Viaggi
di Simone Stefanini 18 novembre 2014

Fare skate in un reparto psichiatrico abbandonato è da pazzi

Due ragazzi americani si sono intrufolati dentro un ex ospedale psichiatrico per skatare. Hanno girato un video bellissimo.

“Per far funzionare questo progetto, abbiamo girato un sacco di posti, ma poi ritornavamo sempre a questo reparto di ospedale psichiatrico, parzialmente abbandonato, nel NY State. Attivo dal 1931, già durante la Seconda Guerra Mondiale ha iniziato la decadenza, a causa del personale non qualificato che prese il posto delle infermiere chiamate a curare i soldati. Ma è stato chiuso solo negli anni ’70 e sta marcendo da quel giorno” spiega Sean Colello, l’anima dietro questo fantastico progetto video/fotografico, a metà tra la trama di un film horror e la riappropriazione di un luogo disperato per riempirlo di teenage riot.

Il campus era formato da molte aree, tra cui il ristorante e persino il bowling, tutte collegate da tunnel dei quali si sono serviti Sean e lo skater Rob Miceli per fare queste riprese. Una volta trovato il primo tunnel, hanno avuto accesso ad un paesaggio quasi post-atomico, attorno al quale giravano i pazienti e la polizia. Pericolo, curiosità e un bel po’ di follia dunque, hanno spinto i due a skatare sulle rovine di questa civiltà.

FONTE | jenkemmag.com

 GUARDA IL VIDEO:

Building40 Jenkem 3 Building40 Jenkem 5 Building40 Jenkem 4 Building40 Jenkem 6 Building40 Jenkem 1 Building40 Jenkem 2 Building40 Jenkem 7

CORRELATI >