Daenerys Targaryen di Game of Thrones è l’unica salvezza per la sinistra italiana su Facebook

Abbiamo intervistato l’admin di Comunisti per Daenerys Targaryen, la pagina Facebook rivelazione che spiega benissimo la sinistra italiana

 comunisti per daenerys targaryen

 

Comunisti per Daenerys Targaryen é la nuova pagina tormentone di Facebook, che grazie a meme e status satirici, spiega il PD e la politica italiana meglio di qualunque altra.

Se siete fan di Game of Thrones, saprete che Daenerys è la regina che libera i popoli oppressi dalla schiavitù dei padroni, e che finalmente nella nuova stagione approderà a Westeros, dove si svolgono gli intrighi di potere per sedere sul Trono di Spade.

Grazie al suo carisma e con l’ausilio dei suoi draghi, riesce a ricondurre i padroni a ragione, oppure a morte atroce, dunque si presenta come la più valida alternativa al PD e a Renzi che potremmo avere oggi in Italia.

 

 

 

Correlati alla pagina ci sono il gruppo chiuso Il Soviet di Comunisti per Daenerys Targaryen e l’evento Rivoluzione comunista ad Approdo del Re, giusto per far capire che qui si fa sul serio.

Il contenuto più virale della pagina è la maratona Mentana con i sottotitoli riguardanti la rivoluzione comunista operata a Daenerys a Westeros, nel quale Enrico Mentana chiede lumi a Cazzullo e Da Milano, si collega con Alessandra Sardoni e segue in diretta i sondaggi di Masia. Sono 101 foto, guardatele tutte per capire cos’è, oggi, il genio sui social. A questo proposito abbiamo fatto qualche domanda all’admin della pagina, Jacopo Di Miceli: 28 anni, torinese che vive a Milano per lavoro.

 

 comunisti per daenerys targaryen

 

Com’è nata l’idea di proclamare Daenerys come capo indiscusso della nuova sinistra?
Ho creato la pagina nel maggio 2015, mentre mi documentavo per scrivere un articolo poi uscito su Tagli, la rivista che amministro insieme ad altri amici, con il titolo Il Trono di Spade descrive il nuovo feudalesimo in cui viviamo . Ho subito pensato che sarebbe stato divertente immaginare che gli orfani della sinistra italiana, soprattutto i comunisti, potessero incoronare come leader l’eroina di un mondo di fantasia. Anche perché, paradossalmente, la politica in Game of Thrones è molto più appassionante e stimolante rispetto a quella reale. Daenerys è carismatica, risoluta, e soprattutto sta dalla parte degli ultimi e del popolo: in un certo senso, tutto il contrario della sinistra attuale. Solo più tardi ho scoperto che Pablo Iglesias, il leader di Podemos, ha scritto un saggio su Game of Thrones in cui Daenerys diventa un modello da seguire.

Quindi se Dany fosse l’Enrico Berlinguer o il Mario Capanna del 2017, Cersei chi sarebbe?
Cersei sarebbe di sicuro l’erede di Margaret Thatcher, Theresa May: non è difficile immaginare la regina Lannister mentre afferma che la società non esiste e che esistono solo gli individui. In fondo, quello che stiamo vivendo con la crisi economica, è un ripiegamento tutto feudale nella sfera del privato. L’ultima preoccupazione di Cersei è infatti dirottare il denaro del reame dai festeggiamenti matrimoniali dei figli ai poveri della capitale, per questo stringe un’alleanza strategica con i fanatici religiosi dell’Alto Passero. La carità prevale sul welfare.

 

 comunisti per daenerys targaryen

 

Continuiamo col giochino: Jon Snow e Tyrion, a quale partito apparterrebbero?
Jon Snow e Tyrion, soprattutto il primo, sarebbero due socialisti vecchio stampo, di quelli che non si vedono più. Con Daenerys sono gli unici aristocratici della serie che provano un po’ di empatia nei confronti di chi non ha un titolo nobiliare.

Come finirà questa epica battaglia per il ritorno del comunismo a Westeros?
Finora la mente sadica di Martin ha risparmiato la vita a Daenerys, ma temo che sarebbe troppo scontato e prevedibile il classico lieto fine in cui lei sale sul trono e tutti vivono felici e contenti. Qualcosa di inaspettato accadrà di certo, forse ci sarà un’evoluzione nel carattere di Daenerys. Non sarei sorpreso di assistere a una svolta “stalinista”, un’inversione a “U” dal “comunismo gentile” che l’ha contrassegnata fino a ora.

 

 comunisti per daenerys targaryen

 

Chissà perché, ma in questi tempi bui non ci dispiacerebbe per niente essere amministrati da Daenerys per una o più legislature.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >