TV e Cinema
di Marco Villa 27 Dicembre 2014

Abbiamo visto The Interview, il film che non sarebbe dovuto uscire

Il film più discusso dell’anno è finalmente uscito.

o-THE-INTERVIEW-TRAILER-facebook

La storia ha monopolizzato i siti di spettacolo di tutto il mondo per diverse settimane, sconfinando spesso nelle pagine di politica e attualità: il 24 novembre un attacco informatico colpisce Sony Pictures, una delle major cinematografiche. L’attacco porta alla diffusione online di grandi quantità di scambi di e-mail tra dipendenti e dirigenti, che contengono informazioni sensibili non solo sulle dinamiche interne di Sony, ma anche su compensi e trattamento di diverse star del cinema. In più, vengono diffusi online film ancora non usciti nelle sale.

L’attacco viene rivendicato da un gruppo di hacker che si fa chiamare Guardians of Peace e, dopo giorni di analisi e dibattiti, il 19 dicembre l’FBI pubblica una nota in cui l’azione viene collegata ad altre simili, messe in atto da gruppi vicini al governo della Corea del Nord. È il sigillo finale: già nei giorni precedenti si era discusso di come tutto potesse girare intorno all’uscita nella sale di “The Interview”, commedia scritta e diretta da Seth Rogen ed Evan Goldberg, con James Franco nel ruolo di protagonista. La nota dell’FBI suona come una conferma.

interview

Perché un film dovrebbe scatenare l’ira di un governo e spingere all’azione un gruppo di hacker? Semplice: perché il film in questione racconta del tentativo della CIA di uccidere il leader coreano Kim Jong-un, servendosi di due giornalisti (Rogen e Franco) che si recano a Pyongyang per intervistarlo.

Se la vicenda sembra già grottesca, si arriva poi al capolavoro finale: dopo aver ricevuto minacce di possibili attentati contro gli spettatori del film in caso di uscita nelle sale, Sony cancella la release della pellicola. Risultato: polemica politica enorme, con tanto di senatore McCain (lo sfidante di Obama nel 2008) ad affermare che questa decisione è un invito a nozze per tutti i gruppi terroristici e manifestazioni di solidarietà dalla Russia nei confronti della Corea del Nord. Il Presidente Obama cerca di mediare, dichiarando che non si tratta di un attacco terroristico, ma che Sony forse ha esagerato. Nel frattempo viene messo fortemente in dubbio l’effettivo legame tra gli hacker e la Corea del Nord. Per spazzare via tutta la confusione, come se niente fosse Sony annuncia il 24 dicembre l’uscita nelle sale e la pubblicazione sui siti di streaming e video on demand di “The Interview”.

the-interview-2014-hd-2014-wallpapers-1

Finita la questione politica, finalmente si può parlare del film. E qui serve un grande avvertimento: ridimensionate le vostre aspettative. “The Interview” non è il film che avrebbe potuto scatenare la terza guerra mondiale e nemmeno un capolavoro che resterà nella storia del cinema. Del resto, i suoi autori non puntavano certo né al primo, né al secondo risultato. “The Interview” è un film in linea con quanto realizzato in precedenza da Rogen e Goldberg, a cui interessava non tanto realizzare una satira del regime nordcoreano, quanto uno scontro tra due personaggi totalmente folli. Ci riferiamo al personaggio di James Franco (giornalista che pare una versione televisiva dello Zoolander di Ben Stiller) e allo stesso Kim-Yong Un, tratteggiato come un grande fan di Katy Perry e di tutto ciò che è americano. Da questo punto di vista, il film è riuscito: si ride in tanti punti e – pur non avendo mai momenti epocali – le due ore di durata passano senza intoppi.

“The Interview” è uscito negli Stati Uniti in 331 sale, circa un decimo di quelle che avrebbe dovuto raggiungere nei piani iniziali. Nel primo giorno di programmazione ha raccolto oltre un milione di dollari e i dirigenti Sony si sono dichiarati soddisfatti del risultato. Soddisfazione per essere riusciti a far uscire il film e perché tante persone stanno andando a vederlo, ma è sicuro che per Sony il film finirà in perdita: costato circa cento milioni di dollari, difficilmente potrà raggiungere il pareggio.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >