Viaggi
di Matteo Scotini 26 Giugno 2018

La Maddalena, la spiaggia rosa salvata dalla maleducazione dei turisti

La spiaggia rosa si trova nell’arcipelago della Maddalena e fino al 1994 ha subito lo scempio dei turisti irrispettosi che portavano via la meravigliosa sabbia. Ora fa parte di un parco naturale protetto e le visite sono strettamente regolamentate.

 

Budelli è una piccola isola che appartiene all’arcipelago di La Maddalena, in Sardegna. Tutta la regione è ben nota per le sue bellissime spiaggie, ma questa ha una particolarità davvero rara: la sabbia della costa sud-orientale dell’isola, presso Cala di Roto, è di un colore rosa pallido e il paesaggio che ne deriva sembra non essere di questo mondo.

 

Questo colore dai tratti onirici e surreali è dato dalla composizione della sabbia stessa, formata da un agglomerato di piccoli frammenti di miniacina miniacea, un organismo unicellulare dal guscio calcareo rosa. Il senso di meraviglia portato da questa spiaggia era ben noto al maestro del cinema Michelangelo Antonioni che scelse questo luogo tra le location del suo primo film a colori Il deserto rosso“.

 

 

Un tempo il colore di questa spiaggia era molto più acceso di quanto lo sia oggi, l’impallidire del rosa è il risultato dell’atteggiamento di folle di turisti irrispettosi tra cui si era diffusa l’abitudine di portare con sè la meravigliosa sabbia per tenerla come souvenir o peggio venederla.

Tutto questo fino al 1994 quando la spiaggia rosa fu inclusa nell’allora neonato parco nazionale Arcipelago di La Maddalena vietandone l’accesso ai visitatori in modo da preservarne la mervigliosa tonalità naturale. Gli sforzi del governo italiano per difendere questa spiaggia portarono alla bocciatura, nel 2013, del progetto di costruzione di un resort eco-friendly con osservatorio biologico proposto dal banchiere neozelandese Michael Harte.

 

Da qualche anno è possibile ammirare la sabbia rosa percorrendo il sentiero situato ad est della cala e dalla passerella situata a ridosso della spiaggia stessa, ma è vietato calpestare l’arenile e fare il bagno. Se siete provvisiti di un’imbarcazione la navigazione è possibile fino al confine delle boe, posizionate a circa 70 metri dalla riva. Come si suol dire guardare e non toccare, proprio come nei musei.

 

Spiaggia Rosa (Pink Beach) owes its typical color to microscopic fragments of shells called “Miniacina miniacea”. Nowadays nobody can reach the beach due to the fact that the tourists were taking away the sands, ruining the magic beauty of this place. I admired it from a path along the beach with the keeper, who told me about the acts of vandalism that are still happening. What are you doing with a bag of pink sand in your house, conscious that you’re destroying one of the most beautiful places in the world? . . . #spiaggiarosa #spiaggiarosabudelli #budelli #lamaddalena #sardinia #pinkbeach #magicplace #beautyofitaly #ig_sardinia #landscapephotography #paradise #playa #summertime #treasureisland #treasuresofitaly #lanuovasardegna #volgosardegna #sardegna_reporter #focusardegna #thehub_sardegna #ig_sardegna #sardinien #hiddenparadise #hiddenplace #unhabitat #nature #outdoors #wildlife #naturaleza #water

Un post condiviso da S O F I A 🇮🇹🇩🇪 (@sofiabisoffi) in data:

Ci sono altre spiagge che presentano la stessa colorazione rosa sparse per il globo, ma se non avete voglia di varcare i confini italiani per vederle, la spiaggia rosa presso Cala di Roto è il posto che fa per voi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >