Lo skate e il disagio degli anni 90 nel primo film di Jonah Hill

Il primo film di Jonah Hill si intitola Mid90s ed è un tuffo nel cuore del disagio giovanile degli anni 90

Jonah Hill lo conoscete tutti: neanche 40enne ha già ricevuto due nomination agli Oscar per il miglior attore non protagonista per L’arte di vincere (2011) e The wolf of Wall Street (2013). La recitazione però non è il suo unico obiettivo nella vita: ha già fatto il comico, il produttore e lo sceneggiatore, fino ad approdare alla regia per il suo primo film che uscirà negli Stati Uniti il 19 ottobre 2018 e si intitolerà Mid90s.

La pellicola, come già spiega il titolo. sarà una full immersion negli anni ’90 e seguirà il tredicenne Stevie (Sunny Suljic) durante un’estate che cambierà la sua vita per sempre, in una Los Angeles che sembra uscire da un video di skate del periodo.

Non ci sarà tanto da ridere però, il film avrà anche momenti drammatici, specialmente per quanto riguarda la storia familiare di Stevie. Sarà un vero trip nel cuore degli anni ’90, un tuffo nel disagio di quegli anni magnifici e terribili.

 

CORRELATI >