TV e Cinema
di Simone Stefanini 6 Settembre 2018

Compie 35 anni il cartone di He Man e i Dominatori dell’Universo

Disegni sbilenchi, poca azione, dialoghi ridicoli, eppure He Man e i Masters of the Universe è diventato un classico di culto

he-man-masters cartoon network

Vi ricordate il cartone animato in cui He Man, un culturista ariano coi capelli della Carrà sfidava Skeletor, altro culturista di pelle blu con la faccia da teschio? Di sicuro se siete stati bambini a metà degli anni ’80 ne avrete vista almeno una puntata. Oggi, se andate su Netflix, troverete tutte le puntate  di He Man and the Masters of the Universe, la serie animata della Filmation nata per supportare le action figures della Mattel.

La sigla resta insuperabile, una fanfara di synth che farebbe crescere gli addominali anche alle meduse, per fare spazio alla spiegazione didascalica di come il Principe Adam sia diventato He Man quando, del tutto a caso (sono state elaborate molte teorie sul motivo, dai film ai fumetti), si è trovato sotto il Castello di Greyskull e ha urlato “Per il potere di Greyskull, a me il potereeee!”

 

 

I disegni, diciamolo pure, erano un po’ così, fatti con la mano sinistra. Proporzioni a caso, incertezze anatomiche, rigonfiamenti di muscoli là dove in natura non esisterebbero e così via, ma che gioia poter vedere i miei eroi in azione.

Da una parte i buoni: di He Man ne abbiamo già parlato, poi c’era Orko, un trollan, il giullare di corte che anima la linea comica dello show, seguito da Teela, l’amica del cuore di Adam/He Man, figlia di Man At Arms, il capo delle guardie di Re Randor e Sorceress, una maga che si trasforma in falco. Dalla parte dei cattivi, i miei preferiti in verità, oltre al succitato Skeletor, la sua servitrice Evil Lyn (con la quale a differenza di He Man, sospetto Skeletor facesse le zozzerie), Beast Man (l’uomo animale), Mer Man (il signore degli abissi), Trap Jaw, un mezzo umano mezzo cyborg e Tri Klops: la spia, l’infame.

 

La più bella uscita di scena di tutti i tempi  La più bella uscita di scena di tutti i tempi

 

Ce ne sarebbero molti altri di protagonisti, ma meglio fermarci qui. Tenete presente che He Man ha anche altri nemici, venuti da altri tempi e altri mondi, come Hordak e Kobra Khan, con tutti i loro seguaci crudeli. Ha pure una sorella gemella, She Ra, che a sua volta si trasforma in supereroina per il cartone animato gemello, una specie di Masters per ragazzine.

 

tumblr_n7g13mD4SP1spj3v5o1_400  Tutto ok.

 

Le caratteristiche del cartone dei Masters sono poche ma inequivocabili: i disegni sbilenchi, i tanti dialoghi e la poca azione, e i molti momenti equivocabili, che lo collocavano già  ai tempi come una sorta di sit com animata dal titolo gay ingenui.

 

giphy_2  Ehm…

 

Ma la certezza di ogni episodio era la lezione di vita, la morale finale. Si perché i supereroi machi, che si contendevano l’universo a forza di botte, alla fine di ogni puntata spiegavano ai ragazzini che un amico è per sempre, che i genitori vanno rispettati, che bisogna sempre dire la verità, che non bisogna rubare ecc. ecc. Non vi sembrano motivi assolutamente giusti per proporre una futura canonizzazione di He Man e soci? 

 

Se proprio non potete stare senza, sappiate che c’è qualcuno là fuori che sta preparando un’altra puntatona  nello stile approssimativo del cartone animato classico. Giusto per non diventare mai grandi.

Se poi possedete ancora le action figure originali, custoditele a costo della vostra stessa vita. Io ne avevo un po’ di questi ragazzoni tutto muscoli e spesso ci giocavo coi miei amici, che a dirla tutta ne avevano più di me e vincevano sempre, inventando regole ad hoc per gabbarmi. Poi passa il tempo, subentra la passione per le ragazze e i poveri Masters, abbandonati, hanno giaciuto dentro scatoloni impolverati che un giorno mia madre, per un orribile vizio che hanno quasi tutte le madri, ha deciso arbitrariamente di buttare via. Oggi, adulto quanto basta, sono stato costretto a elaborare il lutto ricomprando tutto e di più su Ebay, facendomi spedire i machi di plastica da Inghilterra o Germania, quando va bene, a prezzi folli.

Mai, mai buttare via i giocattoli.

 

801_He-Man and the Masters of the Universe_iocero_2013_04_03_23_52_18_he-man-pubblicità iocero.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >