Perché Striscia la Notizia e Antonio Ricci sono il Male

In 30 anni una certa tv ci ha educato alla derisione degli ultimi

kljgdh via

 

La televisione di oggi non è più quella di 30 anni fa e sui social, difficilmente ci indigniamo per Striscia la Notizia, preferendogli il più moderno Le Iene (come nel caso del servizio tutto sbagliato sui manga e sulla pedopornografia ad essi connessa).

Ogni tanto però occorre ricordarci che, puntuale come la morte, il “Tg satirico” di Canale 5 va in onda ogni giorno dal 1988 e se non sposta il pensiero e il voto come faceva negli anni ’90, ha sempre un certo seguito, specialmente tra il pubblico di una certa età.

Certo, sono passati i tempi in cui era il programma più seguito della tv commerciale, quello condotto da Ezio Greggio e Enzo Iacchetti o da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, con le veline Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia.

 

87554_canalis

 

Durante il ventennio berlusconiano ha accompagnato l’ascesa di Forza Italia, un po’ come il Bagaglino sulla Rai con la DC negli anni ’80, riuscendo a far apparire i politici di una certa area come simpatici, nonostante i loro non trascurabili difetti. Che poi quei difetti fossero talvolta punibili in sede penale, era un altro discorso.

L’altroieri però è andato in onda un servizio orribile, in cui l’inviata Rajae Bezzaz, di origine marocchina, ex Grande Fratello 11, imbastisce un siparietto fuori dal CARA di Bari, il centro d’accoglienza per migranti e richiedenti asilo, in cui mostra alcuni ospiti che tentano di scavalcare la recinzione col filo spinato per uscire fuori, il tutto come se si trattasse di una gara sportiva con tanto di tre figuranti giudici che interpretano l’Italia, la Francia e la Germania.

 

striscia-la-notizia-servizio-migranti-fuga-cara-bari-body-image-1459856827 via

 

Come sapete, dietro Striscia c’è da sempre Antonio Ricci, classe ’50, i cui programmi hanno sdoganato il peggio dell’italiano medio e hanno contribuito a fomentare il paese reale su tematiche che prevederebbero un minimo di approfondimento serio. Non a caso, Ricci è stato il regista dei programmi di Beppe Grillo in Rai, Te la dò io l’America (1980) e Te lo dò io il Brasile (1984), quando il comico genovese faceva ancora le prove generali di populismo.

 

Finita l’esperienza in Rai, Ricci approdò a Mediaset con un programma rivoluzionario, che poi tanto rivoluzionario non era perché sfruttava l’idea di Non Stop, programma Rai del 1977 di Enzo Trapani, quella di far interagire i comici senza presentatore. Stiamo parlando del Drive In, il dizionario dei difetti degli anni ’80.

Ve lo ricordate senz’altro con affetto, ma se guardate una puntata oggi morite d’imbarazzo.

(qui sotto, ospite della trasmissione un giovanissimo Pier Silvio Berlusconi)

 

piesilvio_berlusconi_ieri via

 

L’equivoco più grosso di un programma come Striscia la Notizia, estremizzato poi  nelle sue versioni di stampo paragiornalistico tipo Le Iene, è quella di confondere un servizio “comico”, come si trattasse di un vero e proprio pezzo giornalistico.

A causa di questo fraintendimento durato anni, in prima serata sulla maggiore televisione commerciale italiana va in onda tutte le sere un programma in cui sistematicamente viene sbattuto il mostro in prima pagina, a uso e consumo del pubblico, che è verosimilmente lo stesso che sui social non controlla le fonti e condivide bufale oppure augura la morte di sconosciuti con una leggerezza atroce.

Un pubblico che è stato educato per quasi 30 anni alla sfiducia nei confronti delle istituzioni e che guarda Striscia la Notizia come i Romani guardavano il Circo. Una barbarie consolatrice che raggiunge il proprio apice nel trattare come se fosse uno sketch comico il tentativo di fuga dei migranti. La derisione degli ultimi, questo è ciò che va in onda in tv, nel programma di Antonio Ricci.

Fortunatamente stavolta c’è chi l’ha fatto notare.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >