shop TV e Cinema
di Sandro Giorello 20 Settembre 2016

Dal giubbotto alle scarpe, tutto quello che vi serve per diventare Marty McFly in Ritorno al futuro 2

Se siete nati negli anni ’80 non potete chiedere di meglio. Ecco l’outfit completo per il prossimo Halloween

giubbotto-ritorno-al-furo Amazon - Il giubbotto di Ritorno al Futuro 2

 

Non importa se il Ritorno al futuro day era l’anno scorso, ogni occasione è buona per organizzare una maratona dedicata alla mitica trilogia creata da Robert Zemeckis, Bob Gale e Steven Spielberg. E se rivedere i film non basta, ci si può sempre divertire andando in giro vestiti come Marty McFly quando, in Ritorno Futuro 2, ha preso la Delorean ed è andato a scoprire la Hill Valley del furo (che poi sarebbe il nostro presente ma non complichiamo troppo i discorsi).

 

Su Amazon potete trovare l’outfit per vestirvi esattamente come lui. A partire dal cappellino dai mille colori cangianti, fino alla giacca che si asciuga da sola, le scarpe con gli auto-lacci o l’hoverboard con cui Marty scapperà da Biff in una della prime scene del film.

hoverboard-ritorno-al-futuro Amazon - L’hoverboard

 

Ma freniamo subito i facili entusiasmi: per prima cosa, l’hoverboard non vola. Non si tratta del sofisticato skate della Lexus capace di fluttuare nell’aria ma di una semplice e più economica tavola di plastica (costa appena dieci dollari) che potete tenervi sotto il braccio per darvi delle arie. Poi, no, la giacca non è fornita di un sistema che di auto-asciugatura e non regola la taglia elettronicamente a seconda di chi la indossa, è un semplice giubbotto in pelle finta ispirato a quello del film.

scarpe-ritorno-al-futuro geektyrant.com - Le scarpe di Ritorno al Futuro 2

 

Le scarpe, infine, non hanno gli auto-lacci come il modello che produsse la Nike tempo fa ma una semplice fettuccia in feltro con cui assicurarle al vostro polpaccio. Non disperate, potete sempre aggiungere qualche chicca ancora più particolare come l’almanacco sportivo comprato da Marty e poi rubato da Biff causando una serie di conseguenze spazio-temporali mica da ridere in Ritorno al futuro 2 o il libro di science fiction che Doc leggeva nel primo Ritorno al futuro.

 

almanacco-sportivo-ritorno-al-futuro

 

Con una spesa che si aggira intorno al 200 dollari potete arrivare alla prossima festa di Hallowen fingendo di essere Marty McFly del secondo episodio della saga. Se siete nati negli anni ’80 non potreste chiedere di meglio.

 

FONTE |  boingboing.net

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >