10 motivi inconfutabili per non perdersi una puntata di Uomini & Donne

Avete smesso ai tempi della storia d’amore tra Costantino Vitagliano e Alessandra Pierelli? È il momento di ricominciare

uomini e donne via - Una bella rissa old school, a testate

 

C’è stato un tempo in cui la televisione era tutta campagna e noi ci servivamo del trash come fosse un romanzo di formazione. Prima che esso diventasse camp, cioè consapevole e autocompiaciuto. Era un momento di gloria e di bellezza rinascimentale, sul cui fuoco soffiava il vento dal nome Maria.

Ella ha inventato più meteore di Dio in persona, star che sono apparse sul catodo per un mese, massimo due, per poi fare i debiti con le sostanze durante le ospitate obbligatorie in discoteca e una volta tornate nel giusto oblio, chiedere al benzinaio o alla pizzeria dai quali provenivano di riassumerli, minacciando in caso contrario di darsi fuoco davanti a un inviato di GrandHotel.

O almeno questa è la storia che racconterò ai miei figli.

 

uomini e donne via

Forse non ricorderete ma Uomini & Donne nacque nel 1996 come talk show in cui si discutevano le problematiche di coppia, tipo la separazione o il rapporto coi figli. Una palla che non vi dico. Quello che interessa a noi invece ha avuto luogo dal 2001: un calderone di situazioni borderline in cui dentro ci sono Agenzia Matrimoniale, Tinder, i cinepanettoni, Forum, The Club e gli incipit dei porno senza arrivare al dunque.

Grazie a Maria è stata inventata la figura del/la tronista, una persona migliore di noi, che può scegliere tra decine di pretendenti mediante la danza, gli sguardi e l’esterna. Quest’ultima è una pratica tribale che consiste nell’uscita a due in un locale, nella bevuta, nell’entrata in calore e nel tentativo di monta, la quale non viene mostrata durante la riproposizione video.

In questi giorni U&D è ritornato in auge grazie alla promessa di troni omosessuali, quindi è arrivato il momento di tornare a guardarlo come un tempo, tra una sigaretta truccata e una pizza surgelata.

Nel caso non vi abbia ancora convinto, ecco a mio favore 10 inconfutabili motivi per i quali si parla di imperdibilità.

 

10) Tina Cipollari, l’Anna Magnani di Mediaset

uomini e donne via

È scandaloso che Sua Maestà Tina Cipollari non abbia una sua pagina Wikipedia personale, pertanto non è possibile avere con esattezza se tale perla sia il suo nome vero oppure uno studiato nome d’arte. Tina comunque dovrebbe avere tra i 50 e i 150 anni di età (da sempre) e con tutta probabilità vive in cattività negli studi di U&D, allevata dai macchinisti e dalle truccatrici. La sua missione è rendere con la sua proverbiale verve, il programma simile al battutario dei film di Neri Parenti e di incalzare gli stolti tronisti con domande che rappresentano il paese reale. Diva.

 

9) La nuova faccia di Gianni Sperti

uomini e donne via

Da quando il video della sua caduta di faccia dopo il salto mortale fallace ad Amici è diventato gif, anche il buon Gianni non può più nascondere la figura di guano più catastrofica che la tv ricordi. Fortunatamente il ballerino più fedele a Maria gestisce una pagina Facebook totalmente fenomenale, in cui rilascia a cadenza regolare foto preziosissime, come questa, un recente scatto con Tina Cipollari e un giovane la cui arguta espressione ricorda un po’ Dwayne “The Rock” Johnson. Sperti invece somiglia a un cattivo della Marvel, non trovate?

 

8) Le adorabili risse in studio

uomini-e-donne-instagram-culo via

Capita spesso durante le puntate che due o più esemplari di essere umano si stiano reciprocamente sulle scatole, tanto da prendersi a male parole oppure a spintonarsi e ad appellarsi in guisa di sgualdrina o di mammoletta, specialmente se sono stati avvistati in atteggiamenti troppo provocanti durante le esterne. Questo innesca una rissa durante alla quale parteciperà anche Tina, mentre Gianni Sperti si impaurirà e Maria sorveglierà il tutto dalla sua posizione di pregio, seduta sugli scalini, tra la gente che urla per l’uno o per l’altro contendente.

 

7) La variante Anziani & Anziane

tumblr_nwkozb6PNE1s7ub96o1_400 via

Dal 2010, in questa opera d’arte televisiva è stato introdotto il Trono Over, cioè quello per anziani dai 40 anni in su. Qui il corteggiamento tra vecchi è un po’ meno romantico e più essenziale: si bada ai possedimenti, alle ipoteche, all’eredità, mediante lo storytelling personale. Chi crede però che i vegliardi amanti siano arrugginiti e non abbiano abbastanza energia si sbaglia di grosso. Sovente volano schiaffi morali e fisici, volti a sgamare se l’amante porta il ponte, l’innesto o la dentiera.

 

6) La possibilità di decesso durante le danze

tumblr_n0hav1MMHC1tqcg6no7_500 via

Anche gli anziani si immolano in Dirty Dancing, tra di loro e supportati da Angela Favolosa Cubista, una signora di 325 anni che si veste come sui carri di Viareggio, ancheggiando in modo tutt’altro che provocante. La possibilità remota eppure esistente, è di veder crollare al suolo uno degli ottuagenari durante un ballo al quale cede l’anca o il femore osteoporoso, e voi m’insegnate che a un certa età, ciò potrebbe portare al decesso in diretta tv. Nessuno lo vuole, stiamo solo parlando di possibilità.

 

5) Il tipo alternativo tatuato in faccia

12523836_1153019434741961_5868235457737567537_n via

Sebbene potrei aver perso qualche puntata durante gli ultimi 10 anni, difficile non ridere a questo botta e risposta in cui una ragazza viene avvinta dall’amore per lo sguardo o di questo ragazzo alternativo che tuttavia decide di immolare la sua credibilità sull’altare della televisione. Presto, l’innamorata da casa viene riportata a ragione da un commento sagace di un utente sagace.

 

4) Il ricordo della storia d’amore più bella di tutti i tempi, tra Costantino Vitagliano  e Alessandra Pirelli

Alessandra-Pierelli-e-Costantino-Vitagliano_o_su_horizontal_fixed via

C’ho i brividi. Lui era il più bello di tutti, lei una ragazza semplice e normale, della porta accanto. Carina ma non eccezionale. Una di noi, insomma. Lui scese dal suo trono e scelse lei, con cui passare la vita insieme. Tutta l’Italia si fermò, stretta al petto da una storia d’amore che nemmeno Walt Disney avrebbe saputo inventare. E poi cos’è successo? Si sono lasciati, lei si è rifatta il naso e ha sposato un giocatore di poker mentre lui la sogna ancora, pur godendosi una rinnovata fama trash grazie a The Lady, la web serie di Lory Del Santo. Ma nonostante questo neppure i raggi UVA assunti più volte al giorno possono lenire la sua nostalgia.

 

3) Danielona e il BambaGate

DanielaRainaldidiUominieDonnearrestataperdetenzioneespaccio via

Un giorno qualunque accadde una cosa che nessuno avrebbe mai sospettato. Danielona, una delle più fervide opinioniste tra il pubblico, forte del suo fisico imponente e del suo accento romanesco, fu beccata con 11 grammi di cocaina e un bilancino di precisione. Gli stessi tronisti si divisero, chi l’accusava d’essere una sparasentenze che razzola male, chi invece solidarizzava dicendo che la cocaina alla fine cosa vuoi che faccia. Per la cronaca, Daniela non s’è fatta il gabbio ed è stata assolta dall’accusa di spaccio, però è sempre bello leggerne le gesta.

 

2) Uomini & Uomini /Donne & Donne

Schermata 2016-04-14 alle 15.16.21 via

Questo stralcio da Libero ci informa in modo netto che a settembre ci sarà un trono gay, fortemente voluto da Maria in persona, che vuole rendere l’amore omosessuale una pratica normale, da vivere tutti i giorni senza nascondersi. Ok, magari spettacolarizzandolo un po’, ma diciamolo,  senza locura la vita cosa sarebbe?

 

1) Maria De Filippi

matrimonio maria de filippi

Maria è tutto. C’è posta per te, Uomini & Donne, Amici. Da quando ha sposato il bel Maurizio Costanzo (qui sopra una foto del matrimonio d’amore) ha appaltato la televisione privata e ne ha fatto casa sua. In tutti questi anni ha inventato cantanti, ballerini, comici, personaggi televisivi, signori nessuno che funzionano in discoteca con una naturalezza e una simpatia che la rendono la regina della risata. L’unica che riesce a portare in Italia Kevin Spacey come giudice di Amici o Matthew McConaughey come regalo dietro la busta. Con tutta probabilità ha più potere di Mattarella e se la gioca con Renzi. Ogni paese ha la Hillary Clinton che merita.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >