Society
di Elisabetta Limone 29 Maggio 2019

Prodotti biologici: tre ottimi motivi per farne un uso quotidiano

Cresce la richiesta di prodotti biologici; scopri 3 ottimi motivi per fare un uso quotidiano di prodotti ecosostenibili, salutari e controllati.

L’era delle fragole a dicembre è destinata a finire. Ebbene si, in controtendenza con il diffuso benessere unito alla tecnologia in continuo sviluppo, oggi la richiesta dei prodotti disponibili sul mercato sta cambiando.

La crescente attenzione nei confronti di uno stile di vita sano, di un’alimentazione salutare e forse soprattutto del rispetto dell’ambiente sia in fase di produzione che dopo l’uso dei prodotti, sta riportando l’agricoltura un passo indietro e l’industria un passo avanti.

In questa direzione si inserisce la tendenza ad acquistare prodotti biologici, sia in ambito alimentare che nel settore della cura della persona e della casa, oggi disponibili anche online su siti dedicati come Sorgente Natura.

Filiera controllata e garantita

Il primo motivo per scegliere prodotti bio risiede nella stringente normativa che ne stabilisce le regole della loro produzione e della successiva certificazione.

A regolare la materia sono due regolamenti europei, il numero 834 del 2007 e il numero 889 del 2008 che riguarda in particolar modo l’etichettatura.

Nella normativa è stabilito cosa si intende per biologico e chi può certificare tale caratteristica. In Italia ad oggi esistono 17 organismi di controllo autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari per la certificazione delle produzioni biologiche.

Così un prodotto, prima di essere etichettato come biologico, deve sottostare a una serie di controlli, sia preventivi che successivi, tali da garantirne il processo di produzione. Ad esempio, se nella stessa azienda si trattano prodotti bio e prodotti non bio, i macchinari utilizzati nei processi di lavorazione devono essere accuratamente puliti prima dell’introduzione del prodotto che ha ricevuto o punta ad ottenere la certificazione di biologico.

I prodotti composti da più ingredienti possono definirsi biologici solo quando contengano almeno il 95% di ingredienti agricoli certificati bio.

Come una volta, nel rispetto dell’ambiente

Ma cosa si intende per biologico?

Innanzitutto l’agricoltura biologica punta a ridurre al minimo gli interventi esterni sfruttando i naturali meccanismi del terreno, tutelando la biodiversità e la fertilità del suolo, possibili tramite la rotazione delle colture, privilegiando quelle autoctone perché in grado si crescere in uno specifico clima e di resistere alle avversità del luogo d’origine quali parassiti e malattie.

Ne consegue che per ottenere la certificazione è fatto assoluto divieto di utilizzare concimi e pesticidi chimici come anche OGM, ossia organismi geneticamente modificati.

Salutari per l’uomo e per gli animali

L’assenza di sostanze estranee è un elemento positivo non solo per il terreno che ospita e continuerà a nutrire piante di vario tipo, ma anche per il consumatore finale che in questo modo eviterà di assimilare sostanze potenzialmente nocive per l’organismo.

Lo stesso criterio vale per i mangimi animali. Nel settore dell’allevamento, ad esempio, la certificazione del biologico poggia su due basi: il benessere dell’animale, in particolare nella vita all’aria aperta e con adeguati spazi ispirati al rispetto del bestiame e non alla massimizzazione della produttività aziendale, e un’alimentazione anch’essa composta da materie prime biologiche e non OGM.

Anche per le cure veterinarie è ridotto l’utilizzo di medicinali convenzionali, consentito solo in casi di estrema necessità e solo per periodi di tempo limitati.

Tutte queste regole sono sicuramente a vantaggio dell’animale, ma indirettamente anche dell’uomo che non verrà, forse anche inconsciamente, in contatto con alimenti contaminati da agenti chimici esterni a lungo andare nocivi per l’organismo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >