È iniziata l’ultima stagione di The Leftovers, giusto in tempo per non capirci niente

Contiene qualche SPOILER sulla terza stagione, leggete a vostro rischio e pericolo

ATTENZIONE: SPOILER sull’episodio 3×01

Il 16 aprile,  guarda caso Pasqua di Risurrezione, è risorta anche The Leftovers, la serie tv HBO firmata da Damon Lindelof e tratta dal libro di Tom Perrotta, quella in cui, in un giorno qualunque di ottobre, il 2% della popolazione del mondo sparisce nel nulla.

140 milioni di persone che non ci sono più, né morte né vive, semplicemente svanite. Ogni famiglia ha un lutto in casa, chi ha sfiga ne ha un bel po’ e questo incipit, già bello assurdo di suo, è acqua di rose in confronto a ciò che viene dopo.

Di motivi per guardare la terza e ultima stagione della serie, ce ne sono molti, a partire dal protagonista Justin Theroux, per i meno avvezzi alla serie, colui che ha conquistato il cuore di Jennifer Aniston dopo la batosta Brad Pitt, ma anche attore lynchiano e scrittore di Zoolander. Diciamola tutta, Justin è bono da fare schifo, ha un fisico di quelli che gli addominali sembrano uscire da posti in cui non dovrebbero neanche esserci dei muscoli e li mostra sovente nello show. Oltretutto sembra che nella nuova stagione sia diventato una specie di immortale nella cittadina di Miracle, un Gesù moderno quasi più bello di quello vintage.

 

 designntrend

 

La moglie di Kevin Garvey (il personaggio di Justin) è Nora Durst, interpretata da Carrie Coon, e alla fine del primo episodio di questa nuova serie ci farà cacare mattoni dalla paura. L’episodio si svolge in un futuro prossimo rispetto alla seconda stagione. Sembra ci sia stato un attentato che ha ucciso tutti i  Colpevoli Sopravvissuti, ma la strage è stata insabbiata. Ora i Garvey, i Jamison e i Murphy vivono tutti insieme felicemente, frodando i creduloni e accoppiandosi tra di loro a Miracle. Intanto il reverendo Matt Jamison annuncia la prossima fine del mondo, come al solito.

 

 indiewire

 

Era molto attesa la sequenza dei titoli di testa, dal momento che ogni stagione cambia e diventa sempre più arty. Stavolta niente musica greve su dipinti rinascimentali né country su foto vaporwave, ma un’introduzione a ogni personaggio che però è una roba in stile setta religiosa dell’800, oltremodo criptica.

 

 

Come finirà la serie? In molti si aspettano la cazzatona finale alla Lost, tipo il sogno di uno dei protagonisti o roba del genere, ma Lindelof, che da Lost ci proviene, non farà lo stesso errore. Forse finirà davvero il mondo e ciao a tutti, oppure Kevin Garvey diventerà il prossimo Gesù e allora ci immaginiamo quante adepte recupererebbe.

 

 

Speriamo in un finale ansiogeno e maledetto come quello della seconda stagione, in cui Kevin entra ed esce dal regno dei morti che è un hotel in cui accade di tutto e si salva il mondo col karaoke di Simon e Garfunkel. Con queste premesse e con tutte le questioni aperte (Dov’è finita la moglie di Murphy? I Colpevoli Sopravvissuti sono davvero morti? Che succede se Kevin abbandona Miracle? La moglie ex comatosa del Reverendo lascerà davvero la città? Che cazzo è successo a Nora? Giusto le prime domande), sarà una stagione che di sicuro ci terrà incollati al torrent e ai sub, dal momento che quest’anno Sky non la sta dando on demand, per nessuna ragione plausibile. Uno dei tanti segni che THE END IS NEAR.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >