Viaggi
di Marcello Farno 5 Maggio 2016

11 consigli per viaggiare rilassati e comodi in aereo

Perché una buona vacanza parte sempre da un buon viaggio

up-in-the-air  George Clooney in Up In The Air

 

Ci siete finalmente riusciti. Avete prenotato i voli per la vostra vacanza a un prezzo che nemmeno immaginavate. Vi ha baciato la fortuna magari o siete stati attenti alla regola dei “quaranta giorni prima”, sta di fatto che adesso avete solo bisogno di concentrarvi su di voi, e su chi eventualmente vi circonda, per godervela. Un buona vacanza parte sempre da un buon viaggio, così abbiamo cercato di elencarvi un po’ di suggerimenti utili per farvi vivere meglio la vostra permanenza in aereo.

 

1. Arrivate in aeroporto per tempo
Ok, sembra banale, ma non lo è affatto. Le fantomatiche due ore di anticipo con le quali le compagnie aeree ci consigliano di arrivare in aeroporto sono assolutamente legittime. Durante il check-in o in fila al gate può sempre capitare qualche imprevisto non calcolato. E allora, piuttosto che far salire l’ansia, meglio annoiarsi un po’ di più in sala d’attesa.

 

2. Controllate bene i vostri documenti
Tenete sempre carta d’identità e/o passaporto con voi, lasciandone magari anche in valigia un paio di fotocopie, che potrebbero tornarvi utili nei più spiacevoli casi di furto o smarrimento. Se avete solo la carta d’identità, e dovete in particolar modo viaggiare all’estero superando dei controlli doganali (come avviene ad esempio nel Regno Unito), assicuratevi che, oltre a non essere scaduto, il documento sia tenuto in buone condizioni. Altrimenti, prima di partire correte a rinnovarlo. Se invece l’avete dimenticato, e viaggiate in Italia, non tutto è perduto: anche la patente è un documento di riconoscimento valido nei confini nazionali.

 

photo-1421789497144-f50500b5fcf0 Unsplash - ph: Matthew Smith

 

3. Scegliete i vestiti giusti
Vestitevi preferibilmente a strati, di modo che, a seconda dello sbalzo termico al quale sarete soggetti, potrete rimuovere o aggiungere più facilmente degli indumenti. Consigliato un abbigliamento morbido, t-shirt, tuta di felpa, scarpe comode, che aiuterà sicuramente a farvi sentire più rilassati durante il viaggio.

 

4. Superare agilmente i controlli al gate
Separate i liquidi nella valigia, tirate fuori il pc dalla custodia, slacciate la cinta, non lasciate soldi in tasca… conoscete la solita trafila insomma. Se siete cittadini o residenti permanenti negli Stati Uniti però una soluzione c’è, basta iscriversi a quello che viene chiamato TSA Pre-Check Program. Pagando una tassa annuale di 85 $ potete risparmiare un bel po’ di tempo al gate: serve un modulo standard da compilare, il controllo ovviamente dei vostri precedenti e le impronte digitali. Più facile e veloce di così…

 

photo-1429053936782-e8cb7d267f15 Unsplash - ph: Negative Space

 

5. Il bagaglio
Attenetevi a quelle che sono le regole dettate dalla compagnia, se l’ultima volta l’hostess ha chiuso un occhio sul vostro bagaglio che era tutto tranne che “a mano”, la prossima volta potrete trovare qualcuno più inflessibile, e sarete costretti a scucire dei soldi in più (oltre ad alimentare un nervosismo diffuso tra voi e chi vi circonda). Se siete dei distratti cronici, o partite con la paura di smarrire la valigia, dotatevi invece di questo piccolo aggeggio: si chiama TrakDot, e una volta inserito nel bagaglio ne monitorerà tutti gli spostamenti inviando delle notifiche sul vostro smartphone.

 

6. La scelta del posto
Se siete abbastanza alti e avete bisogno di distendere e sgranchire i vostri arti inferiori ovviamente cercate di prediligere in fase di prenotazione un posto esterno. Se invece siete già pronti per un power-nap in fase di decollo scegliete il posto finestrino, così nessuno vi costringerà ad alzarvi per passare. Per isolarvi ulteriormente sono di regola tappi per le orecchie e cuscino da viaggio.

 

passenger-362169_960_720  ph: Ryan McGuire

 

7. Trovate i passatempi giusti
Alcune volte si può avere la fortuna di trovarsi spalla a spalla con una persona con cui chiacchierare può diventare un’esperienza piacevole. A volte più semplicemente no. Se di dormire non avete proprio voglia, portate un libro con voi, o meglio ancora preparate una playlist rilassante da suonare in cuffia. Il viaggio, con la vostra musica preferita, prenderà tutta un’altra piega.

 

8. Sconfiggete il jet-lag
Una volta atterrati non potete proprio permettervi di perdere un altro giorno per riprendervi da quel fastidioso jet-lag. Nessun problema, il sito Stop Jet Lag vi fornisce per soli 35 $ la consulenza di uno specialista, che creerà per voi un programma personalizzato, con le indicazioni su quando andare a dormire, cosa mangiare, etc., per sconfiggere la stanchezza e riprendervi più velocemente dal viaggio.

 

 Travel + Leisure

 

9. Scegli compagnie innovative
Se proprio volete fare, o anche solo sognare, però un viaggio indimenticabile, vi basta dare un occhio alla lista di innovazioni che hanno ricevuto il Crystal Cabin Awards durante l’ultima Aircraft Interiors Expo di Amburgo. Si va dai colori con i quali giocare, sia a livello di luce che di tappezzeria, alla banda larga per tutti già sperimentata sugli aerei di Lufthansa. Due su tutti però meritano una citazione:

 

10. La sedia magica
Come si diceva prima capita che il nostro vicino voglia alzarsi, e allora lì siamo costretti a lasciare tutto quello che stavamo facendo e staccare le cuffie dall’iPad, riordinare il tavolino, togliere il cuscino, afferrare la nostra bevanda… no! Rebel Aero ha sviluppato una sedia che quando tu desideri si solleva automaticamente, lasciando sempre le tue terga ben posate su di essa. È contento il vicino, che può passare facilmente, e sei contento tu.

 

alternative_seating_position_480

 

11. Basta lotta di classe
Basta con la dittatura degli snack o dei pasti serviti in business class, anche in economy c’è bisogno di godere di un viaggio con tutti i comfort. Zodiac Aerospace ha ideato così un aereo in cui scompaiono le divisioni di classe, per fare spazio a un design caratterizzato da aree specifiche per attività specifiche, come dormire, socializzare, rilassarsi, etc. Ovviamente ha vinto il premio riservato ai “Visionary Concepts”.

 

Zodiac-lifestyle-concept

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >