TV e Cinema
di Chiara Minetti 15 Maggio 2012

Green Film: 18 tra i film più famosi che trattano tematiche ambientali

Una lista dei 18 top green film.

Una scomoda verità

Diretto da Davis Guggenheim, il film riguarda il problema mondiale del riscaldamento globale, e ha come protagonista l’ex vicepresidente degli Stati Uniti d’America, Al Gore. Si basa in larga parte su una presentazione multimediale che Gore crea e sviluppa durante molti anni come parte della sua campagna di informazione sui cambiamenti climatici.

Erin Brockovich – Forte come la verità

Julia Roberts interpreta Erin Brockovich, una segretaria precaria di uno studio legale, che indaga su una multinazionale colpevole di avere contaminato le falde acquifere di una cittadina californiana provocando tumori ai residenti. Il film è tratto da una storia vera.

Il popolo migratore

Il documentario è diretto da Jacques Perrin. Il regista, per 4 anni,  ha seguito le migrazioni degli uccelli  da un continente all’altro dispiegando mezzi e uomini senza lesinare: piloti, deltaplani, specialisti di uccelli e di venti. Perrin non si limita al documento ma ci aggiunge anche un po’ di fiction.

Sindrome cinese

Film del 1979 diretto da James Bridges. La pellicola tratta dei pericoli dell’energia nucleare, e fu uno dei primi film di successo di Michael Douglas assieme a un’attrice già affermata (e nota per le sue battaglie ambientaliste) come Jane Fonda e a una “vecchia gloria” di Hollywood, Jack Lemmon, che vinse il  premio per la miglior interpretazione al Festival di Cannes.

Silkwood

Basato su una storia vera, Silkwood approfondisce le circostanze della morte sospetta di Karen Silkwood, un lavoratore di un impianto di trattamento del plutonio. Meryl Streep e Cher furono candidate agli Oscar, e Kurt Russell fu molto elogiato dalla critica.

A Civil Action

Erin Brockovich al maschile: un avvocato di Boston fa causa a 2 industrie responsabili di avere causato leucemie e di aver inquinato la falda acquifera della piccola comunità di Woburn. A Civil Action ha conquistato pubblico e critica, ed è stato due nomination agli Academy Awards.

Gorilla nella nebbia: la storia di Dian Fossey

 Sigourney Weaver ha interpretato Dian Fossey, una studiosa che ha dedicato oltre 20 anni della sua vita a difendere e a studiare i gorilla del Ruanda, prima di morire misteriosamente. La Weaver ha vinto un Golden Globe ed è stato nominata agli Oscar per la sua performance.

The Day After Tomorrow – L’alba del giorno dopo

Nonostante il film sia nato soprattutto per tirar su un po’ di soldi, è stato catalizzatore di molte discussioni sul surriscaldamento globale.

Chinatown

Interpretato da Jack Nicholson e Faye Dunaway, il film di Roman Polanski ha vinto un Academy Award nel 1975 per la migliore sceneggiatura originale, ed è stato nominato a 10 Oscars. Oltre al delitto, all’adulterio e all’inganno, la trama ruota intorno a dighe, siccità, agricoltura, e approvvigionamento idrico.

Hoot

È la storia di tre ragazzi disposti a fare qualsiasi cosa pur di salvare i gufi in via di estinzione.

The end of Suburbia

È il primo e il più celebre film sul picco del petrolio. Centrato principalmente sul fenomeno degli enormi sobborghi americani, che vivono solo grazie al petrolio a basso prezzo, ne esamina il preoccupante futuro attraverso documenti storici, interviste, opinioni.

Blue vinyl

Il documentario diretto da Daniel B. GoldJudithHelfand indaga gli effetti negativi della produzione, uso e smaltimento del cloruro di polivinile, concentrandosi sulle comunità di Lake Charles e Mossville, Louisiana, e Venezia.

Happy Feet

Il film d’animazione sui pinguini ha attirato molte polemiche, soprattutto da parte della frangia conservatrice americana perchè, oltre al palese messaggio ecologista, è ricco di messaggi subliminali che incitano al comunismo, all’integrazione degli immigrati e ad altre ideologie tipiche della politica di sinistra.

Chi ha ucciso l’auto elettrica?

Narrato da Martin Sheen, Chi ha ucciso l’auto elettrica? traccia l’ascesa e la prematura caduta dell’ auto elettrica negli Stati Uniti. Il documentario contiene inoltre interviste a Tom Hanks, Mel Gibson, e all’ex-capo della CIA James Woolsey.

Fire Down Below

Un divertentissimo film d’azione interpretato da Steven Seagal e Kris Kristofferson. L’agente speciale Jack Taggart indaga l’illegale eliminazione dei rifiuti tossici da parte di Orin Hammer, uomo d’affari e criminale senza scrupoli.

FernGully – Le avventure di Zak e Crysta

La trama è tratta dal libro FernGully di Diana Young e parla di progresso ed ecologia. Il film è il primo di una serie di tre film d’animazione prodotti dalla Fox nei primi anni novanta, che comprende anche “C’era una volta la foresta” e”Pagemaster L’avventura meravigliosa”.

2002: la seconda odissea

La Terra, reduce da una catastrofe atomica ma tuttavia incamminata sulla strada del progresso indiscriminato, ha del tutto sacrificato la vegetazione per far posto alla tecnologia. Le ultime isole naturali sono state trasferite nello spazio, sulla gigantesca nave spaziale Valley Forge, gestita dal comandante Lowell Freeman e da tre esperti collaboratori, veri e propri robot.

La principessa Mononoke 

Tutti i film di Hayao Miyazaki trattano il rapporto tra uomo e natura. La principessa Mononoke in particolare si concentra sulla lotta tra i guardiani sovrannaturali che proteggono la foresta e gli umani, bisognosi di risorse, che quella stessa foresta vogliono distruggere.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >