Viaggi
di Simone Stefanini 10 Aprile 2018

L’Abbazia di San Galgano e la spada nella roccia, luoghi leggendari nel cuore della Toscana

A Chiusdino in provincia di Siena ci sono l’eremo e l’abbazia di San Galgano, due luoghi leggendari e misteriosi da visitare assolutamente una volta nella vita

Quando si parla di gita fuori porta, una visita all’Abbazia di San Galgano a Chiusdino, in provincia di Siena è d’obbligo non solo per le assolute bellezze della Toscana che ci invidiano in tutto il mondo, ma soprattutto per toccare con mano un luogo unico in cui si respira la Storia con la S maiuscola e il mistero che avvolge le leggende del Santo Graal e della spada nella roccia.

L’abbazia cistercense di San Galgano è un luogo oggi in rovina, composto solo dalle mura e privo di tetto, meta di flusso turistico in estate e inverno. L’abbazia non ha neanche il pavimento, sostituito dalla terra battuta che in primavera diventa manto erboso. È stata realizzata tra il 1220 e il 1268, periodo in cui in Italia lo stile Romanico si fondeva col neonato Gotico d’importazione francese. La sua forma è a croce latina e il luogo in cui sorge è quello in cui approdò San Galgano un secolo e mezzo prima della sua costruzione. Nel 1700 il tetto dell’abbazia è crollato ed è stato saccheggiato dalla popolazione in cerca di materiali.

Tutte le foto via e via (Wikimedia)

Le sue rovine misteriose e affascinanti sono rimaste intatte e nel 1800 sono iniziati i lavori di restauro: l’Abbazia non sarebbe stata ricostruita, ma i suoi resti sarebbero messi in sicurezza e oggi è un luogo surreale: il fantasma del medioevo italiano. Al suo interno durante l’estate vengono svolti concerti e spettacoli teatrali, e quando la notte è illuminata dalle luci, diventa un luogo magico come ce ne sono pochi altri al mondo.

 

Foto © Vignaccia76 wikimedia - Foto © Vignaccia76

 

Salendo sulla collina grazie alle vie perfette per il trekking, troviamo l’Eremo di Montesiepi: una chiesa a pianta circolare eretto subito dopo la morte di San Galgano e consacrato nel 1185. Questo piccolo edificio è al ventro di numerose leggende, la prima riguarda il Santo Graal, che sembra sia sepolto qui. La forma dell’Eremo infatti ricorda quella di una coppa rovesciata e sembra che al suo interno ci sia una pietra da spostare per accedere alle segrete irraggiungibili in cui è nascosto il reperto più prezioso per i cristiani di tutto il mondo. Va da sé che nessuno ha ancora scoperto la pietra in questione.

 

Foto © pubblico dominio wikimedia - Foto © pubblico dominio

 

La più famosa particolarità dell’Eremo riguarda la spada nella roccia, un miracolo attribuito a San Galgano. Leggenda narra che il Santo fu portato dal suo cavallo sulla cima di Montesiepi, senza che Galgano potesse fermare l’animale. Il Santo video questo come un segno e volle piantare una croce sulla cima della montagna, ma non avendo legno per crearne una, ha piantato la sua spada nel terreno, in modo che la maniglia e l’elsa formassero il crocifisso. La spada si è subito fusa con la roccia in una miracolosa trasmogrificazione ed è ancora lì, in una teca nel mezzo dell’Eremo. Una volta  un qualche stolto, proprio come Re Artù cercò di estrarre la spada col risultato di romperla vicino all’elsa. Da quel momento non si può più toccare, e ci sembra legittimo.

Se volete trascorrere un pomeriggio avvolti nell’incredibile atmosfera della campagna toscana, tra mito e magia, dovete assolutamente visitare Chiusdino e le sue meraviglie!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >