Il gioco da tavolo di Paura e delirio a Las Vegas esiste davvero

Come sia possibile ricavare un gioco da tavolo dal film più allucinante di sempre lo sa solo l’artista Alex Baldwin

 

Il sogno di ogni sperimentatore psicotropo è diventato realtà. Se leggete questo articolo, significa che siete fan di Paura e Delirio a Las Vegas, il film del geniale Terry Gilliam (che abbiamo incontrato l’anno scorso) sull’autobiografia del giornalista Hunter S. Thompson, con Johnny Depp e Benicio Del Toro in fortissima, pronti per un bel TSO collettivo.

Johnny è Raoul Duke (alias di Hunter), un reporter che deve fare un articolo su una gara motociclistica off road e si dirige a Las Vegas con il suo avvocato samoano Gonzo. Insieme faranno ogni sorta di droga allucinogena possibile e arriveranno a vivere avventure allucinanti.

 

tumblr_o2wohcLDmu1tv3n1ro1_500 via

 

Come sia possibile basare su questa storia un gioco da tavolo, lo sa solo l’artista Alex Baldwin, che ha concepito questa vera e propria perla di pop art. Qui sotto potete vedere tutte le varie fasi del gioco, che andremo a spiegare dopo.

 

 

Le regole spiegate in breve: prima di iniziare, ogni giocatore tira fuori 20$. Chi finisce il gioco, si becca tutto il malloppo. Poi il primo tira il dado e muove la sua pedina. Ci sono tre spazi differenti su cui atterrare: sul giallo ti devi fare un certo quantitativo di droga specifica, sul blu devi fare un’avventura o una cosa divertente, mentre sul rosso devi proprio fare delle sfide che saranno un bel casino, perché sarete già sotto l’effetto di varie droghe.

 

 

las-vegas-rules via

 

Sembra proprio una roba di quelle sconvolgenti, nel vero senso della parola. Di sicuro è una provocazione perfettamente eseguita. Guardate che bellezza la scatola da gioco, la valigia di Gonzo piena di tutte le droghe possibili e immaginabili.

 

 via

 

Ora dobbiamo fare i seri e dirvi di non provare questo gioco, perché potreste rimanerci scemi o secchi e perché è illegale. Si tratta di una provocazione artistica che (purtroppo?) non sarà mai in vendita. Potete dunque stare tranquilli, non dovrete avere a che fare con l’F.B.I. mentre siete al secondo round, né dovrete chiamare l’ambulanza.

Vi ricordiamo infatti che i due del film, di droga se ne fanno un po’ troppa. Una delle sequenze di culto è proprio quella in cui Johnny Depp, completamente pieno di acido, entra nell’hotel e inizia il bad trip in cui tutti quelli che incontra diventano mostruosi. Sareste in grado di reggere una botta così grossa?

 

FONTE | Dangerous Minds

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >