Viaggi
di Marcello Farno 5 Maggio 2016

11 consigli per viaggiare rilassati e comodi in aereo

Perché una buona vacanza parte sempre da un buon viaggio

up-in-the-air  George Clooney in Up In The Air

 

Ci siete finalmente riusciti. Avete prenotato i voli per la vostra vacanza a un prezzo che nemmeno immaginavate. Vi ha baciato la fortuna magari o siete stati attenti alla regola dei “quaranta giorni prima”, sta di fatto che adesso avete solo bisogno di concentrarvi su di voi, e su chi eventualmente vi circonda, per godervela. Un buona vacanza parte sempre da un buon viaggio, così abbiamo cercato di elencarvi un po’ di suggerimenti utili per farvi vivere meglio la vostra permanenza in aereo.

 

1. Arrivate in aeroporto per tempo
Ok, sembra banale, ma non lo è affatto. Le fantomatiche due ore di anticipo con le quali le compagnie aeree ci consigliano di arrivare in aeroporto sono assolutamente legittime. Durante il check-in o in fila al gate può sempre capitare qualche imprevisto non calcolato. E allora, piuttosto che far salire l’ansia, meglio annoiarsi un po’ di più in sala d’attesa.

 

2. Controllate bene i vostri documenti
Tenete sempre carta d’identità e/o passaporto con voi, lasciandone magari anche in valigia un paio di fotocopie, che potrebbero tornarvi utili nei più spiacevoli casi di furto o smarrimento. Se avete solo la carta d’identità, e dovete in particolar modo viaggiare all’estero superando dei controlli doganali (come avviene ad esempio nel Regno Unito), assicuratevi che, oltre a non essere scaduto, il documento sia tenuto in buone condizioni. Altrimenti, prima di partire correte a rinnovarlo. Se invece l’avete dimenticato, e viaggiate in Italia, non tutto è perduto: anche la patente è un documento di riconoscimento valido nei confini nazionali.

 

photo-1421789497144-f50500b5fcf0 Unsplash - ph: Matthew Smith

 

3. Scegliete i vestiti giusti
Vestitevi preferibilmente a strati, di modo che, a seconda dello sbalzo termico al quale sarete soggetti, potrete rimuovere o aggiungere più facilmente degli indumenti. Consigliato un abbigliamento morbido, t-shirt, tuta di felpa, scarpe comode, che aiuterà sicuramente a farvi sentire più rilassati durante il viaggio.

 

4. Superare agilmente i controlli al gate
Separate i liquidi nella valigia, tirate fuori il pc dalla custodia, slacciate la cinta, non lasciate soldi in tasca… conoscete la solita trafila insomma. Se siete cittadini o residenti permanenti negli Stati Uniti però una soluzione c’è, basta iscriversi a quello che viene chiamato TSA Pre-Check Program. Pagando una tassa annuale di 85 $ potete risparmiare un bel po’ di tempo al gate: serve un modulo standard da compilare, il controllo ovviamente dei vostri precedenti e le impronte digitali. Più facile e veloce di così…

 

photo-1429053936782-e8cb7d267f15 Unsplash - ph: Negative Space

 

5. Il bagaglio
Attenetevi a quelle che sono le regole dettate dalla compagnia, se l’ultima volta l’hostess ha chiuso un occhio sul vostro bagaglio che era tutto tranne che “a mano”, la prossima volta potrete trovare qualcuno più inflessibile, e sarete costretti a scucire dei soldi in più (oltre ad alimentare un nervosismo diffuso tra voi e chi vi circonda). Se siete dei distratti cronici, o partite con la paura di smarrire la valigia, dotatevi invece di questo piccolo aggeggio: si chiama TrakDot, e una volta inserito nel bagaglio ne monitorerà tutti gli spostamenti inviando delle notifiche sul vostro smartphone.

 

6. La scelta del posto
Se siete abbastanza alti e avete bisogno di distendere e sgranchire i vostri arti inferiori ovviamente cercate di prediligere in fase di prenotazione un posto esterno. Se invece siete già pronti per un power-nap in fase di decollo scegliete il posto finestrino, così nessuno vi costringerà ad alzarvi per passare. Per isolarvi ulteriormente sono di regola tappi per le orecchie e cuscino da viaggio.

 

passenger-362169_960_720  ph: Ryan McGuire

 

7. Trovate i passatempi giusti
Alcune volte si può avere la fortuna di trovarsi spalla a spalla con una persona con cui chiacchierare può diventare un’esperienza piacevole. A volte più semplicemente no. Se di dormire non avete proprio voglia, portate un libro con voi, o meglio ancora preparate una playlist rilassante da suonare in cuffia. Il viaggio, con la vostra musica preferita, prenderà tutta un’altra piega.

 

8. Sconfiggete il jet-lag
Una volta atterrati non potete proprio permettervi di perdere un altro giorno per riprendervi da quel fastidioso jet-lag. Nessun problema, il sito Stop Jet Lag vi fornisce per soli 35 $ la consulenza di uno specialista, che creerà per voi un programma personalizzato, con le indicazioni su quando andare a dormire, cosa mangiare, etc., per sconfiggere la stanchezza e riprendervi più velocemente dal viaggio.

 

 Travel + Leisure

 

9. Scegli compagnie innovative
Se proprio volete fare, o anche solo sognare, però un viaggio indimenticabile, vi basta dare un occhio alla lista di innovazioni che hanno ricevuto il Crystal Cabin Awards durante l’ultima Aircraft Interiors Expo di Amburgo. Si va dai colori con i quali giocare, sia a livello di luce che di tappezzeria, alla banda larga per tutti già sperimentata sugli aerei di Lufthansa. Due su tutti però meritano una citazione:

 

10. La sedia magica
Come si diceva prima capita che il nostro vicino voglia alzarsi, e allora lì siamo costretti a lasciare tutto quello che stavamo facendo e staccare le cuffie dall’iPad, riordinare il tavolino, togliere il cuscino, afferrare la nostra bevanda… no! Rebel Aero ha sviluppato una sedia che quando tu desideri si solleva automaticamente, lasciando sempre le tue terga ben posate su di essa. È contento il vicino, che può passare facilmente, e sei contento tu.

 

alternative_seating_position_480

 

11. Basta lotta di classe
Basta con la dittatura degli snack o dei pasti serviti in business class, anche in economy c’è bisogno di godere di un viaggio con tutti i comfort. Zodiac Aerospace ha ideato così un aereo in cui scompaiono le divisioni di classe, per fare spazio a un design caratterizzato da aree specifiche per attività specifiche, come dormire, socializzare, rilassarsi, etc. Ovviamente ha vinto il premio riservato ai “Visionary Concepts”.

 

Zodiac-lifestyle-concept

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >