TV e Cinema
di Sandro Giorello 5 Gennaio 2017

Le regole fondamentali da seguire per fare la perfetta maratona di serie tv

Winter is coming, ma per davvero: perché non combattere il freddo insieme alle nostre serie preferite?

Il meteo parla chiaro, le correnti gelide artiche in rapida discesa dal Nord Europa ci costringeranno a stare in casa per tutto il ponte della befana e probabilmente anche dopo. Che si fa? Noi vi consigliamo una bella maratona di serie tv.

 

 

Se siete dei fan delle serie tv è come passare un weekend fuori porta con i vostri amici più cari. Vi chiudete in una bolla magica e rimandate le vostre preoccupazioni a quando sarà tutto finito. E poi le maratone non sono nemmeno così massacranti come si pensa: escluse quelle da 24 puntate, che ormai sono sempre meno, un’intera stagione dura circa nove ore, vuol dire che se la iniziate il venerdì a cena, sabato pomeriggio l’avete già finita, senza notti insonni e prendendovi tranquillamente i vostri tempi.

 

 

Come ci si prepara? Ognuno si allena come crede, ma il primo passo è uguale per tutti: va scelta la serie giusta. A meno che siate obbligati a fare un recuperone per mettervi in pari con la nuova stagione che sta per cominciare, vi consigliamo di scegliere titoli non troppo pesanti e che sappiano giocare con più elementi diversi – scene azione, l’amore, momenti comici – e non girino ossessivamente solo su un unico argomento. Ovviamente questo dipende dai gusti personali, ma se, ad esempio, una puntata di Black Mirror vi impegna più di una lezione all’Università o se The Night Of vi mette troppa ansia, difficilmente riuscirete ad arrivare in scioltezza fino all’ultima puntata.

 

Perché, ovviamente, l’obiettivo di una maratona è quello di essere portata a termine, se ci sono inconvenienti o distrazioni che interrompono il flusso delle puntate è finita. Sono sempre le cose più banali a fregarvi: se le guarderete su Netflix vi servirà una connessione decente – la maratona è sconsigliata, quindi, quando tornate a casa dai genitori per le feste e retrocedete al modem 56k – e sappiate che il karma e il famoso Dio del buffering spesso agiscono insieme punendovi nei modi più sadici.

 

 

Se invece le recuperate in modi diversamente legali, accertatevi che tutto sia funzionante e controllate bene ogni sottotitolo. Prima di iniziare la maratona fate un piccolo check affinché ogni puntata sia ben sincronizzata, non c’è niente di più antipatico di doversi fermare per scaricarne di nuovi o impazzire dietro ai controlli del vostro programma video. Ci sono squadre del MIT di Boston che stanno attualmente studiando come mai il sottotitolo rallenti sempre nei momenti cruciali o, peggio, a volte anticipi le battute spoilerandovi chi è l’assassino. Quando succede non resta che invocare tutti i santi, a volumi che vi faranno sentire fino all’attico.

 

 

Regola a parte: evitate di scegliere i sottotitoli in inglese solo per fare i fighi e vantarvi in chat con gli amici, avete davanti parecchie puntate da vedere, è un impegno che va preso con serietà. Perché rischiare di andare in crisi appena nella scena compare il classico spacciatore di Brooklyn il cui slang è incomprensibile anche per un madrelingua?

Spegnete il cellulare, i messaggi di WhatsApp potrebbero distrarvi e magari vi chiama pure qualcuno invitandovi ad uscire (giammai!). Concedetevi il lusso di farvi consegnare il pranzo e la cena a domicilio riducendo il “problema pasti” al minimo, dovrete buttare poi la spazzatura ma potrete sicuramente procrastinare. Al mattino, invece, cornetto e cappuccino al bar. Un po’ di aria fresca vi farà bene. Ma senza esagerare.

 

La maglietta giusta per ogni maratona che si rispetti juliandickinson.myzen.co.uk - La maglietta giusta per ogni maratona che si rispetti

 

In compagnia o da soli? Avere un partner è sempre una bella cosa, non c’è niente di meglio di qualcuno con cui scherzare quando il ritmo della puntata rallenta un po’. Se poi l’intreccio è particolarmente complicato, due cervelli sono sempre meglio di uno per analizzare a dovere le scene. La grandissima controindicazione nell’affrontare una maratona in coppia è quando il vostro lui/la vostra lei tende ad abbioccarsi sul divano mandando a monte l’intero weekend. A quel punto o continuate in solitaria (e non c’è bisogno di pensare a doppi sensi) oppure vi tocca trovare qualcosa da fare posticipando tutto di qualche ora.

 

 

Effetti collaterali: mal di testa, spossatezza, problemi nel gestire l’alternanza notte-giorno o, peggio, non distinguere la realtà dalla finzione. Tra gli esempi più classici: rispondere in romanaccio al vostro padrone di casa dopo due stagioni di Romanzo Criminale o, in preda alle visioni, affacciarvi al balcone pensando di essere Jude Law in piazza San Pietro. Oppure credere che alcuni messaggi che trovate per strada siano rivolti a voi.

 

Una foto pubblicata da Sandro Giorello (@sandro_giorello) in data:

Ma in cambio avrete anche tante cose belle. La maratona c’entra più con lo spirito che con la mente, uno non l’organizza solo per aumentare il proprio catalogo di serie viste, è un onesto e sentito tributo a persone di talento che hanno scritto e realizzato show importanti. Hanno dato il Nobel a Bob Dylan, prima o poi lo riceverà anche Aaron Sorkin o la coppia Benioff e Weiss. E, se mai decideste di rivedere una serie che avete già visto, scoprirete tanti dettagli – tipo vere epifanie – che in altre condizioni non avreste mai colto.

Alla fine è come l’appassionato che ritorna in sala ogni volta che ridanno il suo film preferito, serve giusto più tempo (molto di più, in realtà). Fidatevi, ne varrà la pena.

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >