Oggi Francesco Facchinetti compie 36 anni: la sua vita straordinaria riassunta in 10 eventi chiave

Da sempre, la sua missione è sfidare il buon gusto, disciplina nella quale non è secondo a nessuno

gsjdfkjh lanostratv.it - È anche un bel manzo

 

Signori, oggi festeggiamo i 36 anni di uno dei più grandi showman che il nostro paese abbia avuto negli ultimi 36 anni. Un pioniere, un rapper, un padre, un amante, un bell’uomo, un nerd, un infaticabile inventore, un collezionista di fail, un presentatore, una persona buona e giusta: l’inossidabile Francesco Facchinetti.

Egli vive i suoi giorni al massimo, rendendoli straordinari e meritevoli di essere raccontati. Una storia, la sua, degna di Big Fish di Tim Burton, che andiamo a riassumere in 10 eventi chiave che faranno scoppiare l’invidiometro.

 

1) Il 2 maggio 1980 nasce il figlio dei Pooh

1424255423_1 gossip.it

All’alba del decennio più spericolato della storia recente d’Italia, ecco giungere al mondo Francesco Facchinetti. Nato da uno degli acuti del padre Roby, esce direttamente dalla sua ugola d’uranio per sfidare il buon gusto nei decenni successivi. Una battaglia che l’ha sempre e dico sempre visto vincitore. Una missione, la sua, per la quale lo rispettiamo tantissimo.

 

2) Da adolescente frequenta Comunione e Liberazione

Schermata 2016-04-29 alle 16.07.54 dagospia.com

Beh, che volete che vi dica, da quando Bertinotti ci si trova bene, CL è stata sdoganata. Sappiate però che Francesco, sino all’età di 7 anni,  ha vissuto tra Mariano Comense e una comune in cui risiedeva stabilmente la madre, hippie e cattolica. Era pure dislessico. Una storia di quelle nate per fare storia. La foto, tuttavia, è messa solo per creare scandalo e non si riferisce a quegli anni pii.

 

3) Si taglia i capelli a matto e canta La canzone del capitano

Con il look tipico dei punkabbestia davanti alla stazione, si ricicla rapper con un pezzo prodotto da Cecchetto che fa il botto. Lui intanto si fa chiamare DJ Francesco e niente, oggi la Canzone del capitano è una di quelle richiestissime ai balli di gruppo nelle località turistiche ma non troppo. Nel video però c’era un sacco di figa. Comunque pronti alla notizia? Il brano è, con oltre 1.600.000 copie vendute, il singolo più venduto in Italia nel XXI secolo. Ciao.

 

4) Nel 2003 è la rivelazione dell’anno per gli Italian Music Awards e il disco Bella di padella diventa doppio platino

11934027_500_500 musixmatch.com

Italia, paese di vigliacchi. Alzate un po’ la mano se nel 2004, mentre al cinema c’erano Eternal Sunshine of a Spotless Mind o Lost in Traslation, voi che oggi fare i super hipster avete comprato una copia contenente il doppio cd denominato Bella di padella. Ah, tutti con le mani abbassate, eh? Codardi.

 

5) Nel 2004 partecipa all’Isola dei Famosi e si bomba Aida Yespica

l43-aida-yespica-vacanze-130710181229_big lettera43.it

Non si trovano più i video dell’amore carnale tra il cantante showman Francesco e la bellissima modella venezuelana (di cui disponiamo un comodo contributo della regia qui sopra), eppure io mi ricordo come fosse ora dei due che nuotavano nel mare blu dell’incoscienza, alla ricerca di un golfo o di un’insenatura dove nascondersi per ingropparsi senza essere ripresi dalle telecamere di mamma Rai. Una vita al massimo.

 

6) Dal 2008 conduce tre edizioni di X Factor

francesco-facchinetti-x-factor buzznews.it

Oltre alla rinomata codardia, siamo anche un popolo con la memoria corta, e allora oggi X Factor lo associamo alla mega produzione di Sky, ad Alessandro Cattelan e agli ospiti internazionali. C’è stato un tempo, invece, in cui il format se lo accollava RaiDue, in chiaro, ed era condotto proprio da Francesco, mentre tra i giudici c’erano Simona Ventura, Claudia Mori, Mara Maionchi e Anna Tatangelo. Che tempi memorabili, amici.

 

7) Nel 2011 procrea insieme ad Alessia Marcuzzi

0001937253-1010_650x0 bergamosera.it

Belli, alti, biondi e con gli occhi chiari. Nati per procreare, e così fu. Insieme hanno concepito la figlia Mia e poi si sono separati, pur mantenendo rapporti distesi. Oggi Francesco ha 3 figli, gli altri due concepiti insieme alla moglie Wilma Helena Faissol, anch’essa bella, alta e bionda. Possiamo essere ironici quanto ci pare, ma c’è un campo in cui Francesco ci batte tutti. È chiaro a tutti quale.

 

8) Nel 2014 si vuole comprare un paese.

Consonno-5-agosto-1-510x340 rockit.it

Come da precedente articolo, Francesco, con tutti i soldi che gli avete dato acquistando Bella di Padella senza farvi sgamare, ha manifestato il desiderio di comprare il paesino di Consonno, frazione di Olginate in provincia di Lecco. la sua dichiarazione:“Voglio comprarla per creare finalmente una palestra di creatività per i tanti giovani che non hanno spazio. In America c’è la Silicon Valley, lì chiunque ha un’idea può andare e trovare qualcuno che lo ascolta. Vorrei fosse così anche per Consonno. Spero di trovare dei finanziatori che vogliano sviluppare questo progetto insieme a me.” 

 

9) Nel gennaio di quest’anno lancia una app uguale a WhatsApp 

Con una faccia che in confronto il bronzo è malleabile, Francesco declama di aver lanciato la migliore applicazione per comunicare al mondo. Si chiama CiaoIM e si scarica dai vari shop dei telefonini. L’unica cosa è che è uguale a WhatsApp e che l’altra app è un tantinello più utilizzata, ma sarebbe da brutte persone riferirglielo.

 

10) Un mese dopo fonda un movimento politico. 

snnsjjnaiiamm-680x366

Vedete com’è la vita? Francesco ha tutte le fortune del mondo e non si accontenta. Sotto quella faccia da bravo ragazzo c’è un rettiliano che ambisce a dominare il mondo. Sarà per questo che ultimamente ha voluto anche fondare un movimento politico per aiutare la gente. Che poi la stessa gente lo abbia trollato votando il nome F.I.G.A, quello è un altro discorso. Buon compleanno, campione.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >