Web
di Simone Stefanini 30 Settembre 2015

Abbiamo trasformato i siti italiani più famosi in quadri astratti

La app si chiama Abstract Browsing e permette di dare un tocco di colore alla tua esperienza online

astratta psfk.com - La home di un sito trattata con Abstract Browsing

 

I soliti siti non vi piacciono più? Avete bisogno di qualcosa che vi svegli? Allora questa estensione per Google Chrome fa al caso vostro. Rafaël Rozendaal ha sviluppato una app che trasforma i siti in patchwork colorati. Niente di più, niente di meno. Si chiama Abstract Browsing e vi consente di colorare le brutte notizie, di cambiare look ai siti che vi hanno stancato e di farli diventare dei wallpaper di arte digitale random. L’abbiamo istallata e l’abbiamo provata sulle prime pagine dei siti italiani più seguiti (o di quelli più trash). Quello che segue è il risultato.

 

astratta corriere.it - La home de Il Corriere della Sera

Grazie a questa app è più facile digerire la prima pagina de Il Corriere della Sera,  che tra blitz, pena di morte e jobs act altrimenti ci butta un po’ giù.

 

astratto repubblica.it - La home de La Repubblica

L’ultimo saluto a Ingrao si tinge di viola, la pubblicità della Cartier invece di blu, sulla home de La Repubblica. Notiamo un’assenza preoccupante di gattini.

 

astratto ilpost.it - La home de Il Post

Per facilitare la comprensione delle novità tecnologiche in prima pagina de Il Post, questa app le colora di verde speranza.

 

astratta vatican.va - La home del Vaticano

Il sito del Vaticano sembra un po’ quello dei videogiochi di ruolo storici su pc, per ravvivarlo è necessario dare una bella spalmata di fucsia, così da avvicinarlo un po’ di più ai diritti della comunità LGBT.

 

astratta governo.it - La home del Governo Italiano

Andate spesso sul sito del Governo Italiano? No? Forse vi piacerebbe di più se fosse una specie di computer in stile astronave di Star Wars.

 

astratta dagospia - La home di Dagospia

Ecco, parlando di Governo, Dagospia decide di toccarla piano. Se non siete d’accordo, potere colorare la pagina in modo che sembri un quadro di Piet Mondrian.

 

astratta carabinieri.it - La home dell’Arma dei Carabinieri

Incredibile ma vero, il sito dei Carabinieri grazie a questa app diventa quello più colorato di tutti, con mille finestrelle arcobaleno che ricordano quando guardavamo la grafica del defrag del computer fino a notte fonda.

 

astratta beppegrillo.it - La home del blog di Beppe Grillo

Il claim del blog di Beppe Grillo parla chiaro: è il primo magazine solo online. Un’affermazione che ci lascia un po’ perplessi ma tant’è. Se non avete voglia di vedere il collasso della Merkel, attivate l’app e state sereni.

 

astratta google.it - La home di Google

Mentre cercavamo i siti, ci siamo domandati come sarebbe stata la pagina bianca di Google dopo il trattamento con questa app. Sorpresa, diventa un adorabile disegnino di un bimbo delle elementari alle prese con Paint.

 

astratta dailybest.it - La home di Dailybest

Last but not least, la nostra amata home, e qui avviene un fatto singolare: dalle finestrelle colorate appare il testo. Sarà perché le parole sono importanti?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >