Society
di Simone Stefanini 21 Dicembre 2015

102 anni fa venivano pubblicate le prime parole crociate della storia

Tutti noi siamo impazziti su qualche schema impossibile

tygjh tumblr

 

Era il 21 dicembre 1913. Il New York World, nel supplemento domenicale Fun pubblicò un nuovo gioco chiamato word-cross puzzle. Praticamente le parole crociate, o cruciverba. Non c’erano caselle nere, per il resto era del tutto simile a quello di oggi: si trattava di indovinare parole che si intersecavano tra di loro orizzontalmente o verticalmente.

 

tumblr_n1mvcedvRi1rdtatio1_1280 Sharctank - Hawkeye

 

In Italia sono tradizionalmente associate alla storica Settimana Enigmistica, all’interno della quale si trovano di vari tipi: a schema fisso (disposte simmetricamente), facilitate (alcune lettere sono già inserite), a schema libero (le più frequenti, con le caselle nere disposte casualmente),  quelle senza schema (in cui le caselle nere le dovete disegnare voi), quelle crittografate (in cui le parole non sono descritte ma ogni numero equivale a una lettera) e gli incroci obbligati (in cui le definizioni non sono solo orizzontali e verticali ma anche diagonali).

 

word-puzzles_o_737468 memecenter

 

L’autore italiano più famoso di cruciverba è stato Piero Bartezzaghi, che diceva: “i migliori schemi sono difficili, ma non devono essere astrusi”. Tra autore e solutore deve infatti esserci una sfida leale, non impossibile.

 

 

bartezzaghi-parole-crociate blogspot - Un cruciverba autografato dal Maestro

 

In effetti ci siamo sempre chiesti quali abilità deve avere uno scrittore di cruciverba e siamo venuti a capo di una cosa: tutte. Dev’essere un letterato, un matematico e pure un geometra. Sembra difficile.

 

tumblr_nt687sr3X01rauecro1_1280 tumblr

E anche quando i cruciverba sembrano semplici, potrebbero risultare un bel casino. Provate a cercare la parola DOG in questo qui sotto.

 

Want-to-kill-some-time-Solve-this-word-search tumblr

 

E quest’altro? È il più semplice cruciverba del mondo, eppure…

tumblr_mvltwp3cuf1rdnh17o1_1280-1 tumblr

Neanche Jon Snow ci riuscirebbe ed è tutto dire.

 

tumblr_inline_nyat9ghMTz1spwr3g_500 tumblr

 

D’altra parte, gli esseri umani non sono altro che enigmi, no? A volte cruciverba, a volte rebus, altre volte contenitori vuoti in attesa che qualcuno unisca i puntini.

 

tumblr_mr69h13DqV1qadr99o1_1280 tumblr

 

Se proprio siete appassionati e non potete farne a meno, queste scarpe fanno proprio per voi.

 

E anche questa canzone.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >