Web
di Gabriele Ferraresi 29 Marzo 2016

Cosa sta succedendo a Instagram e perché non serve a niente andare in paranoia

Home feed alla Facebook e ondate di terrore “attiva notifiche”: ma non è ancora il momento. Non ancora…

instagram_anteprima Instagram.com

 

Sì, Instagram sta per cambiare, e non sarà più quello di prima. Lo sapevamo da tempo, ne abbiamo scritto, e non c’è motivo di farsi prendere dal panico. Non cambierà oggi, di sicuro: ma a breve sì.

Succede, le cose cambiano e bisogna fare i conti con la realtà. La realtà è che i prodotti e le piattaforme che utilizziamo gratuitamente sono aziende, e che le aziende, anche quelle simpatiche e colorate che sviluppano i social media che ci piacciono tanto devono fare profitti. Non è una opzione, anche Instagram è lì per fare soldi: possibilmente tanti.

Per fare profitti è necessario che queste aziende, Instagram compresa, si facciano pagare per qualcosa, quel qualcosa è la pubblicità. Le modifiche – per ora solo annunciate, ma inevitabili – al feed di Instagram non meritano le ondate di terrore viste nelle ultime ore, con migliaia di post a base di “attiva le notifiche” e altro.

Già, perché come dovrebbe trasformarsi il feed della home di Instagram?

Nelle parole dell’azienda, in un comunicato dello scorso 13 marzo “per migliorare la tua esperienza utente, a breve il tuo feed sarà organizzato in modo da mostrare i momenti che crediamo possano essere più importanti per teL’ordine in cui mostreremo nel tuo feed i video e le foto sarà determinato dalla probabilità che tu sia interessato a quel contenuto, la tua relazione con la persona che l’ha pubblicato e la tempestività con cui l’ha postato“. In sintesi: niente più tutti i post in ordine cronologico, ma post visualizzati per popolarità e altre variabili, come su Facebook. Ok, ma quindi cosa cambia per noi utenti?

Per gli utenti “normali” non c’è da preoccuparsi, la maggioranza si abituerà tranquillamente a questo cambiamento, che non è nell’interesse di Instagram rendere troppo brusco. Mentre per chi usa Instagram in maniera professionale, all’interno di una strategia social, che sia una persona o un’azienda, il destino pare segnato. Lì ci sarà da pagare per garantirsi visibilità nel feed, o da spremersi le meningi e produrre contenuti migliori, il consueto bivio cui ci ha abituato Facebook, non per niente proprietaria di Instagram.

Un po’ come con Facebook ci fu la grande “chiusura dei rubinetti” per la visibilità delle fan page, è lecito pensare che la storia di ripeterà a breve con Instagram. Il panico dei giorni scorsi ha toccato livelli tali da costringere Instagram stessa a smentire tutto con un tweet, ieri

 

 

Vi stiamo ascoltando e possiamo assicurarvi che niente sta per cambiare nel vostro feed. Vi promettiamo che vi faremo sapere quando questi cambiamenti saranno svelati“. Tutto a posto quindi? Insomma. Su BuzzFeed è uscito anche un post in cui si mette giustamente in ridicolo l’ondata di ATTIVA LE NOTIFICHE TI PREGO che ha travolto Instagram in questi giorni. Il migliore resta il vecchio Sobchak del Grande Lebowski, neanche lui ne può più di gente che lo implora di attivare le notifiche.

 

Una foto pubblicata da @_theletterg in data:

 

Anche perché attivare queste notifiche per decine e decine di utenti, renderebbe il vostro smartphone una specie di generatore di notifiche push, che vi avvertirebbe ogni volta una persona che seguite pubblica qualcosa. Non una grandissima idea.

Marco Usai sul blog Instagramers Italia ha messo in fila un po’ dei cambiamenti in arrivo – o già arrivati – su Instagram. Ma tutto cambia: un tempo si potevano pubblicare solo foto quadrate, non è crollato il mondo una volta che si è potuto pubblicare anche in altri formati. Poi i messaggi diretti – ma chi li usa? – qualcosina si è visto anche nella versione da browser, dove da qualche tempo è possibile sapere chi ha interagito con noi ed esplorare account che potrebbero interessarci, poi c’è stato il multiaccount per l’app su smartphone sia iOS che Android, ed è abbastanza inevitabile che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi Instagram diventerà un po’ più simile a Facebook. E non c’è niente che possiamo fare per evitare la cosa: a meno di smettere di lamentarci e cambiare piattaforma, naturalmente.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >