video realtà aumentata
Web
di Gabriele Ferraresi 20 Maggio 2016

Un corto mostra l’incubo di una vita nella realtà aumentata

Hyper-Reality di Keiichi Matsuda sembra una puntata di Black Mirror

 

La realtà aumentata è una delle tecnologie con cui sempre più avremo a che fare in futuro: ma se, come ogni tecnologia, avesse un lato oscuro – non tanto in sé, poverina: è fantastica la realtà aumentata – ma quanto nell’utilizzo che noi potremmo farne? È questo il tema centrale di Hyper-Reality, un corto di 6′ di Keiichi Matsuda che indaga un futuro prossimo in cui la realtà aumentata prende completamente il sopravvento sulla nostra percezione tradizionale.

 

 

Nel corto seguiamo una donna in alcuni momenti della giornata dal suo point of view in soggettiva per le strade di Medellin, in Colombia: prima Juliana – la protagonista – inganna il tempo con un gioco mentre è su un autobus, poi cammina, poi va a fare la spesa, poi decide di fare un “reset” della propria identità… e nel frattempo siamo continuamente stimolati a seguire qualche notifica, qualche alert, qualche chat, qualche videochiamata, la raccolta dei punti per la spesa, in una overdose di informazioni completa, in una gamification in cui l’essere umano è un giocatore quanto lo può essere un topo in un labirinto.

 

video realtà aumentata  Hyper-Reality, il corto da incubo sulla realtà aumentata di Keiichi Matsuda

 

Continue interruzioni pubblicitarie puntellano una vita sempre più priva della possibilità di decidere autonomamente, sempre più controllata, non tanto da qualche Potere occulto o da qualche complotto, quanto dalle aziende e dalla tecnologia che abbiamo creato per migliorarci la vita e gli umani sono trattati come macchine al servizio delle macchine.

Un mondo dove si è persa qualunque libertà di scelta. E le domande come “Chi sono?” si fanno direttamente a Google, e dove anche la fede e la spiritualità, in fondo, non sono nient’altro che un livello del gioco…

 

Hyper-Reality, il corto da incubo sulla realtà aumentata di Keiichi Matsuda video realtà aumentata  Hyper-Reality, il corto da incubo sulla realtà aumentata di Keiichi Matsuda

 

È un futuro quello di Keiichi Matsuda che porta oltre le visioni letterarie distopiche del romanzo di Dave Eggers The Circle, sicuramente, è un futuro un po’ più alla Philip K. Dick – ma sotto steroidi – e con una chissà quanto buona approssimazione di quello che potrebbe essere la realtà aumentata tra una decina d’anni.

Dategli una possibilità, e vedrete che saranno sei minuti ben spesi quelli per seguire Keiichi Matsuda nel suo viaggio allucinato in un futuro che ricorda molto quello della serie tv Black Mirror.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >