Society
di Simone Stefanini 21 Dicembre 2015

102 anni fa venivano pubblicate le prime parole crociate della storia

Tutti noi siamo impazziti su qualche schema impossibile

tygjh tumblr

 

Era il 21 dicembre 1913. Il New York World, nel supplemento domenicale Fun pubblicò un nuovo gioco chiamato word-cross puzzle. Praticamente le parole crociate, o cruciverba. Non c’erano caselle nere, per il resto era del tutto simile a quello di oggi: si trattava di indovinare parole che si intersecavano tra di loro orizzontalmente o verticalmente.

 

tumblr_n1mvcedvRi1rdtatio1_1280 Sharctank - Hawkeye

 

In Italia sono tradizionalmente associate alla storica Settimana Enigmistica, all’interno della quale si trovano di vari tipi: a schema fisso (disposte simmetricamente), facilitate (alcune lettere sono già inserite), a schema libero (le più frequenti, con le caselle nere disposte casualmente),  quelle senza schema (in cui le caselle nere le dovete disegnare voi), quelle crittografate (in cui le parole non sono descritte ma ogni numero equivale a una lettera) e gli incroci obbligati (in cui le definizioni non sono solo orizzontali e verticali ma anche diagonali).

 

word-puzzles_o_737468 memecenter

 

L’autore italiano più famoso di cruciverba è stato Piero Bartezzaghi, che diceva: “i migliori schemi sono difficili, ma non devono essere astrusi”. Tra autore e solutore deve infatti esserci una sfida leale, non impossibile.

 

 

bartezzaghi-parole-crociate blogspot - Un cruciverba autografato dal Maestro

 

In effetti ci siamo sempre chiesti quali abilità deve avere uno scrittore di cruciverba e siamo venuti a capo di una cosa: tutte. Dev’essere un letterato, un matematico e pure un geometra. Sembra difficile.

 

tumblr_nt687sr3X01rauecro1_1280 tumblr

E anche quando i cruciverba sembrano semplici, potrebbero risultare un bel casino. Provate a cercare la parola DOG in questo qui sotto.

 

Want-to-kill-some-time-Solve-this-word-search tumblr

 

E quest’altro? È il più semplice cruciverba del mondo, eppure…

tumblr_mvltwp3cuf1rdnh17o1_1280-1 tumblr

Neanche Jon Snow ci riuscirebbe ed è tutto dire.

 

tumblr_inline_nyat9ghMTz1spwr3g_500 tumblr

 

D’altra parte, gli esseri umani non sono altro che enigmi, no? A volte cruciverba, a volte rebus, altre volte contenitori vuoti in attesa che qualcuno unisca i puntini.

 

tumblr_mr69h13DqV1qadr99o1_1280 tumblr

 

Se proprio siete appassionati e non potete farne a meno, queste scarpe fanno proprio per voi.

 

E anche questa canzone.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >