Simpson nel processo per omicidio più importante per l’America degli anni novanta, e  ancora va oltre: con un clan familiare allargato dove alla morte del padre Robert, la moglie Kris (la madre di Kim, quindi) si è risposata con Bruce Jenner, da poco divenuto Caitlyn Jenner e facendone parlare il pianeta per settimane… insomma, è comprensibile che Kim sia quello che vediamo sugli schermi dei nostri smartphone.

È comprensibile che ogni tanto ci spacchi l’internet.

 

 

Nata Kimberly Noel Kardashian il 21 ottobre del 1980, non fa sostanzialmente nulla di davvero rilevante – ma cosa è davvero rilevante poi nella biografia di Kim Kardashian? Tutto e niente – fino alla metà degli anni duemila. Cresce a Los Angeles in una famiglia più che benestante, conduce una vita identica a moltissime altre. Una vita che mi piace immaginare più alla Bret Easton Ellis di quanto in realtà sarà stata.

Maria Laura Rodotà ne scriveva qualche anno fa su La Lettura – era il 2012, Kim viaggiava ad appena 10 milioni di follower su Twitter: oggi sono 41,5 – e chiosava “Nel 2011, la famiglia Kardashian-Jenner ha guadagnato circa 65 milioni di dollari, apparentemente senza fare nulla. Facendosi riprendere in villa, andando in vacanza, sposandosi, litigando. Il matrimonio, tra tv, esclusive per foto e video e pubblicità (anche lì, tutto era sponsorizzato), ha reso a Kim 18 milioni di dollari. Vero o falso che fosse il matrimonio“.

Fino al 2007, lì c’è il primo momento da evidenziare: il sex tape diffuso nel febbraio 2007. Di quel video un po’ triste e non particolarmente eccitante girato con Ray J, dimenticatissimo compagno dell’epoca, si dice che Kim riuscì a perfezionare un accordo di risarcimento di 5 milioni di dollari con la Vivid Entertainment che l’aveva diffuso. Spiccioli.

Da lì in poi per Kim le cose sarebbero andate alla grande, per lei e per il clan familiare di cui anno dopo anno diventava l’astro più luminoso. Secondo The Hollywood Reporter infatti già nel 2011 l’indotto complessivo del clan Kardashian ammontava a 65 milioni di dollari in un anno. Sicuramente una stima per difetto.

Sempre nel 2007, a ottobre comincia ad andare in onda Keeping up with the Kardashians – su E! potete vedervi qualche puntata, volendo – un reality che segue la quotidiane avventure della famiglia K. Una famiglia allargata, complicata, dove succede sempre qualcosa: piace a tutta l’America, e sono ormai dieci anni che il programma prosegue.

Non è dato sapere se ci siano cenni di stanchezza, o per quanto possa andare ancora avanti: ma dieci anni per un reality, sono un’enormità. Kim se li è bevuti in un fiato, perfettamente a suo agio, finta svampita, regina intergalattica del “ci fa”. Posa anche nuda su Playboy, sempre nel 2007.

La seconda metà degli anni duemila e i primissimi anni dieci confermano Kim Kardashian come una celebrità di Serie A, almeno nello showbiz americano. Il reality Keeping up with the Kardashians prosegue, e anche in Europa comincia a essere piuttosto nota. Ma in US Kim all’epoca è una star abbastanza importante da potere e dovere diversificare il suo investimento. E il suo investimento è lei: decide di mettersi in affari nei campi più svariati, prestando il nome, la faccia, il corpo a collezioni di moda, molti profumi, prodotti dimagranti, campagne, a qualche sitcom. Finisce coinvolta in svariate cause legali, vinte e perse.

Nel 2011 si sposa e divorzia dopo 72 giorni. Ma poco importa, perché l’amore vero è all’orizzonte: nel 2012 infatti incontra Kanye West. Kanye West, il più discusso, il più seguito, il più commentato, il più poco capito, e il più osannato artista hip hop contemporaneo. Lui e Kim si sposano nel 2014 in Toscana. Hanno due figli, North e Saint.

 

Kim Kardashian sulla copertina di Paper Magazine del 2014  Kim Kardashian sulla copertina di Paper Magazine del 2014

 

Più che una coppia, sono entrambi due brand globali. Sempre nel 2014, escono le foto di Break the internet, Kim Kardashian, quelle su Paper Magazine, quelle di Jean Paul Goude, che fanno il giro del mondo. Al punto che ci fu chi scrisse pezzi sull’architettura dei server costruiti per resistere all’onda d’urto di un contenuto che avrebbe generato un traffico mostruoso. E oggi cosa fa Kim?

Ogni tanto si fa vedere nuda, magari con un selfie su Twitter, questa settimana. Deve mantenere alta l’attenzione, e ci riesce benissimo. E fa anche un figurone rispondendo a chi la attacca, riuscendo a risultare paladina della libertà e soprattutto della libertà di usare il proprio corpo come meglio si crede.

Kim Kardashian quindi che fa? Fa un misto di tutte le attività che trovate nei paragrafi sopra, più qualcuna nuova. Compreso un videogame, e secondo Forbes è la celebrità che ha meglio monetizzato la propria fama nel 2015, passando dai 28 milioni di dollari incassati nel 2014, ai 53 milioni dell’anno scorso. Quest’anno pare che solo il videogioco potrebbe farle finire in tasca 85 milioni di dollari. Se ne è anche vantata su Twitter in questi giorni.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >