Viaggi
di Simone Stefanini 11 Gennaio 2017

Il Clown Motel con vista sul cimitero è l’albergo più horror del mondo

Sperduto nel deserto del Nevada, un motel a tema clown che sorge accanto a un cimitero maledetto.

Scena: deserto del Nevada, avete bisogno di dormire e trovate un motel in un paesino lontano da tutto. Entrate dentro e ci sono migliaia di clown che vi guardano. Anche nelle stanze, quadri di pagliacci. La notte sentite le voci. Quando vi svegliate la mattina, guardate fuori dalla finestra e vi accorgete che davanti a voi c’è un bel cimitero maledetto, di quelli con le lapidi di legno che vengono fuori dalla nuda terra. Insomma, benvenuti al Clown Motel, l’albergo meno adatto a chi soffre di coulrofobia.

Si chiama così la paura atavica e immotivata dei clown. Oddio, proprio senza motivo non è: da quando nel 1978, nel giardino di casa di  John Wayne Gacy furono ritrovati i resti di 28 persone che lui aveva ucciso, conosciute spesso alle feste che animava vestendosi da pagliaccio, le cose sono cambiate per i clown di tutto il mondo.

Qualche anno dopo ci si è messo anche Stephen King nel suo IT a dare il colpo di grazia alla maschera popolare, con il suo Pennywise, l’incarnazione del male. Oggi, questo terrore non è certo passato in secondo piano, basti pensare all’ondata di pazzi vestiti da clown che ha terrorizzato gli Stati Uniti qualche mese fa.

 

 

Con queste devastanti premesse, immaginate di fare il viaggio della fortuna da Las Vegas a Reno, di perdervi nel deserto del Nevada (posto per niente accogliente di suo) e di avere un assoluto bisogno di dormire.

Potreste trovarvi dalle parti di Tonopah, una ridente cittadina a molte miglia da qualsiasi cosa. Lì, trovare un albergo sarebbe un miracolo. Quando state per perdere le speranze, avvistate un’insegna colorata in cui leggete Clown Motel. Ok, il nome non è proprio il massimo ma non vi formalizzate e entrate. Bene: in confronto il motel di Norman Bates  in Psycho era Disneyworld.

Una volta entrati, vi troverete di fronte migliaia di clown, da tutte le parti, che vi guardano con quegli occhi tristi ma pericolosi e l’idea di dormire in macchina sembra improvvisamente una gran pensata.

 

 boredpanda

 

Soprammobili, poster, quadri, action figure, sculture a grandezza naturale di pagliacci, anche nelle stanze, che vi guardano mentre dormite. Un’ansia come non l’avete mai provata prima.

 

 boredpanda

 

Poi la mattina vi svegliate, dopo una nottata passata a non farvi venire l’infarto, e guardate dalla finestra giusto per rilassarvi un po’. Davanti a voi, un bel cimitero di quelli da film horror, con le lapidi di legno che escono dalla terra nuda.

Dovete sapere infatti che l’amena cittadina di Tonopah era sorta accanto a una miniera in cui erano all’ordine del giorno gli incidenti mortali. Come se non bastasse, la gente del posto crede a leggende tipo quella che il cimitero sia maledetto e che dal motel, spesso, di notte, si sentano grida e rumori strani.

Ora che vi abbiamo convinto, potete visitare la pagina Facebook del Clown Motel per prenotare la vostra vacanza al più presto. Buon divertimento!

 

 boredpanda

 

 

 

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >