Viaggi
di Camilla Campart 25 ottobre 2018

Il Titanic II salperà nel 2022 e farà lo stesso tragitto di Jack e Rose

Il Titanic II salperà nel 2022 e ripercorrerà con i più coraggiosi passeggeri l’itinerario di Jack e Rose.

Una seconda chance per il Titanic: assolutamente identico alla nave che ricordiamo per la catastrofe che nel 1912 che, dopo essersi scontrata con un iceberg, provocò la morte di più di 1500 persone. Una vicenda tragica che avrete sicuramente visto sullo schermo nel film di James Cameron del 1997, quello con Kate Winslet e Leonardo Di Caprio in cui quest’ultimo, alla fine, sulla zattera c’entrava eccome. Ma questa è un’altra storia.

Grab by <a href="https://www.youtube.com/watch?v=STnELo90K5o" rel="nofollow">YouTube</a> www.youtube.com Grab by YouTube

La notizia  del Titanic II è stata resa nota dalla Blue Star Line: lo stesso tragitto di quel lontano 14 aprile, quello fra Southampton e New York, vedrà avventurarsi in mare il Titanic II nel 2022. I 2400 più audaci che accetteranno l’invito partiranno per una crociera di due settimane: la prima sarà appunto dedicata alla replica del tragitto di Jack e Rose, la seconda subirà un netto cambiamento dirigendosi verso Dubai.

Grab by <a href="https://www.youtube.com/watch?v=ZhI7xPadBqs" rel="nofollow">YouTube</a> www.youtube.com Grab by YouTube

Dopo anni di duro lavoro e una spesa pari a 500 milioni di dollari, gli interni della nave hanno assunto le sembianze della sua antenata. Già il presidente australiano di Blue Star Line, dopo aver datato la fine della costruzione al 2016, aveva anticipato possibili ritardi data l’idea di voler rendere il Titanic II assolutamente identico all’originale. Così è stato, parola di Clive Palmer.

Grab by <a href="https://www.youtube.com/watch?v=ZhI7xPadBqs" rel="nofollow">YouTube</a> www.youtube.com Grab by YouTube

Il direttore marketing di Blue Star Line vuole fare di tutto per convincervi a salpare, sottolineando la presenza di controlli satellitari, moderni sistemi di navigazione, attrezzature innovative, procedure di evacuazione all’avanguardia e quant’altro. Insomma, avete ancora qualche anno di tempo per riflettere sull’allettante proposta e decidere se salpare o meno a bordo del Titanic II.

CORRELATI >