Viaggi
di Simone Stefanini 26 Novembre 2015

Le 10 stazioni sciistiche più belle per le vostre vacanze invernali

Dalle Dolomiti all’Himalaya, i posti più belli per chi vuole sciare (e per chi vuole solo riposarsi)

igloo ecobnb

 

Tempo di scegliere la meta delle imminenti vacanze invernali, per indossare la tuta da sci, quella da snowboard e partire a tutta velocità per delle discese mozzafiato. Oppure, più semplicemente, per rilassarsi e abbronzarsi la faccia fuori stagione, sorseggiando cocktail sulla terrazza dell’albergo.

Queste sono le 10 località più belle del mondo. Vanno bene per gli uni e per gli altri.

 

1) Cortina D’Ampezzo, Italia

sport_snowkite_ansa sport.sky

Se non siete mai stati a Cortina, quest’anno potrebbe essere quello giusto. Circondata dai picchi delle Dolomiti, in provincia di Belluno, in Veneto, è il sito sciistico in cui vivere da Vitelloni sulla neve. Praticamente uno status symbol, se cercate i vip italiani, li trovate lì. Non a caso è considerata una delle località invernali più belle al mondo. L’unica pecca, manca di collegamento tra le varie aree sciistiche, che vanno raggiunte in auto o skibus. Se proprio siete intrepidi, potete provare lo snowkite, lo snowboard col paracadute, come nella foto.

 

2) Zermatt, Svizzera

Wellness-Whirlpool-722x424 blacktomato

È la località sciistica più panoramica di tutta Europa. Scorci di natura e di montagna bellissimi sia dal versante dei ghiacci perenni dei Monte Rosa che da quello del Cervino. Un’area sciabile immensa e niente macchine in paese. Praticamente il Paradiso dell’amante degli sport invernali. Da non perdere la funivia del Cervino, con la stazione d’arrivo più alta d’Europa. Se poi siete a caccia di un’esperienza unica, provate un romantico igloo in cui soggiornare, come da foto.

 

3) Gulmarg, India

skiing-in-gulmarg ladakh-travel

Il suo nome significa località dei fiori e si trova a 2700 metri di altitudine, sull’Himalaya, a Jammu-Kashmir, in India. Per i più avventurosi, sono disponibili gite in elicottero per arrivare alle vette di 4000 metri di altitudine e lanciarsi in vertiginose discese libere. Oggi, un numero sempre maggiore di indiani sta scoprendo lo sci e gli sport invernali, ma la località è raggiunta anche da molti turisti i prezzi per la sua bellezza e per i suoi prezzi moderati.

 

4) Kitzbühel, Austria

resort-medialounge_3204915k telegraph

Nota come la cittadina del camoscio, è la perla delle Alpi, una delle località più famose del Tirolo. Ci potete trovare la leggendaria pista nera Streif, una delle tappe del Campionato del Mondo di Sci, la cui pendenza arriva addirittura al 75%. Nella zona ci sono anche due snowpark, piste per lo sci di fondo e pure una pista illuminata per la notturna. In questo luogo, la catena montuosa Wilder Kaiser e il paesino di Ellmau hanno fatto da cornice alla nota serie della tv tedesca Un dottore tra le nuvole.

 

5) Chamonix, Francia

monte bianco dovesciare

In questo posto è nato il detto funesto “se cadi muori”, per via della difficoltà  delle sue piste, che sono tra le più impegnative per sciatori e snowboarder di tutto il mondo. Niente paura però, anche gli sciatori meno esperti possono divertirsi nelle piste di questa tipica cittadina francese di montagna, con le strade di ciottolato e le zone pedonali. Se poi amate la montagna ma di fare sport non ne volete sapere, a Chamonix ci sono un sacco di attività per i semplici turisti. Per i più coraggiosi, il “Passo nel vuoto”, un box fatto di lastre di vetro installato all’Aiguille du Midi, in cui poter camminare come sospesi sulle montagne, per poter vedere il panorama con qualche brivido in più, come nella foto.

 

6) Mont Tremblant, Canada

Tremblant-spring skicanada

Aperta nel 1939, Mont Tremblant è stata una delle prime località sciistiche in Nord America. È dedicata a chi cerca l’atmosfera europea dall’altra parte del globo. Ha 95 piste, un Casinò e una Spa, per rendere la vacanza all’altezza delle mete sciistiche alpine più chic. Inoltre dispone di 7 ettari di rampe e trampolini per gli amanti dello snowboard e per i saltatori più bravi del mondo.

 

7) Portillo, Cile

66439_1600x1200-wallpaper-cb1367863827 nationalgeographic

È una delle stazioni sciistiche più grandi dell’America Meridionale. Si trova in Cile, a due ore da Santiago, sulle Ande cilene nella regione di Valparaiso e offre 19 piste per ogni tipo di sciatore, dal più bravo al più scarso. L’atmosfera è intima, ci sono poche case e un iconico albergo giallo. Le montagne sono selvagge e la località offre panorami da brivido.

 

8) Niseko, Giappone

Onsen oyukisnow

Niseko in giapponese significa “neve farinosa”. È la più grande stazione sciistica di Hokkaido e  ogni anno riceve ben 14 metri di neve. Ha 4 resort di prima categoria collegati tra di loro che offrono spettacolari possibilità di sci e snowboard a ogni livello, grazie anche ai 38 impianti di risalita. Vicino a Niseko c’è Rusutsu, altra località sciistica eccezionale per chi vuol provare il freeride tra i boschi o le escursioni guidate. Per rilassarvi, potete provare anche le splendide terme di acqua calda che scorrono proprio accanto alla neve, come da foto.

 

9) Aspen, Colorado, USA

3231178782_e1a075fa28_b flickr

Pur essendo stata fondata come centro minerario, Aspen è una rinomata stazione sciistica che ha ospitato anche numerose gare di Coppa del Mondo di sci alpino. È nota in tutto il globo per essere il luogo di villeggiatura delle star di Hollywood e di tutto il jet set americano. Non stupitevi quindi se vedete in pista Johnny Depp, Jennifer Aniston o Will Smith. In realtà, pur non essendo proprio economica, è la meta privilegiata di chi vuol provare dei fuoripista da mozzare il fiato e per i semplici spettatori, non capita tutti i giorni di assistere alle gare di forestale sulla motoslitta, come da foto.

 

10) Park City, Utah, USA

Park-City pclodge

Park City, oltre a essere una stazione sciistica è anche un’esperienza. Le montagne dello Utah offrono diverse località meravigliose, dal Park City Mountain Resort, situato vicino alla città, alla Deer Valley, dedicata ai puristi dello sci. Lì gli snowboarder non sono ammessi. Park City è anche un luogo pieno di cultura. Pensate che il Sundance Film Festival, il famoso Festival del Cinema Indipendente viene fatto proprio lì a gennaio. Per i non sciatori: fly fishing, escursioni in mongolfiera, motoslitta oppure una visita ai nightclub della zona.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >