Society
di Marco Villa 19 Giugno 2014

10 suggerimenti per insultare in modo creativo il Costa Rica durante la partita con l’Italia ai Mondiali

10 spunti per rendere più creativi i vostri insulti contro il Costa Rica

_68206501_pirlo_getty

Venerdì 20 giugno alle 18 si gioca Italia – Costa Rica, seconda partita degli azzurri ai Mondiale del Brasile. Tutti – più o meno – ci troveremo con amici o colleghi per guardare la partita sulla Rai o su Sky. 90 minuti di sofferenza e patimenti, mentre i ragazzi cercheranno di vincere per far sì che l’Italia superi il primo turno dei Mondiali. Per farlo, non basteranno le invenzioni di Pirlo o gli stacchi di testa di Balotelli. Per battere il Costa Rica serviranno anche i tifosi e noi oggi vogliamo aiutare proprio loro.

Il tifoso ha sempre bisogno di insultare e ha sempre bisogno di spunti per farlo. Se ormai non abbiamo problemi per quanto riguarda gli insulti nei confronti delle altre squadre italiane, siamo un po’ in deficit rispetto agli insulti internazionali.

Per aiutarvi, abbiamo trovato (qui) una serie di informazioni utili per ravvivare le vostre urla durante la partita Italia – Costa Rica.

01. In Costa Rica la gente va in giro con il machete. Meglio degli svizzeri con il multiuso, però un po’ inquieta.

machete

02. Danno il caffé ai neonati, mischiato con il latte e ai bambini, puro. Gli stessi neonati e gli stessi bambini che poi, qualche anno dopo, saranno in giro con il machete. E saranno rilassatissimi, senz’altro.

03. Il termine con cui chiamano i pedoni è Target. In caso non lo sapeste, in inglese vuol dire bersaglio.

04. Il tassametro lo chiamano Maria, in onore della Vergine Maria, che è onesta. Lei.

Artist-Changes-the-Face-of-the-Virgin-Mary-Is-Invited-to-Burn-in-Hell

05. Le televisioni trasmettono di continuo film con Chuck Norris e Steven Seagal. Praticamente vivono dentro Rete4.

stevenchuck

06. Gli abitanti del Costa Rica si chiamano Ticos e Ticas. È immorale che una nazione con questa abitudine arrivi agli ottavi di finale di un mondiale.

07. Quando si incontrano, i ticos (I TICOS!) di dicono “Pura vida”. Dei fricchettoni.

08. I ticos usano sempre e solo la carta di credito. Strisciano anche quando comprano il giornale in edicola. Gente che se la tira. Pur chiamandosi ticos e ticas.

09. Quando si riferiscono al loro partner, lo chiamano “media naranja”, l’altra metà dell’arancia. L’ho detto: dei fricchettoni.

10. Le strade non hanno cartelli o targhe. Per trovare dove andare bisogna basarsi su indicazioni dei passanti che, ricordiamolo, girano con il machete.

M

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >