Society
di Simone Stefanini 5 Marzo 2015

I più assurdi ritratti di persone con gli oggetti inanimati

Forse perché negli anni 80 i soldi giravano e la gente amava gli oggetti. Altrimenti non si spiega perché da piccoli ci facessero fare le foto con le cose.

Questa strana moda andava un casino negli anni ’80. Farsi le foto con le cose, con gli oggetti inanimati. Sarà perché  in quel momento l’economia girava bene, la tecnologia entrava nelle case di tutte le famiglie, anche di quelle proletarie, che finalmente potevano avere televisione, elettrodomestici, giocattoli, informatica, cose così. Non solo tecnologia però: hobbistica, superfluo, inutilità di ogni genere. Quindi perché non farsi i ritratti ufficiali insieme ai tanto amati oggetti?

Dev’essere quello che è venuto in mente a questi soggettoni qui sotto,  tra i quali spicca una foto d’annata (o dannata) dell’autore stesso di questo articolo, a testimonianza che a nessuna latitudine del mondo si è salvi di fronte al trasse.

FONTE | awkwardfamilyphotos.com

Lui, lei e una bella motoslitta, fornita persino di neve finta. La foto di fidanzamento invidiata da tutto il mondo:

39996450

 

“Dove la sistemiamo la bambina vestita da carnevale di Rio?” “Accanto al bidone della monnezza, ci sta una crema.”

174899987

 

Faccia da pervertito spaziale, tuta da pervertito spaziale, indispensabile triangolo che emette suoni in grado di riportarlo sul pianeta dal quale è venuto:

593962424

 

La bambina al primo saggio di danza, usata come porta asciugamani. Fa sempre piacere.

693349255

 

Vorrei trovare un senso a questa foto, ma anche questa foto, un senso non ce l’ha.

766544050

 

“Evviva! Il mio migliore amico è un brezel gigante!”

796382738

 

“Evviva! La mia migliore amica è un manufatto antropomorfo visibilmente tirato via!”

923800904

 

La posa da contorsionista era più che sufficiente, ma il succo all’albicocca cambia la prospettiva sulle cose.

968112172

 

Questi un po’ li capisco, che soddisfazione portare in casa il primo computer e iniziare la Royal Rumble su chi l’avrebbe usato per primo…

1140019751

 

IDOLO, l’avrei fatto anch’io.

1490888849

 

Si notino: mazzi di soldi falsi disposti tipo le carte, pistole false, buontempone che mostra la gambetta. Oppure: soldi del narcotraffico, armi pericolosissime e spietato killer che mostra l’arto artificiale:

1750319776

 

 

Collega del tipo di prima, mediante il suono dei piattini, ritorna da dove è venuto:

1779313972

 

Un fan dei Piccoli Brividi sarà sempre un mio fratello.

1791162581

 

Dio, quanta tenerezza, la foto abbracciato all’aspirapolvere <3

1832412478

 

Altro collega dei tipi fantascientifici, ma con la faccia di chi ha visto anche le donne nude:

1931973206

 

Lui, lei ed il loro amato scheletro di ratto gigante. 

1959689930

 

A pescare nel mondo fatato dei dolci e delle caramelle gommose:

1991482286

 

Anche le rockstar hanno iniziato così:

2294428479

 

La famiglia sportiva, a parte la mamma che, emarginata, fa le parole crociate:

2325963542

 

Quando fece outing, nessuno rimase colpito:

2436731744

 

Il più figo di tutti:

2469723291

 

Un giocattolo affatto pericoloso da regalare a tuo figlio:

2486186651

 

Quando vinse la coppa per la combo “peggior acne unita all’apparecchio più vistoso”, la sua vita cambiò radicalmente.

2961116413

 

Dalle facce, sembrano entrambi soddisfatti della perversione appena avvenuta:

3006541211

 

Uccello tropicale, tazzina di cianuro, libri sulla supremazia degli Stati Uniti, bandiera americana, tastiera del computer. E poi lui:

3405146213

 

“Grazie a questa tastiera ho limonato la prima volta.”

3453913778

 

Comoda.

3468728585

 

Il vento sta portando via il suo ombrello, ma a lui che importa? Ha già vinto il premio come bambino con la peggior lordosi:

3730092785

 

“Non è possibile sia stato lui, salutava sempre.”

4084212825

 

Ah, la foto ricordo prima dell’impiccagione.

4190009416

 

Questo ha portato gli 80s nei 10s, mostrandosi entusiasta di fronte ad uno smartphone di quelli a sconto da Expert a 89€:

4251048393

 

Lui spegne ogni genere di entusiasmo nei suoi confronti:

4278136298

 

Pettinatura Avalon, abbraccio alla tv che trasmette Arnold, recante soprammobile di badante dentro la plastica. Combo devastante.

580385_4643924425614_1899422611_n

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >