cosplayer Studio Ghibli
TV e Cinema
di Simone Stefanini 28 Novembre 2016

I film dello Studio Ghibli diventano reali nelle spettacolari foto di una fan

Vorreste vedere i film di Miyazaki e dello Studio Ghibli interpretati da attori veri?

kiki-la-strega raruha

 

Spesso i cosplayer sono visti come persone con un hobby curioso, che li porta a travestirsi da personaggi dei fumetti o dei cartoni animati e che gli altri, non appartenenti alla “setta di iniziati”, non capiranno mai fino in fondo.

In realtà, i cosplayer a volte sono dei professionisti che lavorano nel settore e che grazie alle loro foto e ai loro costumi, fanno vivere dal vivo scene che i fan hanno solo potuto vedere nelle animazioni.

È il caso di Raruhas, una fotografa giapponese innamorata dei film di Hayao Miyazaki e più in generale dello Studio Ghibli, che ha chiamato un po’ di amiche per ricreare le scene dei suoi film preferiti, da La città incantata a Castello nel cielo, passando per Il castello errante di Howl e Kiki consegne a domicilio.

 

 

Come sapete, negli ultimi anni la Disney ha iniziato a produrre film (quelli che i modernisti chiamano live action) tratti dai propri classici a cartone animato. È stato così per Maleficent, preso da La bella addormentata nel bosco, per Cenerentola e per il nuovo La bella e la bestia.

I classici dello Studio Ghibli invece non sono mai stati trasformati in film con attori in carne e ossa e così possiamo solo immaginare come sarebbe stata la storia di Pazu e Sheeta in Castello nel cielo se fosse stato un vero e proprio film. Queste foto ci aiutano a capirlo.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

 

Che dire poi dell’universo surreale de La città incantata, dell’incontro tra Chihiro e Haku nel mondo in cui nulla è come sembra.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

 

Di tutte le storie d’amore dello Studio Ghibli, forse la più bella è quella senza tempo tra Sophie e Howl, all’interno del castello magico.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

 

Raruhas ha reso perfettamente anche l’amicizia tra Kiki e Tombo, che ama il volo e vorrebbe poter planare su una scopa come la la streghetta.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

 

La fotografa/cosplayer non ama solo la filmografia di Hayao Miyazaki, ma anche quella dei suoi colleghi allo Studio Ghibli. In questo caso, Hiroyuki Morita per il suo fantastico La ricompensa del gatto.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

 

Per ultimo, ma non certo per noi, uno dei capolavori dello Studio Ghibli di ogni tempo, l’ultimo film diretto da Isao Takahata, La storia della principessa splendente. Oltre a queste belle foto, se non l’avete mai visto, fatevi un favore e guardatelo, sarete partecipi di un vero e proprio incanto.

 

Le foto di una cosplayer danno vita ai film dello Studio Ghibli raruha

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >