Society
di Gabriele Ferraresi 23 Agosto 2016

Come smettere di rimandare quello che non vogliamo fare e vivere felici

Smettere di procrastinare è facile, se sai come farlo: qualche consiglio utile per fare tutto quello che faremo domani, e poi non facciamo mai

 

Procrastinators: leaders of tomorrow, dice una maglietta abbastanza simpatica. Ma non è poi così vero: rimandare, procrastinare, continuare a dirci “lo faremo dopo”, e quel “dopo” non arriva mai, può davvero incasinarci la vita e causare danni inenarrabili. Ma ci sono molti modi per smettere di rimandare, basta volerlo: su OpenCulture è uscito qualche giorno fa un lungo articolo in cui si analizzano i motivi per cui si procrastina, dal punto di vista scientifico.

È abbastanza tecnico ma interessante se volete farvi una cultura su come mai il nostro cervello ci porti spesso a rimandare compiti di ogni genere. Le soluzioni per smettere di rimandare sono forse più interessanti, e sono le solite, quelle che ogni buon procrastinatore sa già come eludere. Spezzettate quella cosa che proprio continuate a rimandare in sotto obiettivi, tanto per cominciare. Definite chiaramente il momento in cui comincerete a fare quella cosa lì, e quanto a lungo ci lavorerete sopra, dandovi dei paletti precisi.

 

 

Ma soprattutto: iniziate a farla quella maledetta cosa. Anche senza scrivere una lunga lista di cose da fare, oppure ogni step intermedio, ricordate sempre che concludere un task anche parzialmente aiuta a motivarsi nel futuro, innescando un circolo virtuoso, e che rinviare quel compito che proprio non riusciamo a fare ora non lo renderà in futuro più divertente. Non è che scompare.

Sempre su OpenCulture si suggerisce di “rendersi la vita complicata”, magari rendendosi deliberatamente difficile procrastinare, e infine di darsi ricompense intermedie, oltre che una volta raggiunto l’obiettivo finale. Altre dritte utili su come smettere di procrastinare, erano uscite in un pezzo su Inc.com, qualche anno fa. Lì si riportavano i consigli del motivatore Steve Chandler, che partiva a spiegare la tendenza a rimandare dalla paura.

Rimandiamo compiti, incombenze, doveri, perché ne abbiamo paura. Chandler consiglia la soluzione dei “tre minuti”, per risolvere i drammi della nostra procrastinazione, come funziona? Semplice: secondo Chandler dobbiamo cominciare a pensare a pacchetti di tre minuti, e dire a noi stessi “Che cosa posso fare nei prossimi tre minuti per cambiare qualcosa? Che piccola azione posso compiere nei prossimi tre minuti?“.

 

mente procrastinatore smettere di rimandare WaitButWhy.com

 

Ce n’è di sicuro una che possiamo applicare all’incombenza che stiamo rimandando da troppo tempo. E così via, a pacchetti di tre minuti, verso l’obiettivo da concludere.

Per concludere, sempre a proposito della paura, e di come riesca a costringerci a rimandare l’inevitabile, su Forbes un’altra motivatrice, Margie Warrell, spiegava i vantaggi di imbrigliare la pauraFocalizzatevi su quello che non volete, e riuscirete a imbrigliarla a vostro favore. Scrivete su un foglio come vi sentirete tra un anno se non fate nulla. Siate forti, e onesti con voi stessi riguardo ai costi di una prolungata inazione. Dopotutto, se non cambiate nulla, come potere sperare che cambi qualcosa!“. Già: difficile sperare che le cose cambino, se non facciamo nulla per cambiarle.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >