© NBC
Society
di Elisabetta Limone 18 Giugno 2020

20 motivi per cui non c’è niente di sexy ad avere le tette grosse d’estate

Da secoli crediamo che le tette grandi siano sexy, specialmente in costume da bagno. Credeteci, non è proprio così

Da sempre nell’immaginario maschile, le tette grosse sono sexy. Due belle ghiandole mammarie sproporzionate rispetto al resto del corpo e attiri fischi neanche fossi un difensore falloso, sguardi che sembrano provenire dal braccio dei serial killer di Alcatraz, fantasie turbobagnate e altre porcherie assortite.

Colpa delle statue pagane delle donnine zinnute? Dei film con Edwige Fenech o il Drive In con Tinì Cansino? Del mammonismo presente in quasi tutti i maschi etero italiani? Di tutto un immaginario incredibilmente becero eppure radicato più del DNA? Qualunque sia la risposta, è la domanda ad essere sbagliata, perché portare in giro le tette grandi d’estate non è sexy per niente e i seguenti punti stanno a dimostrarlo:

 

 

1) Le tette grandi sudano enormemente e alla fine della giornata il reggiseno sa di cane bagnato

2) Senza reggiseno non ci pensate neanche se non volete ritrovarvi a fare i palleggi con le ginocchia

3) La forza di gravità sembra agire ogni estate più dell’anno precedente e la prima prova costume è un inferno

4) Devi spendere un sacco di soldi in costumi da bagno perché quelli a pochi euro non reggono il peso

5) Devi andare a comprare il costume nei negozi fighi che ti diano la possibilità di acquistare il pezzo di sopra e il pezzo di sotto di diverse misure

 

 

6) Se ti metti la canotta o ti vesti scollata ti prendono per ragazza facile di default

7) Se ti vesti castigata sei un bagno di sudore prima ancora di essere uscita di casa

8) Se corri non diventi Pamela Anderson ma sembri una parodia della pubblicità del Big Babol

9) Quando corri fanno malissimo

10) Quando cammini coi sandali, dopo un po’ hai mal di schiena

 

 

11) Non riesci a vederti i piedi e pestare una merda coi sandali non è proprio il massimo

12) Ti ingobbisci per nascondere le tette ed è subito scoliosi

13) Le camicie sono un bel problema perché o le prendi col bottone della misura delle tette, ma ti staranno larghe ai fianchi, o le prendi della misura dei fianchi, ma il bottone delle tette rischia di diventare un proiettile

14) Le magliette col taglio stile impero ti fanno sembrare incinta

15) Hai un punto in più per preoccuparti delle smagliature nel caso dovessi dimagrire

 

 

16) Nel caso ci sia l’aria condizionata, i tuoi capezzoli diventano turgidi e si gira tutto il locale per guardarti

17) Hai grosse difficoltà a stenderti a pancia sotto al mare, ma se ti metti a pancia sopra, metà corpo non si abbronza e le tette ti arrivano alla gola

18) Non puoi indossare maglie o vestiti con stampe o scritte perché diventano distorte creando un effetto ottico disturbante

19) Non puoi permetterti di indossare quei bei reggiseni a fascia senza che sembrino due buste della spesa piene d’acqua

20) Le bretelle del reggiseno scavano dei solchi enormi tipo ruspe sulle tue spalle

BONUS/MALUS: Quando abbracci qualche tuo amico al mare e siete entrambi in costume, il rischio durello è assicurato e non fa mai piacere in quei casi lì

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >