Bagno Vignoni, il paese con le terme in piazza

Bagno Vignoni è un borgo toscano in provincia di Siena, con la particolarità di avere una vasca termale al posto della piazza

Viaggi
di Simone Stefanini facebook 11 gennaio 2018 11:26
Bagno Vignoni, il paese con le terme in piazza

bagno vignoni Flickr - Foto © Pug Girl

 

Bagno Vignoni è una frazione di San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena. Si trova a sud della Toscana e ha una popolazione di 30 abitanti. Pochi, certo, ma non è questo il punto.

La sua principale caratteristica rende Bagno Vignoni un luogo unico, che fa del relax il suo marchio di fabbrica: al centro del borgo c’è la Piazza delle Sorgenti, che a discapito del nome non è una vera e propria piazza, piuttosto una vasca rettangolare di origine cinquecentesca che contiene una sorgente di acqua termale fumante e caldissima che esce dalle falde sotterranee di origine vulcanica.

Tutte le foto via Flickr

Le acque che fuoriescono dalla gigantesca vasca, vanno in direzione della ripida scarpata del Parco Naturale dei Mulini, che è stato creato nel 1997, dopo che il sistema dei mulini fu abbandonato negli anni ’50. Se passate di lì, potrete trovare fiumiciattoli d’acqua termale, che rigano un territorio spettacolare, in cui i resti di quattro mulini scavati nella roccia che lavoravano 24 ore su 24, si ergono come testimoni di un Paese che non c’è più.

 

 

La  Piazza delle Sorgenti è così caratteristica che è stata anche location per film come Al lupo al lupo di Carlo Verdone e Nostalghia di Andrej Tarkovskij, oltre a La scuola più bella del mondo con Christian De Sica e Rocco Papaleo.

D’altronde non è certo da oggi che le terme di Bagno Vignoni sono usate per eventi mondani, sembra che già gli etruschi e i romani siano stati attratti dalle fonti benefiche che uscivano dal terreno, così come personaggi del calibro di Lorenzo dè Medici o Papa Pio II.

~ c’è un posto dove sgorga acqua termale, una vasca caldissima. E tutt’intorno un piccolo paesino, poche case, il silenzio, il gorgogliare che sale dalla terra profonda, passi felpati, voci basse. E la sensazione di esserci. In quel momento. Lì. Vivo e caldo come l’acqua. Protetto. Grato. ~ #igerssiena #instatuscany #igerstoscana #tuscanybuzz #shareyourtuscany #visittuscany #discovertuscany #ig_italia #whatitalyis #browsingitaly #Ilikeitaly #igersitalia #guardiantravelsnaps #italy_vacations #travellingthroughtheworld #thetuscantimes #freedomthinkers #passionpassport #discovermag #huffpostgram #iamatraveler #livetravelchannel #through_italy #huffpostgram #beautifuldestinations #exploringitaly #toscanaovunquebella #viaggiareperborghi #eclectic_shots

A post shared by Fabio Panichi (@ilfebius) on

Il borgo è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al Medioevo e se decidete di visitarlo per abbandonarvi al relax, sappiate che è un centro nevralgico per raggiungere il Parco del Monte Amiata, Pienza, Montalcino e tutta la Val d’Orcia, che vale la pena di vedere almeno una volta nella vita per fare il pieno di relax e rigenerarsi.

In caso vogliate dedicarvi alle terme, potete anche usufruire delle strutture alberghiere che offrono servizi termali e pacchetti che solo a leggerli vi viene voglia di teletrasportarvi lì.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)