Viaggi
di Camilla Campart 29 ottobre 2018

I luoghi di Dublino che hanno ispirato il romanzo Dracula

Bram Stoker è cresciuto a Dublino ed è stata proprio questa città ad aiutarlo nella stesura del suo romanzo horror Dracula.

Lo scrittore irlandese Bram Stoker forse non sapeva che il suo Dracula sarebbe diventato, oltre che fortemente noto in letteratura, d’ispirazione per i travestimenti di Halloween in tutto il mondo, già che siamo in tema. Ma vi siete mai chiesti dove Stoker abbia preso spunto per la stesura del suo libro? La risposta è Dublino, città dov’è cresciuto e che lo ha ispirato alla grande.

La città è teatro del Bram Stoker Festival, che dal 26 al 29 ottobre ha inaugurato la sua settima edizione. Letture, spettacoli e visite guidate su sfondo gotico sono tutti inclusi nel ricco e spaventoso menù del festival dedicato all’autore del romanzo horror pubblicato nel 1897.

Foto di Pmk58 it.m.wikipedia.org Foto di Pmk58

Entrando un po’ più nel vivo, ci sembra più che doveroso partire dalla casa d’infanzia dello stesso Bram Stoker, 15 Marino Crescent, Clontarf, Dublino 3: crocifissi in vista sulle pareti, travi in legno scuro, scricchiolii sinistri, insomma un posticino accogliente. Se proprio non riuscite a stare nella pelle e volete a tutti i costi seguire per intero le tracce dello scrittore sappiate che in età adulta si è trasferito al numero 30 di Kildare Street, Dublino 2.

Foto di Rob Hurson www.flickr.com Foto di Rob Hurson

Il vostro tour prevede come seconda tappa il Trinity College, dove Stoker ha sfoggiato notevoli abilità atletiche durante gare di velocità e sollevamento pesi. E la laurea con lode in matematica che lo scrittore ha affermato di aver preso nel 1870 ma che il Trinity College non ha propriamente confermato? Da non sottovalutare come fonte d’ispirazione per la scrittura di un romanzo non poco inquietante.

Foto di Phillip Perry www.geograph.ie Foto di Phillip Perry

Proseguiamo con la chiesa di St. Ann’s, costruzione barocca del XVIII secolo e NB luogo dove Stoker e Florence Balcombe si sono sposati nel 1878. Chissà se lo scrittore fosse geloso del fatto che prima sua moglie uscisse con il caro Oscar Wilde

Foto di Landhere www.flickr.com Foto di Landhere

Superati gli intrighi amorosi, veniamo catapultati al Museo degli Scrittori, uno dei motivi per il quale molti scrittori hanno vissuto o sono passati da Dublino. Bram Stoker, James Joyce, Oscar Wilde, Jonathan Swift e Brinsley Butler Sheridan non sono rimasti indifferenti alla possibilità di verificare in prima persona il successo dei loro scritti. Fra tutte le raccolte non può chiaramente mancare una preziosa prima edizione di Dracula.

Foto di Jennifer Boyer www.flickr.com Foto di Jennifer Boyer

Infine, per lasciarvi muniti d’angoscia sul finale, la chiesa di St. Michan’s, una delle più antiche di Dublino. Proprio sotto riposano le tombe di alcuni di alcuni noti cittadini residenti impilate in maniera piuttosto casuale. Con effetto sorpresa il tempo ha rispolverato graziosi resti di scheletri. Pare quello di Stoker fosse un appuntamento fisso, per questo se siete veri fan dovreste prendere in considerazione una capatina la notte di Halloween che è ormai alle porte.

 

CORRELATI >