Society
di Simone Stefanini 27 Marzo 2018

Quando ci riprenderemo dall’ora legale?

Ci sono quelli che dal sole si sentono ricaricati e poi tutti gli altri, che vivono i giorni a ridosso del cambio dell’ora come vampiri

 

Lo scorso weekend ci siamo stupiti di come sia facile manipolare il tempo se ci crediamo tutti insieme: erano le 2 di notte, qualcuno era già a dormire, altri fuori a fare la bella vita quando di colpo ci siamo ritrovati tutti proiettati nel futuro. Di appena un’ora, certo, ma tanto basta per impazzire.

È l’ora legale, quella che quando entra in vigore ci fa instupidire per almeno una settimana, abituati com’eravamo al buio dopo le 17. Complice la bella stagione, arrivata in fretta e furia come un ospite che ha perso il treno dopo che i cicli di Burian ci hanno portato temperature polari e tempesta, quest’anno il jet lag da ora legale si fa sentire.

 

 

Ci siamo fatti molto spesso una domanda di quelle da persone umili: perché cambia l’ora? Una volta che ci troviamo bene con il sole in tarda serata, perché doversi riabituare al buio pesto nel pomeriggio e viceversa? Facile: per esigenze lavorative e di consumo. L’ora solare, quella che abbiamo lasciato lo scorso weekend, sfrutta la luce mattutina dell’inverno mentre quella legale, in cui sguazziamo ora, quella estiva della sera.

Tecnicamente è una gran cosa: mettiamo lavoriate dalle 8-9 alle 17-18, orario d’ufficio: grazie al sole fino a tardi, potrete sentirvi attivi dopo il lavoro per tutta una serie di godimenti che vanno dallo sport per rientrare nel costume all’aperitivo vista mare (almeno nella fantasia).

 

 

Il guaio è che quella maledetta ora di sonno che perdiamo durante lo Stargate istituzionale, la recuperiamo dopo giorni e a ridosso del cambio dell’ora siamo zombie instupiditi che odiano la luce e vagano alla ricerca delle tenebre, fatti di antistaminico contro le allergie e di Autan, fino al giorno in cui diventa legale anche nella nostra testa questo cambio repentino di vita.

Cosa fare per evitare il jet lag da cambio dell’ora? Abbiamo letto un articolo su Il Messaggero in cui un esperto risponde ai quesiti riguardanti l’ora legale con consigli di buon senso, purtroppo tutti cinicamente confutabili.

 

 

Dovremmo essere arrivati preparati al cambio dell’ora ma quindi lo scorso weekend avremmo dovuto prendere uno Xanax per andare a letto alle 23? Era pure una bella serata, dai che una bevuta in più ci stava.

Dovremmo fare attività fisica, ma finché non ci siamo ripresi siamo poco più che baccelli ciondolanti e almeno per la prima settimana, dobbiamo concentrarci anche solo per evitare di attraversare la strada col rosso.

 

 

Dovremmo mangiare meno ma non dormiamo granché la notte a causa dei ritmi sballati e l’eccesso di cibo diventa l’unica fonte di energia interessante.

Dovremmo svegliarci presto al mattino ma tornando al discorso di non dormire la notte, insomma, ci stai prendendo in giro?

Che fare dunque? Semplice: provare a dormire quando capita finché non ci sentiamo di nuovo pieni di energia per seguire i consigli dell’esperto e goderci l’estate, oppure stare rintanati nei loculi aspettando di tornare all’ora solare.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >