Society
di Simone Stefanini 3 Luglio 2017

Xennial, la generazione passata dal telefono a gettoni all’iPhone

Se sei nato tra il 1977 e il 1983, sei ufficialmente uno Xennial, che è passato dal Nintendo alla Playstation 4, dal telefono a gettoni all’iPhone

 

Con le generazioni bisogna essere chiari, altrimenti si rischia di non capirci granché. Fino a oggi, la Generazione X era quella dei nati tra il 1965 e il 1984. Veniva dopo il Baby Boom (1945-1964), prima dei Millennial (1985 – 2000) e della Generazione Z, quella dei nativi digitali nati dopo il 2000.

Adesso però la catalogazione coatta dell’essere umano occidentale vive un momento si sbandamento con l’introduzione di una nuova generazione, gli Xennial, cioè i nati tra il 1977 e il 1983. La parola è un mash up tra la X e i Millennials.

Si tratta dei pionieri delle nuove tecnologie, di quelli che hanno visto la nascita di internet, degli smartphone, delle app e hanno in sostanza visto il mondo che conoscevano, cambiare repentinamente. Si sono adattati certo meglio di quelli della Generazione X (alla quale appartengo e come vedete sto scrivendo su un papiro con una piuma d’oca).

Sono la generazione dei Goonies e del Nintendo, del floppy e del MiniDisc. Hanno visto i primi cellulari e poi i primi smartphone, hanno conosciuto l’internet 1.0 prima dei social e sono testimoni del più grande cambiamento della società, dai tempi della guerra.

 

 good magazine

 

Sarah Stankorb e Jed Oeldbaum di Good Magazine scrivono: “Siamo atterrati in un luogo accogliente e disastrato allo stesso tempo prima della recessione che ha afflitto i Millennial. Tuttavia eravamo ancora abbastanza giovani quando l’economia è collassata, non avevamo ancora investito molto, non abbiamo perso case e pensioni. A differenza di molti generazione X.”

In pratica, si parla dei trenta-quarantenni che ce la fanno, che non si bloccano come i cani da punta quando devono aprire un’app oppure devono usare Skype, che sanno come accendere l’iPhone e il Mac ma anche che ricordano il Walkman della Sony a cassette e il telefono a gettoni.

Quindi sappiate, irriducibili nostalgici dell’originale contro il remake, dei coin op in sala giochi e del T9, che oggi avete un nome, appartenete a una microgenerazione che vi rispecchia. Possiamo solo immaginare una tavola gigantesca con tutti gli Xennial che all’inizio parlano di lavoro e alla fine della cena cantano insieme le canzoni dei cartoni animati giapponesi. Cheers!

Qui potete fare il quiz del Guardian per capire se ne fate parte o meno.

 

 cosmopolitan

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >